I consumi elettrici tornano ai livelli del 2019. Crescono le rinnovabili

Dopo i mesi di calo a causa dell’emergenza COVID-19, i consumi energetici a settembre tornano ai livelli del 2019. Bene le rinnovabili (in particolare eolico e idroelettrico) che coprono il 36% della domanda, in crescita rispetto al 33% dello scorso anno. Nei primi 9 mesi dell’anno le fonti rinnovabili hanno coperto il 40% della domanda elettrica. Il nuovo Rapporto di Terna

I consumi elettrici tornano ai livelli del 2019. Crescono le rinnovabili

Pubblicato da Terna il Rapporto mensile sul sistema elettrico dedicato a settembre 2020 che, dopo i 6 mesi di calo a causa dell’emergenza coronavirus, registra un valore in linea a quello del 2019.

La richiesta di energia elettrica infatti, pari a 26.550 GWh è uguale a quella di settembre 2019, si segnala che quest’anno c’è stato un giorno lavorativo in più e la temperatura media mensile è stata leggermente più alta, sia rispetto al 2019 che alla media decennale.

La domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per il 92,2% con produzione nazionale e per il 7,8% dal saldo dell’energia scambiata con l’estero.

A livello territoriale, la variazione tendenziale di settembre 2020 è stata negativa al Nord (-1,2%) e positiva sia al Centro (+1,2%) sia al Sud e nelle Isole (+1,6%).

A livello congiunturale, dopo 4 mesi consecutivi con una variazione positiva della richiesta di energia elettrica rispetto al mese precedente, a settembre non ci sono state variazioni rispetto ad agosto, risultato che porta il trend a un andamento stazionario. Nel complesso nel terzo trimestre, dopo il calo dei primi 6 mesi, si registra un aumento dell’11,8% rispetto al trimestre precedente.

Continua il trend negativo dei dati del 2020 su 2019, iniziato da marzo e proseguito anche nei mesi successivi e legato naturalmente al COVID-19. Complessivamente la domanda dei primi nove mesi del 2020 (225.154 GWh) è in calo dell’6,9% rispetto periodo gennaio-settembre del 2019.

Bilancio energetico e rinnovabili

A settembre la domanda di energia elettrica, pari a 26.550GWh è in linea con il dato del 2019; nel dettaglio si segnala l’aumento della produzione eolica (+16,3%), della produzione idroelettrica (+12,3%) e di quella fotovoltaica (+5,1%), in calo il saldo estero (-25,4%).
Le rinnovabili hanno coperto il 36% della domanda, grazie all’aumento la produzione eolica, idroelettrica e fotovoltaica, in calo il geotermico. Produzione termoelettrica in linea con il 2019.

Bilancio energetico tra termico e rinnovabili a settembre 2020

Le fonti rinnovabili hanno soddisfatto il 36% della richiesta di energia elettrica (+8,1% su 2019), quelle non rinnovabili il 56% e la restante quota dal saldo estero.

Nel 2020, la richiesta di energia elettrica di i 225.154 GWh ed è stata soddisfatta al 51% dalla produzione da Fonti Energetiche Non Rinnovabili (-9,4% su 2019), per il 40% da Fonti Energetiche Rinnovabili (+3,9%) e la restante quota dal saldo estero.

Composizione fabbisogno energetico tra rinnovabili e termico a settembre 2020

Dettaglio rinnovabili

A settembre la produzione nazionale da fonti rinnovabili è aumentata dell’+8,1%rispetto a un anno fa: bene l’eolico che dopo il +66% di agosto segna un +16,3%, l’idroelettrico con +11,9% e il fotovoltaico (+5,1%), -1,1% per la produzione geotermoelettrica.

A settembre la composizione di dettaglio della produzione da fonti energetiche rinnovabili fa registrare una variazione percentuale in flessione mom (-7,1%).

Nel 2020 la produzione energetica da fonti rinnovabili registra una crescita del 3,2% rispetto al 2019 , grazie soprattutto a fotovoltaico (+8,2%) e idrico rinnovabile (+3,9%).

Nel 2020 il 43,1% della produzione nazionale netta è stata da Fonti Energetiche Rinnovabili. A settembre la produzione da FER ha contribuito per il 38,8% alla produzione totale netta nazionale, in aumento rispetto allo stesso mese del 2019 (37%).

Terna: dettaglio produzione da rinnovabili a settembre 2020

Fotovoltaico

L’energia prodotta da fonte fotovoltaica a settembre, pari a 2.430GWh, è in calo rispetto al mese precedente di 507GWh (-17,30%); il dato progressivo annuo è in aumento del +8,2% rispetto all’anno precedente. Ad agosto  il fotovoltaico ha coperto il 9,1% della domanda.
Fotovoltaico: produzione e consistenza a settembre 2020

Eolico

L’energia prodotta da fonte eolica nel mese di settembre, a 1.355GWh, è in aumento rispetto al mese precedente del +12,3 (+148GWh). Il dato progressivo annuo è in riduzione rispetto all’anno precedente (-2,5%).

Eolico: produzione e consistenza a settembre 2020

Idroelettrico

A settembre l’energia prodotta da fonte idroelettrica (impianti a bacino, serbatoio e acqua fluente) pari a 4.057GWh è in calo rispetto al mese precedente di 276GWh (-6,4%), cresce del 4,1% il dato progressivo annuo rispetto al 2019.

idroelettrico: produzione e consistenza a settembre 2020

Consumi industriali

Terna ha elaborato per la prima volta un indice settimanale (IMCEI) che analizza i consumi industriali di circa 530 clienti energivori connessi alla rete di trasmissione elettrica nazionale, che interessano diversi settori tra cui cemento, calce e gesso, siderurgia, chimica, meccanica, mezzi di trasporto, cartaria, ceramica e vetraria, metalli non ferrosi.

Nonostante il segno – rispetto a settembre 2019, continua il recupero iniziato quest’estate – dopo i mesi con dati negativi a due cifre durante il lockdown – guidato da raffinerie e cockerie (+42,4%), cartiere (+29,6%), ancora negativi i dati del settore siderurgico (-9%).

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento