Mobilità sostenibile tra incentivi e sviluppi tecnologici

Entro il 2025 potrebbero circolare in Italia 9 milioni di veicoli alternativi. Il ministro Galletti conferma il finanziamento di quasi 40 progetti per mobilità sostenibile

Mobilità sostenibile tra incentivi e sviluppi tecnologici

Quello della mobilità sostenibile è un settore in crescita e dall’ottimo potenziale, come confermano i dati di uno studio appena pubblicato e le iniziative messe in campo dal Ministero dell’Ambiente.

Il Gruppo Energia di Assolombarda, che coinvolge 106 imprese e quasi 16mila dipendenti, ha presentato il Rapporto “Mobilità sostenibile: soluzioni energetiche, tecnologiche e opportunità di business”, con le stime di crescita del settore.
Secondo lo studio nel 2025 in Italia potrebbero circolare da 4 a 9 milioni di veicoli alternativi (fino al 27% del totale in Italia) e per quanto riguarda le nuove immatricolazioni, 1 su 4 farà parte di questa categoria, oggi il dato è di un’auto ogni 10.

Giovanni Milani, Presidente del Gruppo Energia di Assolombarda, presentando il Rapporto ha sottolineato il ruolo strategico del settore della mobilità alternativa, sia per la competitività delle imprese che per la salute delle persone e la salvaguardia dell’ambiente. Le imprese hanno a disposizione uno strumento per capire come sta evolvendo questo mercato e quali sono le opportunità business, considerando le diverse opzioni di alimentazione “pulite” per i propri mezzi, e gli sviluppi tecnologici, l’intermodalità, e la digitalizzazione verso un futuro sostenibile.

Nel nostro paese i trasporti consumano il 30% dell’energia e sono responsabili del 25% delle emissioni di CO2. Per quanto riguarda i carburanti alternativi a benzina e diesel, GPL e metano assicurano un ritorno economico per l’utilizzatore.
Nel rapporto si legge che le ibride elettriche stanno raggiungendo una maturità tecnologica, mentre la strada perché le auto totalmente elettriche, quindi 100% sostenibili, siano davvero competitive, è più lunga.
Le previsioni di Assolombarda ci dicono che al 2025, su circa 35 milioni di veicoli si stimano in circolazione da 3,6 a 5,8 milioni di GPL+ GNC (erano 3 milioni nel 2015) e da 0,7 a 3,4 milioni di veicoli ibridi ed elettrici (erano 90.000 nel 2015), con forte preponderanza delle ibride ricaricabili. I veicoli diesel e benzina continueranno a contare per una quota tra il 73% e l’87%, ancora alta ma in calo rispetto al 92% del 2015.

Per quanto riguarda il sostegno del Governo alla mobilità sostenibile il ministro dell’Ambiente Galletti ha confermato il finanziamento di tutti i progetti presentati nell’ambito del programma sperimentale per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro. Si tratta di 45 milioni di euro, che si aggiungono ai 35 stanziati in precedenza per coprire i primi 37 progetti, che andranno a co-finanziate proposte dei comuni che prevedono attività come il bike e car sharing, il bike e car pooling, il piedibus, i buoni mobilità, programmi di educazione alla sicurezza stradale e di riduzione del traffico e dell’inquinamento atmosferico.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Mobilità elettrica

Le ultime notizie sull’argomento