IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Autonomia energetica nei territori alpini: l’esempio della Comunità Rotaliana-Königsberg

Autonomia energetica nei territori alpini: l’esempio della Comunità Rotaliana-Königsberg

Lo sviluppo dell’energia sostenibile nelle comunità alpine è possibile con l’obiettivo dell’autosufficienza nel settore energetico

A supporto del Piano Territoriale della Comunità di Valle Rotaliana-Königsberg (in provincia di Trento), è stata elaborata l’analisi dettagliata di un sistema energetico a scala sovracomunale.
Il lavoro è stato svolto dal gruppo di ricerca Sistemi Energetici Urbani e Regionali dell’Istituto per le Energie Rinnovabili dell’EURAC. La Comunità oggetto di studio è composta da 8 Comuni (Lavis, Zambana, Nave San Rocco, Faedo, San Michele all’Adige, Mezzolombardo, Mezzocorona e Roverè della Luna) e rappresenta un’unità geografica localizzata in gran parte nella valle dell’Adige.

I risultati del lavoro mostrano come le fonti con potenziale elettrico maggiore siano il solare fotovoltaico e l’idroelettrico in acquedotto. Per quanto riguarda invece il potenziale termico, le biomasse agricole insieme a quelle forestali sono la fonte maggiormente sfruttabile. Queste ultime, come il biogas producibile dagli scarti di allevamento, possono altresì essere utilizzate per produrre energia elettrica e termica insieme (cogenerazione).
Confrontando i potenziali di produzione da fonti rinnovabili con i consumi energetici complessivi della Comunità, emerge che il fabbisogno elettrico annuale potrebbe essere interamente soddisfatto, mentre il consumo di energia termica risulta superiore alla produzione potenziale calcolata in questo studio. In sintesi il territorio analizzato è caratterizzato da una notevole ricchezza energetica ed i risultati possono essere di grande interesse anche per altri territori montani simili.
Il lavoro di analisi energetica è stato strutturato in tre diverse parti.
Stato dell’arte degli interventi delle Amministrazioni comunali, realizzati o in programma, legati allo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabile e al risparmio energetico.
Stima del potenziale di produzione energetica da alcune risorse rinnovabili (solare, eolica, idroelettrica, geotermica, biomassa forestale e agricola, reflui zootecnici) e confronto con il fabbisogno energetico della Comunità di Valle.
Stima del potenziale risparmio dovuto ad azioni di efficientamento degli edifici residenziali dei Comuni coinvolti.
Il metodo seguito per l’analisi e la stima, sia dei potenziali di produzione che del risparmio energetico, presenta un’alta replicabilità anche in altri contesti montani, grazie al metodo messo a punto da EURAC. L’approccio utilizzato, sovralocale ed integrato, parte dal presupposto che l’energia rinnovabile debba essere prodotta diffusamente sul territorio. La gestione sostenibile dell’energia richiama la possibilità e la necessità di considerare confini territoriali più ampi rispetto ai confini amministrativi comunali. Questo al fine di costruire sistemi energetici in cui domanda ed offerta energetica si bilanciano e dove la produzione energetica rinnovabile viene garantita da un mix di fonti, privilegiando i luoghi a più alto potenziale.


Le Comunità di Valle in Provincia di Trento, evidenziata la Rotaliana-Königsberg

 

a cura di Valentina D'Alonzo - ricercatrice Eurac

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/03/2017

In Europa accordo sulle etichette energetiche 2.0

Inizia la nuova era delle etichette energetiche: Database, QR code e simbolo “smart”.      Le etichette che indicano l’efficienza energetica di elettrodomestici come frigo e lavatrici, passano a una nuova versione e ...

23/03/2017

4 milioni di euro per lo sviluppo delle smart grid in Sardegna

Termina il 20 luglio il termine per la presentazione delle domande per il bando “Azioni per lo sviluppo di progetti sperimentali di reti intelligenti nei Comuni della Sardegna”     La Regione autonoma della Sardegna ha ...

22/03/2017

La Strategia Energetica Nazionale secondo ITALIA SOLARE

I suggerimenti di Italia Solare nella definizione della Strategia Energetica Nazionale per il superamento degli ostacoli alla crescita delle energie rinnovabili     In queste settimane Governo e Parlamento stanno lavorando alla definizione ...

20/03/2017

Innovazione, presente e futuro del Sistema a Cappotto

Alessandro Monaco, nuovo Coordinatore della Commissione Comunicazione del Consorzio Cortexa ci racconta come sta cambiando il mercato dei sistemi di isolamento a cappotto e gli obiettivi futuri del Consorzio     CORTEXA, Consorzio per la ...

15/03/2017

Nuova VIA per rilanciare la crescita sostenibile del paese

Il CDM ha approvato la nuova disciplina su valutazione di impatto ambientale adeguandosi così alla normativa europea: semplificazione e tempi più brevi     Il Consiglio dei ministri lo scorso 10 marzo ha approvato, su proposta del ...

15/03/2017

Tour Anit su riqualificazione involucro e comfort in edilizia

Più di 40 date per il nuovo tour itinerante Anit dedicato alle ultime novità in tema di isolamento termico e acustico.     Sarà a Brescia il 30 marzo il primo appuntamento del nuovo tour Anit, gratuito e itinerante che in ...

14/03/2017

Concorso Miu-Asvis per lo sviluppo sostenibile delle scuole

E' on line il bando di concorso nazionale "Facciamo 17 goal. Trasformare il nostro mondo: l'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile" rivolto alle scuole di ogni ordine e grado     Ministero dell’Istruzione, dell’Università e ...

07/03/2017

Felipe, sistema brevettato per la valutazione economica degli impianti

Enea ha sviluppato ed elaborato un innovativo sistema di calcolo capace di realizzare l’analisi economica per qualsiasi tipo di impianto energetico     FELIPE è l’ultima novità brevettata da Enea, si tratta di un ...