Advertisement

Perchè scegliere il fotovoltaico? Ecco alcuni punti su cui riflettere

Il fotovoltaico, anche se in modo più regolare e contenuto, continua a crescere e ci si domanda quali siano i principali motivi per cui anche in futuro si continuerà a scegliere questa fonte di energia rinnovabile

A cura di:

Per quale motivo scegliere il fotovoltaico

Indice degli argomenti:

Il fotovoltaico: dalle prime installazioni ad oggi

Anche se il fotovoltaico è cresciuto molto nell’ultimo decennio, la sua storia ha radici molto più antiche. La relazione tra elettricità e “luce” viene scoperta addirittura nella prima metà dell’Ottocento, Einstein vinse il Nobel per la Fisica nel 1921 per lo studio dell’effetto fotoelettrico e il primo pannello prodotto per scopi commerciali risale agli inizi degli anni ’60 del secolo scorso.

In Italia la diffusione dei pannelli in ambito domestico è iniziata negli anni ’90, ma in modo contenuto principalmente a causa degli elevati costi necessari all’acquisto e all’installazione del fotovoltaico.

Il fotovoltaico: dalle prime installazioni ad oggi

Con il passare del tempo, però, la ricerca ha permesso una notevole evoluzione della tecnologia e, combinata con una richiesta sempre maggiore, ha garantito di ridurre notevolmente i costi.

Chiaramente, sono diversi i fattori che hanno creato le condizioni favorevoli per questo sviluppo così grande del fotovoltaico, tra cui una sempre maggior sensibilità alle problematiche ambientali, gli incentivi e detrazioni fiscali, una tecnologia più performante e meno costosa e la necessità di implementare sempre più l’uso delle rinnovabili per garantire il rispetto degli obiettivi fissati dalla COP di Parigi e limitare il riscaldamento globale a 1,5°C rispetto alle temperature preindustriali.

Quanto cresce il fotovoltaico in Italia?

Le rinnovabili oggi rappresentano circa il 70% delle fonti energetiche mondiali e ci si aspetta che possano aumentare ancora, fotovoltaico incluso.

Per avere un quadro della situazione in Italia, facciamo riferimento ai dati presentati dal GSE nel Rapporto Statistico del 2018, pubblicato a giugno di quest’anno. Secondo il rapporto, a fine 2018 in Italia erano installati 822.301 impianti per una potenza di 20.108 MW.

La regione con il numero maggiore di impianti fotovoltaici è la Lombardia, ma è la Puglia quella con la maggior potenza installata. Se si osservano i dati degli anni precedenti, si nota che dal 2013 la crescita è continua ma regolare, mentre tra il 2009 e il 1012 c’è stato un vero e proprio picco di installazioni, sia in termini di numeri che di potenza.

Questo è spiegato anche dalle diverse politiche di incentivazione che si sono susseguite nel tempo. Nel valutare le prospettive futuro, uno dei dati più interessanti è proprio quello relativo alla taglia degli impianti installati negli ultimi anni, che principalmente ricadono nel segmento domestico, con una potenza compresa tra 3 e 20kW.

crescita fotovoltaico in Italia

Evoluzione della potenza e della numerosità degli impianti fotovoltaici – Fonte: Rapporto Statistico “Solare Fotovoltaico”, 2019 GSE

La convenienza del fotovoltaico va misurata di caso in caso, a seconda dei consumi sostenuti, della tipologia di impianto installato e del tipo di impianti che si alimentano con il fotovoltaico. Ma, considerati questi dati, probabilmente è importante chiedersi, a questo punto, quali siano le leve per spingere ancor più su questa tecnologia, ovvero i motivi per cui proprio questo segmento (domestico), potrebbe crescere ancora.

MODULI SMART di Solaredge: SISTEMI FOTOVOLTAICI CON OTTIMIZZATORI DI POTENZA INTEGRATI

moduli smart con ottimizzatore di potenza integrato SolarEdge garantiscono una maggiore produzione di energia, installazioni più veloci, logistica semplificata e semplice manutenzione.

Un motivo per scegliere il fotovoltaico? Servono soluzioni green per la produzione di energia

Può sembrare scontato, ma non lo è. Spingere sulla produzione di energia da fonte rinnovabile, significa favorire la diffusione di soluzioni green e più rispettose dell’ambiente.

Sostituire i combustibili fossili con fonti rinnovabili, è importante per due motivi: da un lato non si esauriscono risorse che hanno una disponibilità limitata, dall’altro si riducono le emissioni di inquinanti per la produzione di energia.

L’emergenza climatica che stiamo vivendo non può essere ignorata e scegliere le rinnovabili per la propria abitazione significa favorire la sostenibilità in prima persona. Inoltre, con lo sviluppo della tecnologia, è sempre più facile riciclare i pannelli fotovoltaici, risolvendo anche il problema dello smaltimento. Alcuni produttori hanno investito in questo senso e hanno provato a realizzare pannelli riciclabili anche al 100%.

Un altro ambito da considerare è quello del revamping: negli impianti vecchi si verifica una perdita di efficienza delle celle fotovoltaiche che può limitare molto il buon funzionamento dei pannelli. In questo caso è possibile migliorare il rendimento energetico con interventi ad hoc di riqualificazione dell’impianto.

FU180-200M: PANNELLI FOTOVOLTAICI MONOCRISTALLINI REVAMPING di Futura Sun

I pannelli fotovoltaici F180-200M di FuturaSun formati da 72 celle da 5 pollici in silicio monocristallino, sono particolarmente adatti per interventi di revamping. Dotati di celle ad alta efficienza diminuiscono la perdita di corrente ed incrementano la potenza di uscita

La mobilità elettrica cresce, ma ha bisogno delle fonti rinnovabili

Il tema della mobilità elettrica è attualissimo e stiamo vivendo proprio in questo momento un importante cambiamento nel settore della mobilità.

Si tratta, per lo meno in Italia, di un settore ancora molto giovane che, però, sembra prospettare interessanti possibilità di crescita. Anche in questo caso, la diffusione die veicoli elettrici e l’interesse dei produttori di queste tecnologie, deriva dalla necessità di trovare soluzioni sostenibili per gli spostamenti.

Crescita della mobilità elettrica

Ecco, quindi, che nascono bici, scooter, automobili, ma anche mezzi pubblici, che abbandonano il tradizionale carburante in favore dell’elettricità. Ma la vera svolta green sta nell’assicurare che l’elettricità utilizzata per alimentare i veicoli sia a sua volta sostenibile.

Per non spostare le emissioni dal veicolo, alla produzione di elettricità utilizzata per farlo muovere, infatti, diventa particolarmente interessante l’abbinamento con gli impianti fotovoltaici. Sempre più italiani parcheggiano in garage un’auto elettrica ed è proprio per questo che ci si augura che si pensi contemporaneamente all’installazione di un impianto di produzione di energia elettrica pulita.

Prosumer, accumulo e Smart Grid… cosa ci riserva il futuro?

In realtà, sono molti i temi che fanno pensare alla crescita di sistemi per la produzione di energia rinnovabile in ambito domestico dedicata all’autoconsumo.

Con la nascita delle città intelligenti, si è iniziato a rivedere anche tutto un insieme di altri sistemi, tra cui quello della rete elettrica. In futuro, ci si aspetta la crescita delle Smart Grid, ovvero delle reti intelligenti, in cui viene valorizzato il ruolo del “prosumer” e della produzione di energia decentrata.

Il consumatore diventa anche produttore e produce l’energia di cui ha bisogno, scambiando in rete quella in eccesso. In parallelo si sviluppano tecnologie come quella dell’accumulo, su cui si sta investendo molto, fondamentali per rendere più semplice il consumo di una fonte di energia che di per sé non è prevedibile, né costante.

la sonnenBatterie 10, decima versione della innovativa batteria al litio-ferro-fosfato cobalt free

La sonnenBatterie 10, decima versione della innovativa batteria al litio-ferro-fosfato cobalt free assicura efficienza, affidabilità, flessibilità  e durata. Permette di installare fino a 9 dispositivi in cascata, con una capacità fino a 247,5 kWh e una potenza di quasi 42 kW.

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Tema Tecnico

Le ultime notizie sull’argomento