Advertisement

Nuovi aiuti a sostegno dell’efficienza energetica delle aziende in Emilia

La giunta regionale ha pubblicato un bando che mette a disposizione 2.3 milioni di euro per l’efficientamento energetico delle imprese emiliano romagnole

Continua l’impegno dell’Emilia Romagna a sostegno di ambiente e rinnovabili, coerentemente con il Piano energetico approvato recentemente, che destina investimenti per 249 milioni di euro a risparmio energetico ed energie green, la giunta ha infatti destinato 2 milioni e 288 mila euro a disposizione di piccole e medie imprese per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico. Si tratta di risorse stanziate dalla Regione e cofinanziate dal Ministero dello Sviluppo economico.
In particolare le risorse messe in campo dalla Regione sono rivolte alle diagnosi energetiche o all’adozione da parte delle imprese di sistemi di gestione dell’energia.

Le domande potranno essere presentate dalle PMI dell’Emilia dal 10 aprile 2017 fino al 30 giugno, e i finanziamenti potranno coprire fino al 50% dei costi sostenuti per migliorare o aumentare l’efficienza energetica, eseguire diagnosi energetiche. Obiettivo delle diagnosi è quello di verificare e controllare il consumo di energia e il possibile risparmio energetico conseguibile attraverso la realizzazione di specifici interventi. E’ previsto in questo caso un contributo massimo 5 mila euro al netto dell’Iva. Un contributo di massimo 10 mila euro al netto dell’Iva, è destinato invece all’attuazione di sistemi di gestione dell’energia, comprensivi di diagnosi energetiche, e rilascio della certificazione di conformità del sistema.

L’assessore regionale alle Attività produttive e Piano energetico, Palma Costi sottolinea che si tratta di un bando che, in attuazione del Piano Energetico Regionale, prevede azioni concrete a sostegno delle imprese emiliano-romagnole, contribuendo al loro risparmio energetico ma anche aiutandone lo sviluppo e rendendole sempre più attrattive, più green e per questo più competitive.

Le PMI della regione sono invitate a inviare le richieste esclusivamente online, attraverso l’applicativo web “Pride” (Programma regionale diagnosi energetiche) che sarà messo a disposizione delle imprese a partire dalla data di apertura dello sportello.
I contributi verranno assegnati fino a esaurimento delle risorse e secondo l’ordine cronologico dell’invio della richiesta.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Efficienza energetica, Incentivi e finanziamenti agevolati

Le ultime notizie sull’argomento