Valutare l’efficienza al mq dei moduli fotovoltaici: perché è importante

PANASONIC ELECTRIC

In questo articolo Panasonic spiega perché è importante valutare la produttività per metro quadrato dei moduli fotovoltaici in relazione ai limiti di spazio e perché, invece, la loro potenza nominale può essere trascurabile.

Valutare l’efficienza al mq dei moduli fotovoltaiciIndice:

Quando le installazioni fotovoltaiche interessano l’ambito residenziale e vengono, quindi, realizzate su tetti con evidenti limiti di spazio, l’indicazione dei Wp può essere fuorviante dal momento che non prende in considerazione la produttività per metro quadrato dei moduli fotovoltaici.

Questo parametro risulta, però, essere fondamentale quando si lavora con installazioni limitate in termini di spazio.

Per una corretta valutazione dei moduli da inserire in un impianto fotovoltaico è necessario considerare, insieme al prezzo e alla potenza nominale, la produttività per mq. In ambito residenziale, ad esempio, moduli piccoli e molto efficienti sono preferibili in quanto lo spazio su tetto è limitato e spesso con la presenza di lucernari o camini creano vincoli ulteriori”, afferma Fabrizio Limani senior manager solar division Panasonic Solar.

Inoltre, pannelli di dimensioni ridotte pesano meno e sono costruiti con wafer più piccoli, con minori possibilità di danni durante il trasporto e/o l’installazione, preservando i margini dell’installatore e l’investimento dell’utente finale.

L’evoluzione dei moduli fotovoltaici

L’evoluzione tecnologica ha introdotto sul mercato moduli con potenza nominale sempre più elevata e con dimensioni sempre maggiori a causa dell’incremento dimensionale dei wafer con i quali sono costruiti.

Se nel 2012 lo standard era di 15,6 cm, qualche anno dopo era già di 16,2 cm, ma la crescita non si è arrestata al punto che i produttori utilizzano oggi wafer fino a 21,0 cm.

E’ chiaro, quindi, come all’aumento dei Wp corrisponda un incremento delle dimensioni dei moduli. Non si può dire lo stesso per la produttività per metro quadrato.

Perché è bene scegliere moduli piccoli e più efficienti

Confrontiamo due moduli diversi: uno realizzato da un produttore arbitrario che chiameremo A, l’altro prodotto da Panasonic che indicheremo con la lettera B.Moduli Panasonic, piccoli e più efficientiMentre A possiede una potenza nominale di 350 Wp, dimensioni di 1,86 mq e un’efficienza di 187 Wp/mq, il modulo fotovoltaico B, prodotto da Panasonic, mostra dimensioni ridotte, pari a 1,66 mq, e una potenza nominale inferiore, pari a 340 Wp. Nonostante questi dati l’efficienza risulta essere di 204 Wp.

Questo valore dimostra come il modulo B, nonostante sia più piccolo di A, è caratterizzato da una maggiore efficienza.

Installare moduli con dimensioni maggiorate non compromette solamente l’efficienza, ma incide negativamente anche sulla resistenza e sull’affidabilità del prodotto. Questo perché l’utilizzo di wafer più grandi accelera lo sviluppo di eventuali microfessure in quanto i produttori, per ridurre il peso dei moduli, utilizzano lastre di vetro più sottili.

A questo si aggiunge il problema del peso: qualora si superassero i 25 chili, che un installatore è autorizzato a sollevare in base alla normativa italiana in materia di salute e sicurezza, sarebbe necessario utilizzare manodopera extra.

I vantaggi dei moduli fotovoltaici Panasonic Solar

I moduli fotovoltaici prodotti da Panasonic sono particolarmente efficienti, con una produzione di energia al metro quadro fino al 20% superiore rispetto a quelli tradizionali, e resistenti sia ai climi caldi che a quelli freddi.

Il basso coefficiente di temperatura, inoltre, permette ai moduli di mantenere un’elevata efficienza e di erogare una potenza maggiore anche con temperature elevate, mentre la cornice rinforzata garantisce una capacità di carico di 5.400 Pa, adatta a supportare elevata quantità di neve o forte vento.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

PANASONIC ELECTRIC produce nelle seguenti categorie