Advertisement

Rinnovabili: a Firenze la conferenza mondiale sulla geotermia

Lunedì 11 settembre si tiene il meeting mondiale dedicato alla promozione e sviluppo del settore della geotermia, dal grande potenziale ancora poco sfruttato

L'11 settembre a fFrenze si svolge la conferenza mondiale sulla geotermia

Firenze ospita l’11 settembre l’incontro della Global Geothermal Alliance (GGA- Alleanza per la Geotermia), cui parteciperanno più di 200 persone e i rappresentati più di 25 governi mondiali, per l’Italia saranno presenti il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il viceministro allo Sviluppo Economico Teresa Bellanova, il sindaco di Firenze Dario Nardella, che apriranno i lavori.

La conferenza mondiale “Lavorare insieme per promuovere l’energia geotermica verso un futuro di energia sostenibile”, ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo di questa fonte di energia dal grande potenziale, riuscendo a superare le barriere che ne hanno rallentato la diffusione, identificando i meccanismi indispensabili per la diminuzione del rischio negli investimenti geotermici, attraverso la realizzazione di opportuni quadri regolatori e normativi.

L’evento è organizzato dal governo italiano, dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dal ministero dello Sviluppo Economico e da quello dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, assieme ad IRENA, Agenzia internazionale per le energie rinnovabili.

Il ministro Galletti sottolinea che, coerentemente con gli obiettivi fissati dalla COP21 di Parigi, il Governo è impegnato, anche attraverso la Strategia Energetica Nazionale, a sostenere le energie rinnovabili e a investire in tecnologie sostenibili a emissioni zero, anche nel settore della geotermia. In questo senso è stato realizzato a Larderello, in Toscana, il primo impianto di produzione di energia geotermica. Enel il 12 settembre organizza una visita dei rappresentanti dell’Alleanza per la Geotermia nel sito.

Il direttore generale di IRENA Adnan Z. Amin riporta i dati globali della diffusione dell’energia geotermica, assolutamente sottoutilizzata rispetto alla potenzialità. “In questo momento possiamo sfruttare solo il 6% del potenziale geotermico accertato, per la produzione di energia e l’uso diretto in riscaldamento e raffreddamento”. Ci sono dunque incredibili margini di crescita in almeno 90 paesi che hanno a disposizione risorse e che potrebbero beneficiare di crescita economica e occupazionale.

L’energia geotermica attualmente rappresenta appena lo 0,3% di capacità installata nel mondo che utilizza le fonti rinnovabili. Una volta coperti i costi di avviamento, è però una fra le meno costose fonti energetiche da rinnovabili che esistano. Le stime più caute parlano di potenziale globale geotermico pari a un valore di circa 200GW.

Il Viceministro allo Sviluppo Economico, Teresa Bellanova sottolinea che la geotermia ha un ottimo potenziale di sviluppo in Italia, già primo Paese geotermoelettrico europeo e che si tratta di una risorsa che presenta molti vantaggi, a partire dalle caratteristiche di programmabilità e continua disponibilità nel tempo.

L’Alleanza Globale Geotermica (GGA) è nata nel 2015 alla Conferenza di Parigi sul Clima ed è formata da 42 paesi e 29 istituzioni, tra cui organizzazioni multilaterali, partner di sviluppo, organizzazioni internazionali e regionali, le istituzioni finanziarie internazionali e settore privato e ha l’obiettivo di assicurare una crescita del 500% a livello globale di capacità installata per la produzione di energia geotermica e un incremento del 200 per cento nel riscaldamento geotermico entro il 2030.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Geotermico

Le ultime notizie sull’argomento