Nel 2023 il Superbonus passa al 90% e rimborso in 10 rate

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Aiuti Quater che conferma le novità anticipate nei giorni scorsi su rimodulazione Superbonus al 90% e rimborso crediti in 10 anni, non più in quattro. Gli aggiornamenti per condomini e vilette

A cura di:

Nel 2023 il Superbonus passa al 90% e rimborso in 10 rate

Indice degli argomenti:

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 18 novembre scorso il Decreto Aiuti Quater “Misure urgenti di sostegno nel settore energetico e di finanza pubblica” che conferma le novità anticipate nei giorni scorsi, in particolare sul Superbonus .

Superbonus al 90%, con alcune eccezioni

La maxi detrazione per interventi effettuati da condomini, nonché dalle persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, arti e professioni, su edifici composti al massimo da due a quattro unità immobiliari, nel 2023 scenderà dal 110% al 90%, per poi passare al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025.

Continueranno a beneficiare dell’aliquota del 110% i condomini che presenteranno la CILAS (la Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata) entro il 25 novembre 2022, o nel caso in cui l‘assemblea di condominio abbia deliberato e approvato l’inizio dei lavori prima dell’entrata in vigore del Dl Aiuti quater (ma in questo caso i tempi non sono sufficienti, considerando il 24 novembre per la scadenza delle delibere e che ci vogliono 5 giorni per convocare un’assemblea di condominio) o, infine, nei casi di demolizione e ricostruzione per i quali, entro il 25 novembre, sia sia stata presentata l’istanza per l’acquisizione del titolo abilitativo.

Per gli interventi realizzati su edifici unifamiliari e unità immobiliari indipendenti il Superbonus è confermato nella misura del 110% nel caso in cui il richiedente abbia presentato almeno un SAL, Stato Avanzamento Lavori, al 30% entro il 30 settembre 2022. In questo caso si potrà beneficiare del superbonus 110 entro il 31 marzo 2023.

Si conferma l’aliquota del 110% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2025 per interventi effettuati nei Comuni colpiti da eventi sismici a partire dal 1 aprile 2009, ferme restando le norme previste oggi per il calcolo dei tetti massimi di spesa detraibile.

DL Aiuti quater, Superbonus al 90%, con alcune eccezioni

Per quanto riguarda le villette unifamiliari e unità indipendenti e autonome per il 2023 il Superbonus si conferma al 90% solo in alcuni casi:

  • Si deve trattare di prima casa
  • Il reddito familiare del richiedente non deve superare i 15.000 euro calcolati considerando i redditi di tutti i componenti del nucleo familiare e dividendo il risultato per un determinato coefficiente che varia a seconda del numero di contribuenti ed eventuali familiari a carico
  • Sono ammesse unicamente le spese fatte dai da titolari di diritti reali sull’immobile

Rimborso del credito in 10 rate

I crediti d’imposta che derivano “dalle comunicazioni di cessione o di sconto in fattura inviate all’Agenzia delle entrate entro il 31 ottobre 2022 e non ancora utilizzati, possono essere fruiti in 10 rate annuali di pari importo, in luogo dell’originaria rateazione prevista per i predetti crediti, previo invio di una comunicazione all’Agenzia delle entrate da parte del fornitore o del cessionario, da effettuarsi in via telematica“.

La quota di credito d’imposta non usata nell’anno non può essere utilizzata negli anni successivi e non si può richiedere a rimborso.

Superbonus, Rimborso del credito in 10 rate

Il Decreto Legge è formato da 16 articoli che afferiscono a 3 settori:

1.Misure urgenti in materia di energia elettrica, gas naturali e carburanti

  • Contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, a favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale, per il mese di dicembre 2022.
  • Disposizioni in materia di accisa e di imposta sul valore aggiunto su alcuni carburanti fino al 31/12/22.
  • Misure di sostegno per fronteggiare il caro bollette
  • Misure per l’incremento della produzione di gas naturale, con l’obiettivo di rafforzare la sicurezza degli approvvigionamenti di gas naturale e ridurre le emissioni
    di gas climalteranti
  • Proroghe di termini nel settore del gas naturale
  • Contributo del Ministero della difesa alla sicurezza energetica nazionale
  • Disposizione in materia di autotrasporto

2.Disposizioni in materia di mezzi di pagamento, di incentivi per l’efficientamento energetico, nonché per l’accelerazione delle procedure

  • Misure urgenti in materia di mezzi di pagamento
  • Modifiche agli incentivi per l’efficientamento energetico, tra cui, appunto, il Superbonus
  • Norme in materia di procedure di affidamento di lavori
  • Disposizioni concernenti la Commissione tecnica PNRR-PNIEC, con l’obiettivo di accelerare il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione

3. Disposizioni finanziarie e finali

  • Esenzioni in materia di imposte
  • Disposizioni in materia di sport
  • Misure urgenti per l’anticipo di spese nell’anno corrente
  • Disposizioni finanziarie
  • Entrata in vigore: il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale

Trattandosi di un Decreto Legge ci sono ora 60 giorni di tempo perché venga convertito in legge, con eventuali modifiche.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Le ultime notizie sull’argomento