Advertisement



Monitoraggio e controllo dei livelli d’acqua in un allevamento ittico

KELLER ITALY S.R.L.

L’allevamento ittico Villitaimen Osuuskunta a Kemijärvi, in Lapponia si avvale di una sonda di livello per monitorare da remoto il riempimento degli acquari e garantire il benessere dei pesci, misurando il livello e la temperatura dell’acqua in cui vivono.

Monitoraggio e controllo dei livelli d'acqua in un allevamento ittico

Nell’allevamento ittico Villitaimen Osuuskunta crescono trote, temoli e diversi tipi di pesce bianco. I pesci crescono in azienda fino a quando, dopo due o quattro anni, vengono venduti alle centrali idroelettriche. Queste, infatti, se da un lato rappresentano uno strumento importante per la decarbonizzazione energetica, producendo elettricità a zero emissioni, dall’altro hanno un impatto ambientale considerevole, soprattutto sugli habitat acquatici, poiché le turbine degli impianti ostacolano la migrazione dei pesci all’interno del sistema fluviale. Per questo motivo comprano il pesce, con l’obiettivo di reimmetterlo nel fiume per ripopolarlo.

L’intero approvvigionamento idrico dell’allevamento ittico è garantito dalla pressione idrostatica, in quanto l’azienda non utilizza pompe per l’acqua. La scelta di non utilizzare pompe deriva principalmente da motivi di sicurezza. In questo modo, l’allevamento non dipende dalla fornitura di energia elettrica e i pesci crescono in acqua dolce indipendentemente da potenziali interruzioni di corrente.

L’acqua in cui vengono allevati i pesci arriva dal fiume, è veicolata in un grande pozzo, il cui livello è regolato manualmente grazie a una diga. Da qui, fluisce liberamente in diversi acquari, fino a scorrere attraverso un impianto di filtrazione biologica e poi tornare di nuovo al fiume.

La quantità di acqua che può essere prelevata dai fiumi è regolamentata dalla legge. I proprietari dell’allevamento devono tenere conto, oltre che della quantità, anche della temperatura dell’acqua. Più è calda, meno sarà l’ossigeno che vi è contenuto. Quindi, all’aumentare della temperatura dovrà corrispondere anche un aumento dell’acqua che deve essere prelevata dal fiume affinché il pesce possa sopravvivere. Ed è fondamentale per l’azienda agricola e per i suoi quattro dipendenti garantire il benessere dei pesci che alleva. Come fare?

Monitoraggio e controllo dei livelli d’acqua con Keller

Gli allevatori hanno deciso di implementare una sonda di livello e di affidarsi alla misurazione per gestire in modo preciso ed efficiente la loro attività. Una sonda di livello PAA-36 X W Keller abbinata a un data logger GSM-2 è stata installata nel pozzo per misurare il livello dell’acqua e la temperatura. La sonda è stata progettata per poter misurare in modo accurato senza essere danneggiate dall’umidità e dall’acqua.

Il GSM-2 invia quotidianamente i dati relativi ai livelli di riempimento dei serbatoi a un computer situato nell’edificio principale dell’azienda. Questi dati forniscono informazioni sul flusso d’acqua e sulla quantità di ossigeno presente, consentendo agli allevatori di decidere quando aprire manualmente la diga e immettere nuova acqua.

I dati consentono anche di accorgersi di eventuali anomalie: capita a volte che i punti di ingresso agli acquari si ostruiscano causando l’abbassamento del livello dell’acqua. In tal caso il GSM-2 invia un allarme (via mail o SMS) al cellulare di un dipendente.

Poiché tutta l’attività dell’allevamento dipende esclusivamente dalla pressione idrostatica, una sonda di livello risulta essere la soluzione perfetta per  garantire che i processi procedano nel modo più fluido possibile.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

Focus prodotti dall'Azienda

KELLER ITALY S.R.L. produce nelle seguenti categorie