Procedure per accedere agli incentivi rinnovabili non fotovoltaiche

Il GSE ha pubblicato sul proprio sito le procedure applicative del DM 23 giugno 2016 per l’incentiviazione della produzione di energia da FER elettriche diverse dal fotovoltaico

Sul sito del Gestore dei Servizi Energetici è on line il Documento con le Procedure Applicative che regolano le modalità e le fasi di accesso agli incentivi per la produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dal fotovoltaico, inclusi i solari termodinamici, come da Decreto Ministeriale del 23 giugno 2016.
Il documento, diviso in 4 capitoli, dopo un’introduzione generale, spiega le modalità per la partecipazione a Registri ed Aste. Sono poi dettagliate le procedure per la richiesta della tariffa incentivante, dopo l’entrata in esercizio degli impianti, con modalità di calcolo dell’energia incentivata e di erogazione degli incentivi. L’ultima parte è dedicata ai controlli realizzati dal GSE in attuazione del Decreto e del D.Lgs. 28/2011.
Il GSE ricorda che la domanda di accesso agli incentivi può essere presentata solo a seguito dell’entrata in esercizio dell’impianto e deve essere trasmessa esclusivamente per via telematica ramite l’apposito portale informatico FER-E.
Il documento contiene i regolamenti per l’iscrizione ai Registri, alle Procedure d’Asta e ai Registri per i rifacimenti. I relativi bandi saranno pubblicati dal GSE entro il il 20 agosto 2016, come previsto agli articoli 9 e 12 del Decreto.
Nel documento sono inoltre pubblicate le procedure per la richiesta di accesso agli incentivi, le modalità di calcolo e di erogazione degli incentivi, inclusi i criteri di riconoscimento dei premi e i principi dello svolgimento dei controlli e delle verifiche sugli impianti.
Il decreto stabilisce che siano incentivabili impianti nuovi, integralmente ricostruiti, riattivati, oggetto di intervento di potenziamento o di rifacimento, aventi potenza superiore a 1 kW, entrati in esercizio in data successiva al 31 dicembre 2012.
In particolare possono continuare a richiedere l’accesso agli incentivi, gli impianti entrati in esercizio tra il 31 maggio e il 29 giugno 2016 che abbiano presentato o presentino domanda di accesso diretto entro 30 giorni dalla data di entrata in esercizio; e gli impianti iscritti in posizione utile nelle graduatorie delle Procedure d’Asta e Registro svolte ai sensi del DM 6 luglio 2012, per i quali non siano decorsi i termini per l’entrata in esercizio.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Normativa

Le ultime notizie sull’argomento