IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Osservatorio Energia Acqua Ambiente, impegno comune per le politiche energetiche

Osservatorio Energia Acqua Ambiente, impegno comune per le politiche energetiche

Un organismo appositamente formato dalle tre associazioni - Assoelettrica, Confindustria Energia e Federutility - che riuniscono l'intero mondo delle imprese di produzione, distribuzione e vendita di energia in Italia, si riunirà regolarmente allo scopo di offrire un contributo comune per lo studio e l'approfondimento delle tematiche energetiche da portare all'attenzione delle istituzioni nazionali ed internazionali e per definire linee di comportamento nei confronti delle parti sociali.
Contestualmente prenderà il via un Osservatorio Energia Acqua Ambiente che avrà il compito di monitorare la legislazione nazionale ed internazionale, le tecnologie e gli scenari possibili di cui tenere conto nella definizione delle politiche energetiche del Paese.
Sono questi i due punti principali della lettera d'intenti firmata da Assoelettrica (l'associazione aderente a Confindustria dei produttori, distributori e venditori di energia elettrica), Confindustria Energia (la federazione cui aderiscono numerose associazioni dell'area energetica: Anfida, Anigas, Assogasliquidi, Assomineraria, Unione Petrolifera, Assocostieri, Assocarboni, Anev, Assosolare) e FederUtility (la federazione delle imprese di produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica e gas metano e del ciclo idrico integrato).
L'esigenza di una voce comune - pur nell'assoluta autonomia di ciascuna parte, si legge nella lettera d'intenti - è legata alla consapevolezza "del ruolo che l'energia ricopre nello sviluppo economico e sociale del Paese, che richiede anche un impegno etico", con l'intento di superare la difesa di interessi immediati a favore di "obiettivi di crescita e sostenibilità nel medio - lungo periodo"
L'organismo previsto nella lettera d'intenti, sarà formato dai Presidenti, dai loro delegati e dai Direttori Generali delle associazioni coinvolte.
 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia