Un nuovo edificio colorato e sostenibile

Milano cresce e si trasforma con interventi di design e ad alta efficienza energetica, che sempre più spesso interessano le periferie. Da un progetto di riqualificazione efficiente nasce il nuovo Superstudio Maxi, spazio aperto alla creatività, innovazione e cultura, con una facciata che è un’opera d’arte e pannelli fotovoltaici in copertura

Superstudio Maxi edificio colorato e sostenibile in via Famagosta a Milano

Indice degli argomenti:

Grazie a sinergie e collaborazioni trasversali tra istituzioni, aziende, associazioni e designer, in questi anni Milano è stata protagonista di una trasformazione radicale e sorprendente, tanto che negli ultimi anni il capoluogo meneghino è diventato meta di un crescente turismo non legato solo alla moda ma anche al piacere di scoprire le nuove architetture.

Si tratta di una metamorfosi che oltre al centro sta ora coinvolgendo anche le periferie in cui vengono realizzati progetti innovativi e ad alta efficienza energetica, capaci di rigenerare le zone spesso considerate marginali, rappresentando la creatività tutta italiana, nel pieno rispetto dell’ambiente.

Ne è un esempio Superstudio Maxi, che verrà inaugurato nell’aprile 2020 in occasione della design week, terza location realizzata da Superstudio Group, dopo Superstudio 13 realizzato negli anni 80, centro di studi fotografici, formazione e servizi per la moda e Superstudio Più nato nel 2000, centro per eventi mostre sfilate e grandi esposizioni, realizzati entrambi in zona Tortona, allora considerata periferica e oggi tra le principali arterie della città. Superstudio Maxi è un nuovo spazio dedicato a eventi, cultura, design, che verrà realizzato in via Moncucco/via Famagosta, dalla riqualificazione un immobile industriale degradato e in parte dismesso, nel rispetto del valore storico dell’edificio. Ospiterà eventi, attrività culturali, fiere e mostre aperte alla città, con l’obiettivo di portare cultura ed energie creative anche in periferia. Tra gli eventi in programma i “Passion Days”, week-end tematici aperti al pubblico e dedicati a vari argomenti sollecitati dai cittadini. 

La società familiare Superstudio Group è stata fondata dal 1980 da Flavio Lucchini e Gisella Borioli, giornalisti e creativi, insieme al giovane nipote Tommaso Stecchi Borioli, Ceo di Superstudio Events.

Il progetto Superstudio Maxi 

L’immobile che ospitava un’industria siderurgica, si sviluppa su una superficie di 7.200 m² con altezza 8 m. in un unico spazio a livello strada (divisibile),  oltre a un cortile di 2.800 m², per un totale di 10.000 m², con capienza di oltre 3.400 persone.

Interno Superstudio Maxi edificio colorato e sostenibile in via Famagosta a Milano

Il restauro sarà di tipo conservativo, per cui la forma e la volumetria rimarrano invariate mentre saranno del tutto ripensate la struttura e gli impianti, con particolare attenzione a rinnovabili ed efficienza energetica, a partire dagli oltre 2000 m² di pannelli solari installati in copertura che garantiranno energia elettrica 100% rinnovabile. L’illuminazione sarà con Led ad alta potenza.

Al primo piano verrà realizzata la Vision Room, una sala multifunzione di 200 m², dalla quale si potrà vedere lo spazio espositivo e che ospterà proiezioni, corsi, presentazioni, conferenze e laboratori.

La vision room di Superstudio Maxi edificio colorato e sostenibile in via Famagosta a Milano

 

La facciata interattiva

A caratterizzare il progetto la stessa facciata del perimetro esterno che diviene un’opera d’arte interattiva grazie a un enorme ledwall di 200 m², alto 11 metri che proietterà contenuti, video e dirette degli eventi che si svolgono all’interno.

La facciata esterna cambia continuamente grazie anche al rivestimento di pannelli prefabbricati che ricoprono l’architettura, su cui gli artisti sono invitati a lasciare una testimonianza, un messaggio, un disegno, secondo il concept pensato dall’art director-artista-fondatore di Superstudio Flavio Lucchini, autore della “murata” inaugurale. Un esempio di urban art in continua trasformazione che ospiterà anche installazioni temporanee.

Concept facciate Superstudio Maxi architettura in trasformazione

Flavio Lucchini, disegna il primo intervento sulle facciate

L’edifico è circondato da un grande polmone verde, il Parco La Spezia di 53.600 metri quadri, è inoltre prevista la realizzazione di un’area per servizi, un grande parcheggio pubblico da più di 200 posti e un parcheggio privato da 70 posti.

Nuovo hub creativo Superstudio Maxi in via Famagosta a Milano

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento