Superbonus 110%, l’Agenzia delle Entrate pubblica la Guida

Pubblicata oggi sul sito dell’Agenzia delle Entrate la Guida Superbonus 110% con tutte le informazioni per usufruire dell’aliquota maggiorata, cedere la detrazione o utilizzare lo sconto in fattura. In attesa della circolare interpretativa e del provvedimento attuativo del Mise

Superbonus 110%, l'Agenzia delle Entrate pubblica la Guida

Come anticipato dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffin in audizione alla Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria, è stata pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate la guida sul Superbonus 110%. Come sappiamo è stato introdotto dal Decreto Rilancio per interventi di di efficienza energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, realizzati su parti comuni di edifici, su unità immobiliari indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno poste all’interno di edifici plurifamiliari e sulle singole unità immobiliari.

La detrazione si va ad aggiungere agli incentivi, confermati anche per il 2020, dalla Legge di Bilancio, dal 50 all’85% per interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica.

La Guida in 34 pagine chiarisce gli eventuali dubbi su come ottenere la detrazione del 110% per spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, da ripartire in 5 anni e sulla cumulabilità con altre agevolazioni. Inoltre spiega la le modalità e gli adempimenti necessari a carico dell’utente (in particolare visto di conformità e asservazione tecnica da parte di tecnici abilitati) per poter cedere il credito corrispondente alla detrazione spettante o richiedere al fornitore uno sconto immediato, possibilità valida sia per il superbonus 110%, che per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, recupero o restauro delle facciate, installazione di impianti solari fotovoltaici e colonnine per la ricarica dei veicoli.

Quali sono gli interventi ammessi

Sono considerati interventi trainanti:

  • isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro degli edifici, compresi quelli unifamiliari, con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio o dell’unità immobiliare con ingresso indipendente
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria
  • interventi antisismici di cui ai commi da 1-bis a 1-septies dell’articolo 16 del decreto-legge n. 63 del 2013 (cd. sismabonus).

Sono ammessi altri interventi “trainati” dai precedenti purché realizzati congiuntamente ad almeno uno di quelli trainanti: installazione di impianti fotovoltaici, sistemi di accumulo e infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Per tutti gli interventi la Guida indica i requisiti e ammontare complessivo delle spese. Non ci resta ora che aspettare la circolare interpretativa dell’Agenzia delle Entrate e il provvedimento attuativo del Mise.

L’Agenzia ha inoltre predisposto un’apposita sezione dedicata al Superbonus 110% nel proprio sito, in cui si troveranno le norme di riferimento ed i documenti di prassi man mano che verranno emanati.

Scarica la Guida al Superbonus 110%

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Incentivi e finanziamenti agevolati, Normativa

Le ultime notizie sull’argomento