IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Rapporto Statistico GSE, record rinnovabili nel 2012

Rapporto Statistico GSE, record rinnovabili nel 2012

La produzione italiana di energia da rinnovabili ha raggiunto il valore di 92.222 Gwh

Il GSE ha pubblicato sul proprio sito il Rapporto Statistico Impianti a fonti rinnovabili - Anno 2012 che offre dati aggiornati sull’evoluzione del settore in Italia e su consistenza, potenza installata e produzione elettrica, generata a livello nazionale, regionale e provinciale.

Si conferma il ruolo importante svolto dalle fonti rinnovabili nel sistema elettrico nazionale: gli impianti alimentati da fonti rinnovabili rappresentano circa il 37% della potenza complessiva istallata in Italia e il 31% della produzione lorda totale.

La pubblicazione è divisa in tre sezioni. La prima più ampia descrive il parco di produzione elettrica nazionale alimentato con le fonti rinnovabili, il bilancio elettrico nazionale e l'andamento delle singole fonti: numerosità, potenza installata e produzione.

La seconda sezione descrive gli impianti incentivati o che fruiscono dei servizi erogati dal Gestore dei Servizi Energetici. In una tabella riassuntiva si riportano i dati a livello nazionale suddivisi per Conto energia, Tariffa Onnicomprensiva, Cip6, Certificati Verdi, e Ritiro Dedicato- Scambio sul Posto.

Il rapporto si conclude con la sezione dedicata ai confronti internazionali, con lo sguardo alla diffusione della produzione rinnovabile nell’Europa dei 15. La fonte dei dati europei è l’International Energy Agency (dati provvisori).

 

Il Rapporto evidenzia che nel 2012 il numero degli impianti in esercizio ha continuato a crescere  arrivando a segnare la cifra di 484.587, la fonte più importante è quella solare, con circa 150.000 impianti fotovoltaici installati nel corso dell’ultimo anno. La potenza installata di 47.335 MW, in crescita rispetto all’anno precedente grazie alll’istallazione di nuovi parchi eolici (nel corso del 2012 sono stati installati circa 1.180 MW addizionali), di impianti alimentati con bioenergie (durante il 2012 sono stati installati 1.000 MW) e soprattutto di fotovoltaici. La potenza degli impianti fotovoltaici installata è infatti cresciuta del 28,5% (da 12.773 MW a 16.420 MW).

 

Nel periodo tra il 2000 e il 2012 il tasso di crescita medio annuo della potenza complessiva è pari al 8,2%; per la nuova potenza installata tale tasso ha raggiunto il 25,1%.

La potenza efficiente lorda installata in Italia dal 2000 al 2012 è passata da 18.335 MW a 47.345 MW con una potenza addizionale di circa 29.000 MW.

I nuovi impianti, quelli entrati in esercizio nell’anno di riferimento, rappresentano circa 5.900 MW, il 46,5% rispetto alla potenza addizionale installata nel corso del 2011.

 

A livello regionale la Lombardia con il 16,4% rimane la Regione con la più alta concentrazione di potenza installata La Toscana, grazie al geotermico, è la Regione con maggior potenza installata nel Centro Italia, mentre nel Sud Italia un forte incremento percentuale si è verificato in Puglia e in Sicilia, grazie soprattutto alla quantità di potenza fotovoltaica entrata in esercizio nel corso del 2012.

 

Per quanto riguarda la produzione da fonti rinnovabili nel 2012 segna un valore record di 92.222 GWh, l’11% in più rispetto al 2011, a livello europeo solo Germania e Svezia hanno prodotto più dell’Italia da fonti rinnovabili. Si conferma la tendenza degli ultimi anni che ha visto crescere il contributo di solare, eolico e bioenergie rispetto all'idroelettrico.

 

La fonte solare rappresenta nel 2012 la seconda fonte principale del mix di produzione essendo cresciuta fino a 18.862 GWh (+78,5% medio annuo dal 2000 al 2012 anche se la crescita reale è avvenuta nel corso degli ultimi 5 anni).

La produzione eolica è pari ai 13.407 GWh, del 36,0% più elevata rispetto allo scorso anno e con un tasso di crescita media annua tra il 2000 e il 2012 pari al 30,2%.

La produzione da bioenergie nel 2012 è pari a 12.487 GWh, +15,3% rispetto al 2011 e con un tasso di crescita medio annuo calcolato dal 2000 pari al 19,3%.

Infine la fonte geotermica garantisce una produzione stabile intorno ai 5.500 GWh.

 

Variazione della produzione da fonti rinnovabili
Nel 2000 la produzione lorda era stata pari a 50.990 GWh mentre nel 2012 ha raggiunto 92.222 GWh.

Dei 41.232 GWh addizionali:

  • il 45,7% è dovuto alla fonte solare, la cui produzione addizionale è pari a 18.844 GWh, passando dai 18 GWh del 2000 ai 18.862 GWh prodotti nel corso del 2012;
  • il 31,2% è dovuto alla fonte eolica, la cui produzione addizionale è pari a 12.844 GWh, passando dai 563 GWh del 2000 ai 13.407 GWh prodotti nel corso del 2012;
  • il 26,6% è dovuto alle bioenergie, la cui produzione addizionale è pari a 10.982 GWh, passando dai 1.505 GWh del 2000 ai 12.487 GWh prodotti nel corso del2012;
  • il 2,1% è dovuto alla fonte geotermica, la cui produzione addizionale è pari a 886 GWh, passando dai 4.705 GWh del 2000 ai 5.592 GWh prodotti nel corso del 2012.

 

La Lombardia è la Regione italiana con la maggiore produzione da fonti rinnovabili pari a 14.743 GWh, il 16% dei 92.222 GWh prodotti sul territorio nazionale. Rispetto allo scorso anno il suo peso è diminuito, altre Regioni come Puglia e Sicilia hanno aumentato la loro quota: la prima è passata dal 7,0% all’8,9%, la seconda dal 3,9% al 5,1%.

La produzione da fonti rinnovabili è così distribuita tra macro aree: il Nord Italia contribuisce per il 54,4%, il Centro con il 14,3% e il Sud (Isole comprese) con il 31,3%.

 

Scarica il Rapporto Statistico GSE 2012 Impianti a Fonti rinnovabili - settore elettrico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/01/2017

Nel 2016 cala la produzione fotovoltaica

Il "Rapporto statistico solare fotovoltaico" Pubblicato dal GSE evidenza un calo del 4,3% della produzione fv dei primi 11 mesi del 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015     Come ogni anno il GSE, pubblica il “Rapporto statistico - ...

16/01/2017

Nel deserto israeliano la più alta torre solare del mondo

La torre Ashalim sarà alta 250 metri e riceverà la luce riflessa da un campo di 50.000 pannelli eliostati     E’ in costruzione nel deserto israeliano del Negev la torre solare più alta del mondo che con i suoi 250 ...

13/01/2017

Al Campus di Savona autonomia energetica e rinnovabili

Lo Smart Energy Building vanta autosufficienza energetica grazie a geotermia, fotovoltaico e movimento degli studenti       Prosegue l’impegno del Campus di Savona quale Centro di Innovazione nazionale sulle tecnologie per la Smart ...

09/01/2017

Il Milleproroghe ferma obbligo rinnovabili al 35%

Rinviato al 2018 l’obbligo della quota del 50% di utilizzo delle rinnovabili termiche nei nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti  
Il decreto Milleproroghe, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 304 del 30 dicembre scorso, ...

23/12/2016

Nei primi 9 mesi del 2016 fotovoltaico ed eolico coprono il 14% della domanda di energia

Raggiunto da gennaio a settembre il massimo storico di produzione da eolico e solare, mentre calano in contemporanea le emissioni di CO2 e i consumi energetici     L'Enea ha pubblicato il Bollettino del Sistema Energetico Italiano dedicato al ...

21/12/2016

Il fotovoltaico più economico dell’eolico e del carbone

L’ultimo Rapporto pubblicato da Bloomberg New Energy Finance, evidenzia che il mondo green è arrivato a un punto di svolta e che i mercati emergenti stanno superando le economie forti grazie ai pannelli a basso costo.     Il ...

19/12/2016

Cala la produzione fotovoltaica nel 2016

Pubblicata dal GSE un’analisi preliminare sulla produzione fotovoltaica nei primi 9 mesi dell’anno che segna un -4.1%       Il GSE ha pubblicato l’analisi preliminare dedicata alla “Produzione fotovoltaica in Italia ...

15/12/2016

Rinnovabili in Italia in crescita, attesi lavoro e investimenti

Dal 2016 al 2020 saranno installati circa 3,7 GW di potenza aggiuntiva da fonti rinnovabili, per un investimento di oltre 7 miliardi di euro. Crescono gli occupati scendono i costi in bolletta     Il GSE ha pubblicato uno Studio sugli scenari ...