Nel 2018 emissioni di CO2 in crescita dello 0,5%

Allarme IEA: Le emissioni di carbonio delle economie avanzate aumenteranno nel 2018 di circa lo 0,5% per la prima volta in cinque anni, invertendo la tendenza al ribasso

IEA: Nel 2018 emissioni di CO2 in crescita dello 0,5%

Secondo l’Agenzia Internazionale per l’Energia, sulla base degli ultimi dati energetici disponibili, le emissioni di CO2 legate all’energia in Nord America, nell’Unione Europea e in altre economie avanzate dell’Asia-Pacifico quest’anno sono aumentate, considerando che la crescita dell’uso di petrolio e gas ha più che compensato il calo del consumo di carbone.

Di conseguenza, l‘AIE prevede che le emissioni di CO2 in queste economie aumenteranno di circa lo 0,5% nel 2018.

Nell’ultimo quinquennio le emissioni di CO2 legate all’energia prodotte dalle economie avanzate sono diminuite di circa il 3%, quasi 400 milioni di tonnellate in meno, grazie soprattutto al costante calo del consumo di carbone, a causa della rapida crescita delle fonti di energia rinnovabile, della diffusione di tecnologie e apparecchi più efficienti e del passaggio dal carbone al gas, soprattutto negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

Ma nel 2018 sono aumentate a livello globale la domanda di petrolio e il consumo di gas, mentre continuano ad essere costruite un gran numero di nuove centrali a carbone.

Sebbene l’aumento delle emissioni sia inferiore all’aumento del 2,4% della crescita economica, è particolarmente preoccupante considerando gli sforzi globali necessari per rispettare l’accordo di Parigi. L’allarme viene lanciato nei giorni in cui i paesi sono riuniti alla conferenza sul clima COP24 di Katowice in Polonia per fare il punto sugli sforzi per limitare le emissioni e assicurare il raggiungimento degli obiettivi climatici.

L’AIE si aspetta inoltre che le economie emergenti emettano più CO2 rispetto all’anno scorso. I dati globali completi dell’AIE sull’energia e sulle emissioni di CO2 per il 2018 saranno pubblicati il prossimo marzo, ma tutte le indicazioni suggeriscono una crescita delle emissioni a livello globale, trainata dall’aumento del consumo energetico e da un’economia globale in espansione del 3,7%.

Fatih Birol, direttore esecutivo dell’IEA ha sottolineato che i dati dell’Agenzia mostrano che, nonostante la forte crescita del fotovoltaico e dell’eolico, le emissioni hanno ricominciato a crescere nelle economie avanzate, evidenziando la necessità di implementare tutte le tecnologie innovative per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica.

Secondo lo scenario di sviluppo sostenibile sciluppato dall’IEAE, che è in linea con gli obiettivi dell’accordo di Parigi e con la riduzione dell’inquinamento atmosferico e dell’accesso universale all’energia, le emissioni globali dovrebbero diminuire di oltre l’1% ogni anno fino al 2025.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento