Advertisement

Progetto ‘Rewec 3’ per produrre energia dal moto ondoso

Civitavecchia è il porto pilota del progetto che ha l’obiettivo di aumentare l’utilizzo delle fonti rinnovabili nei porti

“Rewec3” è un progetto sviluppato dall’esperienza dell’Università di Reggio Calabria ‘Mediterranea’, con investimenti dell’Autorità portuale di Civitavecchia e dell’Unione europea, con l’obiettivo di attuare una tecnologia innovativa per lo sfruttamento delle energie del mare (onde, correnti e maree) e fa parte delle nuove opportunità per aumentare il ricorso alle fonti rinnovabili.
E il porto di Civitavecchia, precursore di tale strategia green, si è ritagliato un ruolo primario nell’intero panorama portuale nazionale. Nel dettaglio il Rewec3 prevede l’installazione di particolari cassoni in cemento nella darsena del porto e, con l’ausilio di turbine chiamate autorettificanti, sarà possibile produrre energia elettrica sfruttando il moto ondoso naturale del mare. L’obiettivo è quello di modificare il mix energetico utilizzato per le infrastrutture e introdurre nuovi sistemi -anche di trasporto- all’interno del porto, alimentati da fonti di energia rinnovabili. L’energia prodotta sarà messa in rete e distribuita all’utenza portuale.

“Per Civitavecchia – sottolinea Maurizio Ievolella, Segretario Generale dell’Autorità Portuale di Civitavecchia – il progetto Rewec3 è in fase sperimentale e dai primi monitoraggi sembra vi siano risultati straordinariamente positivi. Adesso si passerà alla produzione industriale delle turbine e alla realizzazione di questi cassoni particolari, per arrivare poi a un sistema industriale che fornirà definitivamente un grande supporto al consumo energetico del porto”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento