Premio Architettura Solare in contesti di pregio

Nell’ambito del progetto di ricerca BIPVmeetshistory, viene promosso il “Premio Speciale Architettura Solare in contesti di pregio” dedicato al risanamento energetico di un edificio storico o di un’opera realizzata in un luogo di alto valore architettonico, paesaggistico o naturalistico, in cui venga utilizzato il fotovoltaico integrato (BIPV). Candidature entro il 18 maggio

Premio Architettura Solare in contesti di pregio

Villa Castelli a Bellano, uno tra i case study del progetto BIPVmeetshistory

Il Progetto “BIPV meets history” promuove, nell’ambito dei prestigiosi Premi In/Architettura 2020, il “Premio Speciale Architettura Solare in contesti di pregio”, co-finanziato dall’Unione europea, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, dallo Stato Italiano, dalla Confederazione elvetica e dai Cantoni nell’ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera.

L’obiettivo è stimolare l’utilizzo delle tecnologie fotovoltaiche negli interventi di riqualificazione di un edificio storico o che si trovino in contesti di pregio architettonico.

E’ possibile presentare interventi realizzati in Italia o in Svizzera in cui emerga chiaramente il dialogo tra il rispetto del patrimonio edilizio e paesaggistico di valenza culturale, il miglioramento dell’efficienza energetica e del comfort ambientale interno, la diminuzione dell’impronta ecologica degli edifici.

Verranno premiati i 3 soggetti coinvolti nella realizzazione dell’intervento: committente, progettista o studio di progettazione, impresa esecutrice.

Termini e condizioni

Le candidature vanno inviate entro il 18 maggio; l’opera di risanamento di un edificio sorico o inserito in un contesto architettonico, paesaggistico o naturalistico di pregio, deve essere stata realizzata tra il 2014 e il 2020. Requisito fondamentale è che negli interventi di riqualificazione energetica sia stato previsto l’utilizzo del fotovoltaico integrato BIPV.

Premio Architettura Solare in contesti di pregio

Ai candidati si chiede di inviare il titolo, destinazione d’uso, località e l’anno di realizzazione dell’intervento; un testo descrittivo dell’opera in lingua italiana della lunghezza massima di 2000 battute in cui sia spiegato il pregio architettonico o paesaggistico e le metodologie scelte nell’integrazione di tecnologie fotovoltaiche oltre ai dati di produzione energetica.

La premiazione avrà luogo alla Biennale dell’Architettura di Venezia 2020.

Il progetto di ricerca BIPVmeetshistory è realizzato da EURAC Research (capofila italiano) e dalla Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana – SUPSI (capofila svizzero) e Regione Lombardia.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Premi e Concorsi

Articolo realizzato in collaborazione con

Le ultime notizie sull’argomento