#ALL4THEGREEN per un’economia efficiente e sostenibile

Dal 5 al 12 giugno a Bologna, oltre 70 iniziative sull’economia circolare preparano e accompagnano  il G7 Ambiente

Si chiama “#All4TheGreen” ed è una grande alleanza tra associazioni civiche, culturali, universitarie, ambientaliste e aziende, che dal 5 al 12 giugno animeranno Bologna con più di 70 eventi sotto le due Torri, a sostegno dello sviluppo sostenibile e della tutela ambientale.

#ALL4THEGREEN è un’iniziativa promossa dal programma di partnership globale Connect4Climate della Banca Mondiale con il sostegno del Ministero dell’Ambiente, sotto gli auspici della Presidenza italiana del G7, che è stato organizzato grazie al contributo e all’impegno diretto di decine di enti pubblici e privati.

Il ricco programma di eventi anticipa e accompagna il G7 Ambiente, che il Governo italiano presiederà l’11 e il 12 giugno e sarà dedicato alle più importanti sfide ambientali, dagli impegni per il Clima a quelli per contenuti nell’Agenda Onu per lo sviluppo sostenibile, dalla lotta all’inquinamento marino alla finanza verde, allo sviluppo dell’economia circolare.

In occasione dell’evento di lancio dello scorso 29 maggio il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha commentato che Bologna sarà per qualche giorno capitale mondiale dell’ambiente e, grazie alla collaborazione tra aziende, istituzioni e associazioni, sarà un’occasione per favorire una riconversione produttiva incentrata sull’economia circolare e sulla migliore gestione delle risorse della Terra.

Durante le giornate #ALL4THEGREEN verranno presentate specifiche proposte di taglio economico e fiscale che possano essere di stimolo – ha continuato il ministro Galletti – a un reale cambiamento anche da un punto di vista imprenditoriale. “Penso ad esempio a un Piano Marshall ambientale europeo per l’Africa, con l’obiettivo di favorire una crescita economica sostenibile dell’area subsahariana, con i conseguenti positivi effetti anche sul piano sociale e occupazionale e di contenimento alle migrazioni”.

Per il Ministro è poi importante mettere in campo un ‘New Deal ambientale’ basato sul taglio dei sussidi “dannosi” per l’ambiente, ricollocando gli sgravi su investimenti imprenditoriali sostenibili. A livello italiano, ritengo opportuno predisporre un ‘pacchetto fiscale green’ che preveda, ad esempio, un taglio del cuneo fiscale premiale per i green job. Il tutto va accompagnato con un cambio culturale che deve caratterizzare gli stessi imprenditori.

“Questa è la logica con la quale abbiamo elaborato la nuova SEN, la Strategia Energetica Nazionale, puntando sulle energie rinnovabili e spingendo sull’incremento dell’efficienza energetica. In questo ambito – continua il Ministro – penso anche alla definizione di un ‘Manifesto della sostenibilità ambientale delle imprese’, un patto da sottoscrivere con il nostro mondo produttivo”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento