Advertisement

Progetto europeo per la riqualificazione urbana sostenibile

REMOURBAN, modello di rigenerazione per accelerare la trasformazione in Europa verso le smart cities

Il progetto europeo Remourban, partito ufficialmente nell’aprile 2015 e finanziato per 5 anni dall’UE con una dotazione di 23,8 milioni di euro, ha l’obiettivo di sostenere la riqualificazione urbana in termini di consumi energetici, riduzione dell’inquinamento e incremento dei trasporti green.

Il progetto coivolge per il momento 5 città, con l’obiettivo di sviluppare delle strategie che possano essere applicate in tutta Europa a dimostrazione di come la sostenibilità possa essere integrata nella rigenerazione delle nostre città. In particolare a Valladolid in Spagna, Tepebasi/Eskisehir in Turchia l’obiettivo è ridurre del 50% i consumi energetici domestici e dell’80% le emissioni di CO2 associate, aumentare la quota di rinnovabili del 50% raggiungendo un utilizzo esclusivo di fonti rinnovabili per i consumi termici. A Nottingham nel Regno Unito, città all’avanguardia nel campo del trasporto sostenibile, gli interventi riguardano la spinta verso la scelta di veicoli elettrici e il miglioramento del trasporto pubblico con l’utilizzo anche di autobus elettrici, che consentiranno una riduzione nelle emissioni di carbonio pari circa al 40%. Sono previste anche misure per il risparmio energetico quali interventi per l’isolamento termico e l’illuminazione a LED.
Due ulteriori città, Seraing in Belgio e Miskolc in Ungheria, fungeranno da “città follower”.
La sperimentazione di soluzioni innovative nei settori dell’energia, dell’information and communication technology e della mobilità avverrà con un forte coinvolgimento di cittadini e stakeholder nel progettare le smart city del futuro.

Proprio in questi giorni si è svolto a Bruxelles un incontro tra i 22 partner europei di 7 differenti nazionalità che, ognuno per le proprie competenze, aiuteranno a garantire il raggiungimento di progresso sociale e sostenibilità ambientale per tutti i cittadini.
E’ stato tracciato un primo consuntivo sui risultati raggiunti nei comuni di Valladolid, Tepebasi e Nottingham. Tra i protagonisti anche Officinæ Verdi, energy efficiency group nato dalla joint venture tra UniCredit e WWF, Fondazione Cartif, le Università di Nottingham e Anadolu, le municipalità di Nottingham, Valladolid, Tepebasi, I gruppi Veolia e Acciona.
In tema di energia, la riduzione dei consumi sarà raggiunta attraverso interventi di riqualificazione energetica, installazione di sistemi di riscaldamento e raffrescamento ad energie rinnovabili, generazione distribuita, energy management avanzato grazie all’utilizzo di strumenti di monitoraggio e sistemi di Building energy management.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento