IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Costruire naturale, il ruolo della paglia

Costruire naturale, il ruolo della paglia

La paglia è un materiale naturale e performante, che permette di costruire edifici salubri e resistenti. Costruire una casa in paglia, inoltre, è una scelta favorevole per l’ambiente. La materia prima è facilmente reperibile, riciclabile al termine della vita dell’edificio e permette di realizzare costruzioni dal basso consumo energetico.

A cura di: Arch. Gaia Mussi

Costruire con la paglia: una scelta naturale e sostenibile

 

Costruire con materiali naturali è una scelta che offre benefici sia per l’ambiente che per la salubrità degli abitanti dell’edificio. Le tecniche costruttive che prevedono l’utilizzo di terra, paglia e legno hanno radici antiche nella storia delle costruzioni e ancora oggi in molti paesi i materiali locali sono la principale risorsa per realizzare diverse tipologie di edifici. Tra questi, la paglia è una materia prima facile da reperire e con diverse ottime proprietà

L’origine delle costruzioni in paglia

Le prime case in paglia sono state realizzate negli Stati Uniti a metà Ottocento, precisamente quando un gruppo di coloni americani, grazie all’uso della macchina imballatrice, utilizzò la paglia per un costruire degli edifici. Queste prime costruzioni sorsero in Nebraska, un territorio in cui era scarsa la disponibilità di reperire atri materiali da costruzione. È necessario aspettare alcuni decenni per la prima casa in paglia europea, realizzata in Francia nel 1912. Con il passare del tempo la tecnica costruttiva venne migliorata e affinata.

 

Costruire case in paglia, una scelta sostenibile

 

Le case in paglia sono anche una soluzione ideale per i cantieri in autocostruzione, in cui spesso si sceglie una soluzione strutturale mista, con una struttura in legno di sostegno e un tamponamento in paglia. Oggi, in Italia, le case in paglia sono ancora una minoranza e nel 2010 è nata un’associazione – Edilpaglia – con lo scopo di diffondere le tecniche costruttive a base di balle di paglia.

 

Le proprietà della paglia

Contrariamente a quanto si possa pensare, gli edifici costruiti con la paglia sono duraturi e caratterizzati da ottime prestazioni. Le balle di paglia permettono la realizzazione di edifici flessibili e leggeri. La resistenza meccanica della paglia permette di sostenere anche 15 tonnellate al metro quadro e ha un ottimo comportamento antisismico. La paglia, inoltre, ha un elevato potere isolante che permette di realizzare con un solo materiale sia la struttura che l’isolamento necessario all’edificio. La parete è molto spessa, generalmente non inferiore ai 50 cm, il che permette di raggiungere anche un buon comportamento acustico, grazie alle caratteristiche fonoassorbenti della paglia.

 

Edifici in materiali naturali come la paglia

 

Il benessere dell’edificio, inoltre, è garantito dalla traspirabilità del materiale, in modo da prevenire la formazione di muffa dovuta a umidità e vapore acqueo. Per questo è opportuno che anche gli intonaci e gli eventuali rivestimenti garantiscano la traspirazione della parete.

 

Per evitare che la paglia sia soggetta a deterioramento, data la sua natura, è importante che l’edificio venga realizzato con una copertura sporgente e un basamento adeguato a proteggere la parete dall’acqua e dall’umidità.

 

Per quanto riguarda la resistenza al fuoco, la paglia compressa brucia molto più difficilmente della paglia in altre condizioni, in quanto è a contatto con poco ossigeno. La paglia è un materiale naturale e sostenibile, facilmente reperibile e a costi contenuti, che offre anche il vantaggio di una costruzione abbastanza veloce. Infine, va specificato che la paglia utilizzata per la costruzione non provoca allergia, perché non viene trattata nella fase di imballaggio.

 

Come costruire un edificio con la paglia

Costruire un edificio in paglia è un’operazione che, grazie alla velocità con cui si possono predisporre le balle di fieno, non richiede molto tempo. Diversamente da quanto venne fatto in origine, la tecnica più diffusa prevede la realizzazione di una struttura in legno, che collabora con le pareti in balle di paglia pressata. Le superfici sono poi rivestite con un intonaco, preferibilmente a base di calce o terra. L’intonaco in terra cruda, viene realizzato con spessore di alcuni centimetri: la paglia isola e la terra garantisce l’inerzia termica. In merito agli impianti, invece, è possibile predisporre delle contro pareti o lasciarli a vista.

 

edificio realizzato in paglia

Img by NICOLA PRETI ARCHITETTO

 

Negli edifici realizzati in paglia è possibile posare pavimentazioni tradizionali e fissare oggetti e/o mensole alla parete. Come visto, i benefici della paglia sono molti, mentre tra gli eventuali svantaggi, il principale riguarda probabilmente i limiti nella libertà compositiva. Le strutture in balle di paglia, vincolano il progetto ad un edificio di altezza ridotta e dimensioni contenute, non sempre idoneo al contesto urbano.

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
14/11/2019

A Praga il grattacielo più alto della città ispirato ai cambiamenti climatici

Soprannominato TOP TOWER, il progetto di grattacielo dalla visione apocalittica sui cambiamenti climatici ha suscitato non poche polemiche per il suo forte impatto visivo: l’edificio incorpora una grande nave alla deriva durante un ...

13/11/2019

A ZHA il progetto dell’hub ferroviario di Tallin

Il progetto del nuovo terminal di Ülemiste in Estonia verrà realizzato dallo studio londinese di Zaha Hadid Architects. Sarà il punto di partenza della linea Rail Baltic, la ferrovia di 870 chilometri che unirà la capitale estone al ...

12/11/2019

Svezia: il primo museo della scienza a emissioni zero alimentato da energia a pedale

Visitare il museo e pedalare per alimentarlo. La città universitaria di Lund, in Svezia, ospiterà il primo museo della scienza alimentato esclusivamente dall’energia solare e dall’energia cinetica prodotta dalle pedalate delle ...

08/11/2019

Seconda certificazione Leed Platinum per il grattacielo Intesa Sanpaolo

Dopo aver ottenuto nel 2015 la certificazione Leed Platinum, il grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino è il primo in Europa ad aver ricevuto la seconda certificazione LEED Platinum per la categoria ‘gestione sostenibile ...

07/11/2019

Benessere e comfort avvolti nel legno

Una casa sull'albero realizzata secondo i criteri della bioedilizia che invita a vivere a contatto con la natura protetti dai rami di un meraviglioso Nussbaum. A breve sul tetto sarà installato un impianto fotovoltaico con sistema di ...

06/11/2019

Tecla, la casa sostenibile in 3d di Mario Cucinella

È il modello innovativo di habitat eco-sostenibile in stampa tridimensionale frutto della collaborazione dello studio bolognese e Wasp. Si basa sulla circolarità del processo costruttivo con materiali riutilizzabili e riciclabili. Alla ...

29/10/2019

In Costa Rica realizzata una casa con impronta zero di carbonio

Lungo la costa meridionale della Costa Rica, in un clima torrido e umido, sorge lo straordinario edificio caratterizzato da controllo passivo del clima grazie alla ventilazione naturale e sistema frangisole.   a cura di Tommaso ...

23/10/2019

Una nuova sede green ed ecosostenibile per Alperia

La nuova sede del Gruppo Alperia rappresenta un tassello importante in un più ampio progetto, replicabile in tutta la penisola, di trasformazione di Merano nella “città del futuro”, con un centro urbano ...