Bonus idrico 2021: che cos’è e come funziona

Introdotto dalla Legge di Bilancio il Bonus idrico 2021 è un incentivo del valore di 1000 euro, pensato per favorire l’acquisto di rubinetteria e sanitari a risparmio idrico.

A cura di:

Bonus idrico 2021: che cos’è e come funziona

Indice degli argomenti:

Sostenibilità ambientale, riduzione degli sprechi, lotta all’inquinamento. Gli utenti sono sempre più attenti quando si parla di ambiente, soprattutto nel momento in cui la conversazione verte verso il tema delle risorse idriche, un bene prezioso che non deve essere sprecato.

La casa è il luogo in cui è possibile mettere in atto delle pratiche virtuose per contribuire alla riduzione dello spreco d’acqua: secondo un recente articolo di National Geographicsistemare i rubinetti che perdono può far risparmiare oltre 20.000 litri di acqua all’anno”. Numeri davvero importanti che ci fanno comprendere come sia fondamentale attuare delle scelte oculate per quanto riguarda la nostra abitazione: un esempio può essere quello di acquistare rubinetteria e sanitari a risparmio idrico.

Se desiderate fare una scelta più green e sostenibile arriva in vostro supporto la Legge di Bilancio 2021 e in particolare il Bonus idrico dedicato proprio a questo genere di acquisto.

Il Bonus è stato istituito dal Ministero dell’Ambiente che ha deciso di stanziare per il fondo una cifra pari a 20 milioni di euro e fa riferimento ai commi 61 a 65 dell’articolo 1 della Legge n. 178/2020.

Bonus idrico: che cos’è?

Come detto in precedenza, il Bonus idrico 2021 fa parte della Legge di Bilancio 2021 ed è un incentivo pensato per favorire l’acquisto di prodotti dedicati al risparmio di risorse idriche. Nel dettaglio, la Legge di Bilancio ha previsto lo stanziamento di un bonus del valore di 1.000 euro dedicato all’acquisto di rubinetteria e sanitari a risparmio idrico. L’agevolazione non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

Come riporta il sito dell’Agenzia delle Entrate, questo bonus economico è rivolto alle persone residenti in Italia che sostituiscono in edifici esistenti, parti di edifici o unità immobiliari i seguenti elementi:

  • sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto
  • rubinetteria, i soffioni e le colonne doccia con nuovi apparecchi a flusso d’acqua limitato

In particolari ricordiamo che ha diritto a questa agevolazione chi decide di sostenere delle spese relative a:

  • Fornitura (e posa in opera) dei vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.
  • Fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

Bonus idrico 2021: come possiamo usufruirne?

Le persone che desiderano usufruire di questo importante bonus per cambiare o acquistare sanitari e rubinetti che consentano di risparmiare acqua possono fare richiesta e beneficiarne entro il 31 dicembre 2021.

Al momento siamo in attesa di aggiornamento riguardo la procedura per poter accedere al bonus di 1.000 euro. Le modalità e i termini di erogazione del bonus è demandato a un decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, da emanarsi entro 60 giorni dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2021.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Acqua, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento