IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > E-mobility: come si sta rivoluzionando il panorama della mobilità

E-mobility: come si sta rivoluzionando il panorama della mobilità

Un’indagine sull’e-mobility e sui protagonisti della nuova mobilità sostenibile. Quali i vantaggi legati all’acquisto di una vettura elettrica

A cura di: Fabiana Valentini

E-mobility, come sta cambiando la mobilità

 

La salvaguardia dell’ambiente è una delle tematiche più dibattute di questo periodo: è fondamentale avere rispetto e cura della Terra per garantire un futuro migliore alle prossime generazioni. Per questo motivo sempre più settori si approcciano a una visione eco-friendly, un gesto concreto per l’uomo e per la natura. La Comunità Europea è costantemente attiva nello sviluppo di politiche ambientali come la strategia “Europa 2020”, che ha tra i suoi obiettivi la diminuzione delle emissioni di CO2 del 20%.

 

Anche il settore della mobilità fa passi in avanti verso lo sviluppo di tecnologie in grado di impattare il meno possibile sull’ambiente: è per questo motivo che sempre più spesso si sente parlare di e-mobility, altro importante tassello per un futuro più a misura d’uomo.

 

Con e-mobility si fa riferimento alla mobilità elettrica, ossia a mezzi di trasporto alimentati grazie all’uso di energia alternativa a basso impatto sull’ambiente. Questa rivoluzione green sta cambiando radicalmente il modo d’intendere la mobilità, soprattutto nelle città congestionate dal traffico e inquinate dalle emissioni nocive delle automobili. 

I vantaggi dell’e-mobility

Ma quali sono i vantaggi che derivano dall’acquisto di una vettura elettrica? L’uso di vetture alimentate con energia elettrica al posto dei combustibili fossili permette di ridurre la produzione di CO2, aiutando a mantenere l’aria delle città più salubre e pulita. Ai vantaggi di tipo ambientale si uniscono quelli economici: un’automobile elettrica presenta costi di gestione e manutenzione ridotti rispetto a un’automobile “convenzionale”, e inoltre è possibile ottenere detrazioni fiscali per la spesa d’acquisto e installazione delle colonnine di ricarica elettrica.

 

I vantaggi ambientali ed economici delle auto elettriche

Le vetture elettriche uniscono ai vantaggi ambientali quelli economici: le auto “intelligenti” sono performanti, hanno costi di gestione e manutenzione ridotti.

 

L’utilizzo di vetture intelligenti ha un impatto positivo nell’abbattimento dell’inquinamento acustico: l’incremento di auto elettriche contribuirà a migliorare le condizioni ambientali nelle città, con ripercussioni positive anche sul valore degli immobili.

Secondo Gianluca Cerboni, ingegnere e data analist in Homstate.it, prima agenzia immobiliare online, “nei centri urbani, grazie al miglioramento delle condizioni ambientali dovuto alle auto elettriche, la richiesta di abitazioni aumenterà e il valore degli immobili crescerà del 9%”.

La situazione nel mondo

La mobilità sostenibile è un tema importante nel mercato mondiale: tra il 2005 e il 2016 abbiamo assistito a un incremento in termini di stock di auto elettriche e ibridi del 94%, con il 72% per le nuove immatricolazioni. I dati dell’ultimo E-mobility Report realizzato dell'Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano parlano chiaro: nel 2016 sono state vendute ben 800 mila automobili elettriche, ben il 40% in più rispetto l’anno precedente.

 

Enel ha stilato un interessante rapporto sul tema dell’e-mobility Revolution, studiando in maniera ravvicinata la panoramica mondiale e italiana sul tema. Dal rapporto emerge che a livello europeo e mondiale Paesi come Francia, Germania, Norvegia, Stati Uniti e Cina hanno adottato un sistema coerente di sviluppo per accompagnare i cittadini verso la mobilità elettrica, definendo delle strategie e degli obiettivi a medio-lungo termine.

 

Rapporto di Enel E-Mobility Revolution Il rapporto di Enel E-Mobility Revolution racconta la panoramica attuale in Italia e nel mondo sul tema della mobilità sostenibile.

 

La Germania si è posta l’obiettivo di un milione di auto elettriche circolanti entro il 2020 (ad oggi pari a 73.000), Francia e Regno Unito puntano ad avere tutte le nuove auto immatricolate a basse emissioni a partire dal 2040, mentre l’India ha l’ambizione di decarbonizzare l’intero parco auto nazionale entro il 2030 (fonte: E-mobility Revolution, Enel).

 

C’è aria di cambiamento: l’E-mobility Report fa vedere come molti Paesi investono in questo mercato, prima fra tutti la Cina, con 225.000 auto elettriche vendute, con una crescita del 118% rispetto i primi trimestri del 2015. Seguono gli Stati Uniti con 109.000 unità e l’Europa con una media di 151.000 unità. Chi punta sull’e-mobility è sicuramente l’Olanda: 1 veicolo europeo su 4 viene acquistato in questo territorio, mentre il secondo posto spetta alla Norvegia con una quota di mercato del 18%. 

Le auto green più vendute al mondo

È chiaro che vi è un forte e crescente interesse verso il settore della mobilità intelligente, una scelta eco-sostenibile rispettosa verso l’ambiente. Ma quali sono le automobili più vendute e amate? Nel 2017 la Nissal Leaf ha conquistato il mercato, seguita dalla Tesla Model S.

 

La Nissan Leaf è l'auto elettrica più venduta nel 2017

Tra le auto più vendute spicca la Nissan Leaf e seconda la Tesla S.

 

Anche i cinesi non si lasciano sfuggire le opportunità del settore: la BYD Auto si è ritagliata un ruolo di rilievo nelle vendite mondiali, occupando il 10%  del mercato. 

La situazione in Italia

Il panorama italiano è ben diverso: secondo il Report aggiornato al 2017, l’Italia occupa solo l’1% di questo mercato con 2.560 auto elettriche vendute. Ma a cosa si deve questa discrepanza rispetto il resto d’Europa? In generale la mancanza d’incentivi economici fa sì che le persone non investano in un automobile elettrica.

 

Dallo studio dei dati riportati nell’indagine E-mobility è possibile mettere a confronto tra loro le politiche d’incentivazione europee. La Germania, per esempio, offre un incentivo di 4000 euro per i veicoli BEV (Battery Electric Vehicle) e di 3000 euro per i PHEV (Plugin Hybrid Electric Veichle) per le automobili prodotte da case tedesche o straniere fino a 60.000 euro. La Norvegia si dimostra molto oculata in tema di ecologia: i veicoli elettrici sono, infatti, esenti da tasse di acquisto. Al contrario in Italia vi sono sconti al momento dell’acquisto della vettura: la nuova automobile sarà esente dal bollo per un periodo di 5 anni dalla data di immatricolazione.

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
29/01/2018

I veicoli elettrici pronti a conquistare il mercato delle auto

Dopo il 2025 aumenteranno in maniera molto forte le vendite dei veicoli elettrici, in particolare quelli a batteria a causa del miglioramento della tecnologia e della diminuzione dei prezzi.   Lo Studio "Electric Car Tipping Point" realizzato ...

18/01/2018

Trasformare il trasporto grazie alle tecnologie rinnovabili

Il futuro verso la mobilità elettrica e sostenibile non è forse così lontano. Aumenta la competitività dei costi rispetto alle auto tradizionali, diminuiscono i tempi di ricarica     Il settore dei trasporti è ...

10/11/2017

Nuovo target UE per le emissioni di CO2 delle auto

La Commissione Europea ha fatto una proposta per accelerare la transizione ai veicoli a basse e a zero emissioni CO2 Sia per le autovetture che per i veicoli leggeri nuovi, nel 2030 le emissioni medie di CO2 dovranno essere inferiori del 30% ...

08/11/2017

La urban car elettrica, bella e sostenibile

 ZD2 è la nuova auto elettrica da città che combatte lo smog e unisce design e massimo comfort a un’autonomia di 180 km       Da novembre 2017 è in vendita, per il momento nelle città di Roma, Milano, ...

30/10/2017

Mobilità sostenibile tra incentivi e sviluppi tecnologici

Entro il 2025 potrebbero circolare in Italia 9 milioni di veicoli alternativi. Il ministro Galletti conferma il finanziamento di quasi 40 progetti per mobilità sostenibile     Quello della mobilità sostenibile è un settore ...

17/10/2017

Dal Mise più di 35 milioni di euro per la mobilità sostenibile

Firmato dal Ministro per l’Ambiente Gian Luca Galletti un decreto che suddivide 35 milioni di euro stanziati per il Programma sperimentale nazionale di mobilità casa-scuola e casa-lavoro     Il decreto firmato dal ministro ...

27/09/2017

L’auto elettrica che interagisce con l’ecosistema

Dalla collaborazione fra Philips Lighting e Renault nasce SYMBIOZ, auto elettrica autonoma e connessa       E’ stata presentata al Motor Show 2017 di Francoforte SYMBIOZ di Renault, realizzata da una collaborazione tra i lighting ...

22/09/2017

4mila euro di incentivi per l'acquisto di auto elettriche in Alto Adige

La Giunta provinciale di Bolzano ha approvato i criteri per la concessione di contributi per l'acquisto di auto elettriche     In questi giorni il tema dell'impatto devastante sulla salute causato dai motori diesel ha trovato spazio sugli ...