Advertisement



Camini senza canna fumaria: come e perché sceglierli?

Il futuro del settore immobiliare è il risparmio energetico. Le abitazioni di nuova generazione dovranno essere sempre più in grado di preservare il calore, richiedendo meno impegno per riscaldarle. I camini senza canna fumaria rappresentano una valida alternativa anche per chi non può installare i tradizionali caminetti a legna. Sono soluzioni di design ecosostenibile che portano in ogni ambiente la magia del focolare, senza dover rinunciare alla bellezza e alla funzionalità, con una installazione semplice e rapida.

A cura di:

Camino senza canna fumaria

Indice degli argomenti:

Ecosostenibilità e risparmio energetico: due parole chiave che negli ultimi anni stanno dettando le regole del nuovo costruire e del vivere green.

Il comfort abitativo in primis è l’obiettivo principale per tutti coloro che abitano in una casa di proprietà o che cercano una nuova casa che rispecchi il proprio stile di vita e i propri valori, sia in città che fuori, vivendo gli spazi in completa armonia e serenità, e assecondando ogni stile di vita.

Gli italiani oggi cercano case energeticamente efficienti in quanto a isolamento termico e riscaldamento. Le abitazioni di nuova generazione dovranno essere sempre più in grado di preservare il calore, richiedendo meno impegno per riscaldarle.
Ottimizzare il calore, riducendo al minimo i costi di installazione e di manutenzione diventa quindi una soluzione intelligente e veloce da adottare se si vuole raggiungere la migliore efficienza energetica a tutela della propria famiglia e dell’intero Pianeta.

Tra i tanti interventi da apportare all’interno di una casa, l’installazione di un camino senza canna fumaria è una soluzione veloce e molto apprezzata poiché funzionale per essere inserita all’interno di ogni abitazione. La tecnologia insieme all’aspetto estetico hanno permesso di realizzare caminetti realmente performanti, con elevate potenze, ma con bassi consumi energetici in grado di soddisfare ogni tipologia di esigenza e superficie da riscaldare e senza eventuali permessi e certificazioni richieste per i classici sistemi a legna o pellet.

La norma che rappresenta il settore è la UNI EN 16647, che sostituisce la norma nazionale UNI 11518 (non più in vigore); la norma tratta esclusivamente degli apparecchi decorativi con potenza inferiore a 4,5 kW e ne descrive i requisiti di sicurezza. Al momento non è cogente, anche se la UE ha manifestato un forte interesse per questa tipologia di apparecchi; infatti la norma CEN verrà rivista quanto prima per soddisfare le richieste della Unione Europea.

“I requisiti di sicurezza di questi apparecchi sono descritti nella norma europea EN 16647; tuttavia la loro installazione non è regolata da una vera e propria legge e sono quindi venduti come privi di installazione professionale – conferma l’ingegner Dario Molinari, Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente – CTI. Essendo classificati puramente come apparecchi decorativi, devono rispettare solo le precauzioni normalmente utilizzate per altre tipologie provviste di fiamma libera, come la distanza da materiali combustibili, il tenere lontani questi apparecchi dalla portata dei bambini e altre indicazioni soprattutto per il riempimento del serbatoio di combustibile (operazione che potrebbe essere rischiosa nel caso venga eseguita senza seguire le regole fornite dal fabbricante dell’apparecchio).
Per fare chiarezza e rispondere alle numerose domande che riceviamo ogni giorno, una nota importante da precisare – continua l’ing. Molinari – è quella che nessuno dei seguenti apparecchi può accedere al Conto Termico”.

Caminetti senza canna fumaria a bioetanolo ed elettrici ad acqua

Principalmente si dividono in camini a bioetanolo, elettrici e a gas catalitici. Il primo funzionante con alcool (bioetanolo appunto) e senza nessuna necessità di gas o rete elettrica; il secondo necessita solo di un collegamento alla rete elettrica, e infine il terzo che grazie a un sistema di catalizzatori trasforma i gas combusti in vapore acqueo e anidride carbonica.

Il camino senza canna fumaria a bioetanolo ed elettrico ad acqua rappresenta un sistema di ultima generazione, completamente green: “Se i primi impiegano un particolare combustibile di origine vegetale che non inquina durante la combustione, emettendo solo anidride carbonica e vapore acqueo, i secondi, grazie a una sofisticata tecnologia a ultrasuoni, riproducono in modo quasi realistico la legna che arde in un rimando continuo di luci colorate e vapore acqueo“, Alessandro Gatti, AD maisonFire.

Nel complesso, i camini senza canna fumaria rappresentano una valida alternativa anche per chi non può installare i tradizionali caminetti a legna. Sono soluzioni di design ecosostenibile che portano in ogni ambiente la magia del focolare, senza dover rinunciare alla bellezza e alla funzionalità, con una installazione semplice e rapida.

Possono essere posizionati a contatto con qualsiasi superfice, anche al centro della stanza poiché appunto non necessitano di canna fumaria o vari altri allacciamenti che in qualche modo potrebbero limitarne il posizionamento.

Oltre a riscaldare (occorre fare attenzione però alla dimensione della stanza in cui viene inserito), il camino senza canna fumaria diventa un vero e proprio elemento di arredo, disponibile in diverse colorazioni e finiture per infinite combinazioni di stile.

Negli ultimi anni sta crescendo il settore dei caminetti elettrici, molto diffusi nel mercato britannico e statunitense, ma ancora poco conosciuti invece in Italia e nel resto dell’Europa.

Rispetto alla prima generazione di camini elettrici, che utilizzavano pezzi di stoffa mossi da una ventola, oggi l’effetto fiamma è notevolmente migliorato con lo sviluppo di camini elettrici a vapore acqueoche impiegano una sofisticata tecnologia brevettata a ultrasuoni in grado di riprodurre in modo estremamente realistico l’effetto della legna che arde, grazie a un gioco di luci led colorate e vapore.

La nebulizzazione in particolare ricrea un effetto fumo unico nel suo genere che, accompagnato dall’effetto sonoro del crepitio del focolare, dà l’impressione di un fuoco “vivo”.

La qualità di fiamma nel camino senza canna fumaria è notevole e la maggior comodità di gestione viene assicurata dai camini elettrici a Led.

I camini a Led rappresentano i prodotti più pratici, considerando che si installano molto velocemente e non richiedono serbatoio da riempire, in questo campo con fiamme talvolta talmente realistiche, che sono difficili da distinguere da un vero camino a legna, anche se manca l’effetto fumo tipico delle versioni ad acqua.

A differenza dei camini ad acqua, che vanno alimentati preferibilmente con acqua demineralizzata per prevenire eventuali danni causati da un eccesso di calcare, il camino senza canna fumaria a Led non ha componenti di usura e non ha bisogno di essere riempito con alcuna sostanza. Basta veramente una semplice presa elettrica per farlo  funzionare.

I camini elettrici offrono anche notevoli vantaggi rispetto ad altri camini, come ad esempio: non bisogna rispettare distanze di sicurezza da materiali infiammabili; nessun pericolo per bambini; possibilità di attivazione del solo effetto fuoco senza calore; la funzione del riscaldamento è attivabile a parte; totale assenza di odori; nessuna combustione reale.

Inoltre, non c’è consumo di ossigeno in ambiente. L’installazione consiste semplicemente nell’attaccare il cavo alla presa di corrente. Possibilità di accensione anche per periodi brevi o alcuni minuti e in ambienti dove non serve calore. I costi di gestione sono bassissimi (consumi di ca. 20-30 Watt all’ora se non si attiva la funzione riscaldamento).

Camino senza canna fumaria, spazio riscaldato e costi

I biocamini e gli elettrici ad acqua dotati riscaldano circa 30 mq, sono quindi molto utili e pratici per scaldare piccoli ambienti.

Gli elettrici ad acqua sono economici nel riscaldamento, contrariamente a quanto si possa pensare (0,36 euro all’ora circa, il costo di 2 kw). Il bioetanolo invece ha un costo maggiore, per via del combustibile di origine vegetale; è un prodotto più decorativo, che produce fiamma vera e lo si accende quando ci si siede davanti al fuoco per goderne l’atmosfera suggestiva”, spiega Alessandro Gatti, AD maisonFire.

Alcuni esempi di camini senza canna fumaria

Belli da accesi, ma anche da spenti, i nuovi modelli di camini senza canna fumaria sono soluzioni hi tech di ultima generazione, che riscaldano e fanno risparmiare. Disponibili in differenti tipologie e dimensioni, i caminetti senza canna fumaria godono di un ottimo rapporto qualità/prezzo e garantiscono il miglior comfort termico a fronte di bassi investimenti e poca manutenzione nel tempo.

Planika – Astro

Astro, camino senza canna fumaria di Planika
Planika – Astro

Astro è una novità sul mercato dei camini senza ventilazione, che è stata presentata nel 2020 da Planika. Astro è un camino elettrico e offre una visione realistica del fuoco con un’alta profondità. Il pannello di controllo intuitivo e l’interruttore a parete incluso consentono cambiamenti multidimensionali di colori, la loro saturazione e luminosità, in modo che ogni utente possa adattare il caminetto agli interni, alle preferenze e all’umore.

Ogni prodotto viene consegnato con ceppi di resina fatti a mano, decorazioni del focolare, nonché elementi di montaggio che ne consentono l’installazione in forma di camino mono, bifacciale e trilaterale. Astro può essere incassato nel muro, appeso, ma anche appoggiato a terra.

Un dato interessante è che il caminetto ha una funzione di riscaldamento a due livelli, i prezzi variano a seconda della lunghezza del modello, ad esempio Astro 850 è disponibile a 1967,00 euro. 

Glammfire – Thales 

Thales, camino senza canna fumaria di Glammfire
Glammfire – Thales

Thales di Glammfire nasce dal disegno di un cerchio che dà vita a un modello polivalente e orientabile di caminetto senza canna fumaria che scopre la bellezza della visione integrale della fiamma. La possibilità di far girare le due componenti principali apre la via alla contemplazione di una fiamma che inebria l’ambiente circostante, creando un’atmosfera ricca di calore ed energia.

Il caminetto a bioetanolo è realizzato in acciaio al carbonio e disponibile nelle finiture acciaio al carbonio laccato  esterno laccato nero e interno dorato (optional).

Dimensioni 2500-2700 h x 1100 mm, peso 235 kg. Accessori disponibili con vetro tubolare termoresistente (incluso). Il serbatoio ha capacità 10 litri con potenza di 2-4 Kw (autonomia di 15-25 ore). Prezzo a partire da 17.500,00 euro + IVA. Distributori per l’Italia Mont-Export.

maisonFire – Alisa

Alisa, caminetto senza canna fumaria di maisonFire
maisonFire – Alisa

Alisa è il caminetto elettrico a led di ultima generazione della linea Silver di maisonFire. È disponibile in 3 larghezze differenti, 87, 120 o 160 cm, mentre la visione della fiamma può essere frontale, angolare oppure trifacciale. Il focolare può essere impreziosito esteticamente con ciottoli di vetro, con legna ceramica, cortecce o carboni.

La funzione riscaldamento è attivabile con un tasto del telecomando ed è possibile programmarne l’accensione nell’arco dell’intera settimana, per rientrare a casa nelle fredde giornate invernali e trovare il camino con il suo piacevole tepore ad accoglierci. Tutto nella più completa sicurezza.

Il telecomando consente inoltre di impostare la colorazione del letto braci (tra arancione e blu), permette di illuminare la legna o lasciarla in penombra e di regolare la fiamma in 4 diverse altezze. Il vetro che incornicia Alisa ha un design minimal e presenta profili metallici molto sottili.

Prezzo a partire da 2.600 euro (iva inclusa).

British Fires – Camini elettrici E1030GF Ultra HD

Camini elettrici E1030GF Ultra HD di British Fires
British Fires – Camini elettrici E1030GF Ultra HD

Tra i modelli di ultima generazione, i camini elettrici E1030GF Ultra HD di British Fires stupiscono per l’effetto realistico della fiamma e della legna in fibraceramica. Il controllo avviene tramite un APP grazie alla quale si possono attivare o disattivare le varie funzioni del camino come: effetto fiamma, ventilazione dell’aria calda, impostazione della temperatura e cronotermostato.

La potenza di riscaldamento è di 2Kw, sufficiente per scaldare ambienti medio piccoli. L’immagine della fiamma viene generata con luci LED che garantiscono più di 50.000 ore di funzionamento.

Il vetro sfrutta la tecnologia SCHOTT CONTURAN® MAGIC che diminuisce la riflessione ottica del 90% rendendolo praticamente invisibile. Grazie a un sistema di ventilazione che può arrivare a scaldare ambienti fino a 25 mq si avrà fin da subito la sensazione di un piacevole tepore in tutta la stanza. Possibile anche scegliere di avviare solo l’effetto fiamma, senza diffusione del calore. Per l’installazione non occorre alcuna canna fumaria, non producono fumo o cenere e necessitano solo di una presa elettrica. Il camino disponibile nelle misure 80, 100, 150 e 180cm di lunghezza.

ECOSMART – Flex Fireplace

Flex Fireplace, camino senza canna fumaria di ECOSMART
ECOSMART – Flex Fireplace

La collezione Flex Fireplace di EcoSmart offre una flessibilità di progettazione e una libertà di installazione senza limiti per interior designer, architetti, costruttori, paesaggisti e anche per gli stessi proprietari di case. La serie Flex Fireplace assicura un piacevole comfort interno con il massimo della sicurezza e della salute per chi vive gli spazi.

L’azienda dispone di numerosi modelli, tutti caratterizzati da particolari proprietà come ad esempio quello di essere senza sfiato, senza fumo e fuliggine e alimentati da bioetanolo, una fonte di energia rinnovabile. La collezione Flex Fireplace include anche apparecchi che possono essere installati in esterno. Nella foto, modello Ghost per ambienti interni.

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento



Le ultime notizie sull’argomento