Advertisement

Benessere e comfort avvolti nel legno

Una casa sull’albero realizzata secondo i criteri della bioedilizia che invita a vivere a contatto con la natura protetti dai rami di un meraviglioso Nussbaum. A breve sul tetto sarà installato un impianto fotovoltaico con sistema di accumulo

La Laugenlodge, casa sull'albero realizzata in bioedilizia dallo Studio Solarraum a San Pancrazio

Indice degli argomenti:

A San Pancrazio, piccolo borgo vicino a Merano in Val d’Ultimo, a oltre 700 m di altezza, Thomas Egger ha scelto di valorizzare un terreno di famiglia realizzando una casa sull’albero che rispetta la natura integrandosi con armonia nel contesto e regalando assoluto benessere a chi ha la fortuna di viverla.

Il progetto della casa sull’albero

Realizzata in bioedilizia dallo Studio Solarraum, la Laugenlodge è una casa vacanza che aiuta a liberarsi dalla frenesia assecondando il ritmo della natura, un regalo per tutti i sensi, con i profumi degli alberi e i “rumori” di animali e del ruscello adiacente e le mille tonalità di verde.

A fare da cornice un bellissimo Nussbaum l’albero di noce che ha più di un secolo intorno al quale è stata realizzata l’abitazione. L’albero abbraccia e protegge la struttura, offrendo riparo dal calore estivo e facendo filtrare la luce in inverno con il diradarsi delle foglie.

Il progettista Oscar Stuffer d’accordo con il committente ha deciso che il legno fosse l’unico protagonista del progetto, tanto da aver “rinunciato anche a costruire la soletta in calcestruzzo: in qualche modo avrebbe stonato con la naturalezza del legno della struttura sovrastante”.

Il pacchetto parete è dunque  formato da 20 cm di legno massiccio, 16 cm di fibra di legno, un’ intercapedine per la ventilazione naturale e altri 5 cm di legno. Per garantire controllo dell’umidità in alcune parti della parete è stato fatto un rivestimento con uno strato di argilla grezzo e non spatolato.

la terrazza della Laugenlodge realizzata in bioedilizia dallo Studio Solarraum a San Pancrazio

Realizzata su due piani per complessivi 73mq, la casa sull’albero offre massima comodità grazie anche ai diversi ambienti: un grande soggiorno con vetrate e balconata angolo cottura, una camera da letto e un bagno a piano terra, una seconda camera da letto con servizi al primo piano.

Bioedilizia ed economia circolare

L’attenzione alla sostenibilità e al rispetto per l’ambiente in questo progetto sono evidenti in ogni particolare, per esempio è stato utilizzato esclusivamente legno a chilometro zero che una volta essiccato è stato preassemblato e montato in cantiere in versione grezza per non nuocere in nessun modo alla naturalità del materiale.

Stessa attenzione anche per gli arredi, tutti naturali e realizzati per qaunto possibile in legno: un ramo funge da corrimano della scala, per gli armadi sono stati utilizzati assi di legno non trattati, il paiolo diventa un lavandino.

Interno della casa sull'albero realizzata in bioedilizia dallo Studio Solarraum a San Pancrazio

I consumi sono bassissimi considerando i 750 m di altitudine, pari a 45 kWh/m2 anno. Al momento per il riscaldamento è stata installata una stufa me verrà presto installato un impianto fotovoltaico da 10 kW, con sistema di accumulo.

Bioedilizia significa anche attenzione all’economia circolare: tutti gli scarti sono stati riutilizzati, per esempio per realizzare le maniglie e l’oggettistica domestica, nulla è stato eliminato.

In soli 6 mesi di lavoro la casa sull’albero è stata realizzata e consegnata.

Interno della casa sull'albero realizzata in bioedilizia dallo Studio Solarraum a San Pancrazio

img by Ivo Corrà

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento