Progressi in efficienza energetica, siamo a un punto di svolta?

L‘International Energy Agency segnala che, dopo anni di lenti miglioramenti, nel 2022 l’ambizione dei governi in materia di efficienza energetica è cresciuta, in concomitanza con l’aumento dei prezzi dell’elettricità e dei carburanti. Nel 2022 l’economia globale ha utilizzato l’energia in modo più efficiente del 2% rispetto al 2021

Progressi in efficienza energetica, siamo a un punto di svolta? Il Rapporto di IEA

Secondo l’ultimo rapporto dell’International Energy AgencyEnergy Efficiency 2022” nell’anno in corso, dopo diversi anni di lenti progressi, c’è stata un’importante accelerazione nei Piani per l’efficienza energetica a livello globale, i governi e i consumatori hanno infatti aumentato l’attenzione verso misure di efficienza, anche in risposta all’aumento dei prezzi, e a volte alle difficoltà di approvvigionamento, di carburante ed energia. La crisi energetica globale, innescata dall’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, ha naturalmente aumentato le preoccupazioni sulla sicurezza energetica e sull’aumento dei prezzi dell’energia. “Nell’odierna crisi energetica, stiamo assistendo a segnali che indicano che l’efficienza energetica sta tornando ad essere una priorità, contribuisce ad affrontare le sfide dell’accessibilità energetica, della sicurezza energetica e del cambiamento climatico” – ha sottolineato il direttore dell’IEA Fatih Birol.

Nell’anno in corso gli investimenti globali in efficienza energetica – tra cui le ristrutturazioni degli edifici, i trasporti pubblici e le infrastrutture per le auto elettriche – hanno raggiunto i 560 miliardi di dollari, con un aumento del 16% rispetto al 2021.

Dai dati preliminari emerge che nel 2022 l’economia globale ha utilizzato l’energia in modo più efficiente del 2% rispetto al 2021, con una percentuale di miglioramento quasi quattro volte superiore a quella degli ultimi due anni caratterizzati dalla crisi legata alla pandemia e quasi doppia rispetto agli ultimi cinque anni. Proseguendo con questo trend, il 2022 potrebbe rappresentare un punto di svolta fondamentale per l’efficienza, che è una delle aree chiave per gli sforzi internazionali volti a raggiungere le zero emissioni entro il 2050. Per allinearsi a questo scenario, il Rapporto ricorda che i miglioramenti dell’efficienza devono essere in media del 4% all’anno in questo decennio.

Ci sono certamente dei segnali incoraggianti:

  • l’accelerazione dell’elettrificazione dei trasporti e del riscaldamento: un’auto su otto venduta a livello globale è oggi elettrica;
  • l’aumento da record delle vendite di pompe di calore (quasi 3 milioni di pompe di calore saranno vendute nel 2022 solo in Europa – rispetto a 1,5 milioni nel 2019);
  • nelle economie emergenti e in via di sviluppo si stanno rafforzando le normative edilizie esistenti e se ne stanno introducendo di nuove;
  • la maggior attenzione dei consumatori finali;
  • i piani e gli investimenti dei Governi a sostegno dell’efficienza energetica: tra questi, l’Inflation Reduction Act negli Stati Uniti, il piano REPowerEU dell’Unione Europea e il programma Green Transformation (GX) del Giappone

Grazie alle azioni di efficienza energetica attuate a partire dal 2000, nel 2022 le bollette energetiche complessive nei Paesi dell’AIE saranno inferiori di 680 miliardi di dollari, pari a circa il 15% della spesa energetica totale di quest’anno, e gli investimenti effettuati in passato per l’isolamento degli edifici e l’efficienza delle autovetture permetteranno ai consumatori di risparmiare migliaia di dollari ogni anno.

L’AIE ha annunciato che l’ottava Conferenza globale annuale sull’efficienza energetica si terrà dal 6 all’8 giugno 2023 a Parigi. Si tratta di un appuntamento importante in cui ministri, amministratori delegati e altri leader di alto livello provenienti da tutto il mondo potranno confrontarsi sugli ultimi sviluppi nel campo dell’efficienza energetica, definendo le priorità di azione.

La 7a Conferenza globale, tenutasi nel giugno 2022 in Danimarca, ha riunito oltre 400 personalità di spicco, tra cui ministri e alti funzionari di 26 Paesi.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Efficienza energetica

Le ultime notizie sull’argomento