IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Una Città Foresta che combatte l'inquinamento

Una Città Foresta che combatte l'inquinamento

Liuzhou Municipality Urban Planning ha commissionato a Stefano Boeri Architetti  la prima Città Foresta in Cina, interamente ricoperta di alberi e piante ed energeticamente autosufficiente

 

 

 

Stefano Boeri Architetti dopo il Bosco Verticale di Milano, progetto pluripremiato che tra gli altri riconoscimenti ha vinto "International Highrise Award 2014"  e che verrà replicato in molte parti del mondo, in Cina a Nanchino, Shanghai e Shenzhen, prosegue nella propria ricerca per una nuova generazione di architetture e insediamenti urbani che sfidano il cambiamento climatico e si propongono come modelli per il futuro del pianeta. 

 

 

Sarà infatti realizzata entro il 2020 a Liuzhou in Cina, da Stefano Boeri Architetti, la prima Città Foresta in cui tutti gli edifici saranno completamente ricoperti di alberi e piante, riuscendo ogni anno ad assorbire circa 10.000 tonnellate di CO2 e 57 tonnellate di polveri sottili e a generare circa 900 tonnellate di ossigeno.

 

Si tratta di un insediamento urbano di nuova generazione unico al mondo che sarà caratterizzato da autosufficienza energetica grazie anche all'uso di energie rinnovabili, a cui si uniranno le sfide dell’incremento della biodiversità e quella – fondamentale per la Cina contemporanea - di riduzione significativa dell’inquinamento dell’aria nelle grandi città, grazie alla moltiplicazione delle superfici vegetali e biologiche urbane.

 

 

 

Liuzhou Forest City sarà realizzata a nord di Liuzhou, nella provincia meridionale e montuosa dello Guangxi, in un’area di circa 175 ettari lungo il fiume Liujiang a ospiterà circa 30.000 abitanti.

 

La città verde sarà completamente cablata e sarà collegata alla città di Liuzhou da una linea ferroviaria veloce, utilizzata da automobili a motore elettrico. Si tratta di una vera e propria cittadina in cui saranno realizzati uffici, spazi commerciali, abitazioni, due scuole e un ospedale. 

 

Tutto sarà pianificato per assicurare la massima autonomia energetica, Liuzhou Forest City sarà infatti autosufficiente grazie al ricorso di sistemi ad alta efficienza energetica e all'utilizzo di rinnovabili. A partire dalla geotermia per il condizionamento degli interni e dall’uso diffuso dei pannelli solari sui tetti.


L'aspetto certamente più originale del progetto di Stefano Boeri Architetti è che tutti gli edifici, di qualsiasi dimensione o destinazione, saranno ricoperti da piante e alberi.
La Città Foresta sarà "arredata" con 40.000 alberi e circa 1 milione di piante di più di 100 specie.


Il verde personalizzerà i viali, i parchi e i giardini, e rivestirà le facciate degli edifici, assicurando che la città, già autosufficiente dal punto di vista energetico, sia caratterizzata da una buona qualità dell’aria, visto che saranno assorbite oltre alla CO2, le polveri sottili per un totale di circa 57 tonnellate all’anno. Ma non solo, la presenza del verde permetterà di diminuire la temperatura media, miglirando il comfort percepito dalle persone e creando una barriera al rumore. Inoltre la città sarà caratterizzata dalla biodiversità delle specie viventi, con un ricco sistema di spazi vitali per gli uccelli, gli insetti e i piccoli animali che abitano il territorio di Liuzhou.

 

 

Scheda progetto:

Architetti: Stefano Boeri Architetti Milano/Shanghai
Località: Liuzhou, Cina
Partners: Stefano Boeri, Yibo Xu
Project Leader: Pietro Chiodi
Team: Julia Gocalek, Yinxin Bao, Shilong Tan con Giulia Chiatante
Cooperative Design Institute in Cina: Shanghai Tongyan Architectural and Planning Design Co. Ltd.
Committente: Liuzhou Municipality Urban Planning Bureau
Tipologia: Forest City Planning
Area: 138.5 ettari
Immagini: Stefano Boeri Architetti

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
21/08/2018

Il nuovo polo tecnologico del CNR di Napoli ad alta efficienza energetica

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche apre la sua sede a Napoli, un progetto ad alte prestazioni energetiche in cui è stato previsto un uso consapevole delle risorse   a cura di Fabiana Valentini     Il nuovo polo tecnologico ...

03/08/2018

A New Hope, una casa che rivive dopo il sisma del 2012

Tra i progetti vincitori della menzione d'onore del concorso Viessmann 2017, A New Hope, un edificio realizzato in ottica di risparmio energetico ed eco-sostenibilità, con caratteristiche innovative dal punto di vista strutturale, delle ...

30/07/2018

Il teatro dell’Opera di Zhuhai richiama il mare, la luna e le maree

Sulle rive dell’isola di Zhuhai l’Istituto di architettura di Pechino ha realizzato il teatro dell’Opera. Una struttura che richiama le maree e la forma della luna e che internamente garantisce agli spettatori un’esperienza teatrale di ...

26/07/2018

La prima casa passiva in Franciacorta

Viessmann, azienda leader nei sistemi di riscaldamento e climatizzazione, come scelta d’eccellenza per il progetto green che ha ricevuto la menzione d'onore del concorso Viessmann 2017     È l’abitazione del futuro: ...

18/07/2018

L’arcipelago di Vega, patrimonio Unesco, ospita il suo primo centro per visitatori

La prossima primavera si inaugura il centro visite del sito Unesco dell’Arcipelago Vega. Una struttura sobria, elegante, realizzata con materiali robusti e naturali. Un manifesto della cultura popolare norvegese, incastonato in un paesaggio ...

13/07/2018

Vivere e lavorare in un edificio BIO in legno

Il titolare dell’Azienda Agricola Debiasi ha affidato a Vario Haus la realizzazione di un edificio totalmente sostenibile, che ospita l’abitazione, il laboratorio e il punto vendita     Stefano Debiasi, titolare dell’omonima ...

12/07/2018

Casa G a energia quasi 0 realizzata in bioarchitettura

Dalla riqualificazione di un rustico di fine 800 Tiziana Monterisi Architetto ha realizzato a Moneglia un’abitazione Nzeb utilizzando esclusivamente materiali naturali e spesso poco sfruttati in edilizia quali paglia di riso, argilla, cocciopesto e ...

09/07/2018

Il Politecnico di Torino firma un progetto sostenibile per le Olimpiadi della Cina

Il Politecnico di Torino realizza “Il Parco Dora di Shougang” una delle sedi che ospiteranno le olimpiadi invernali del 2022 in Cina, progetto sostenibile e a “zero consumo di suolo”.     Nasce dalla riqualificazione ...