IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Tutte le cose da sapere per ristrutturare casa: interventi, agevolazioni e costi

Tutte le cose da sapere per ristrutturare casa: interventi, agevolazioni e costi

Ristrutturare casa significa intervenire sull’esistente, rinnovandone le sue componenti e, in caso, migliorarne il comportamento energetico e antisismico. Ecco gli interventi, i costi per ristrutturare casa e le detrazioni fiscali.

A cura di: Arch. Gaia Mussi

Tutte le cose da sapere per ristrutturare casa: interventi, agevolazioni e costi

 

Indice degli argomenti:

Gli interventi sugli edifici esistenti: manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria

Gli edifici esistenti possono richiedere differenti interventi manutentivi nel corso del tempo, più o meno importanti. Distinguere correttamente tra manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria è importante perché da queste definizioni dipendono i permessi e le concessioni da richiedere, così come l’accesso alle detrazioni fiscali.

 

Gli interventi sugli edifici esistenti: manutenzione ordinaria o straordinaria

 

Tra gli interventi di manutenzione ordinaria ci sono l’installazione di serramenti, il miglioramento degli impianti elettrici o idrici esistenti, il rifacimento del tetto e delle facciate, opere di tinteggiatura e verniciatura e i vari interventi di riparazione di elementi come, ad esempio, balconi o pavimenti.

 

Tra gli interventi principali di manutenzione straordinaria, invece, troviamo il consolidamento o il rinnovo della struttura, demolendo e ricostruendo muri, la creazione di balconi o giardini, l’installazione di ascensori e scale di sicurezza, la sostituzione con innovazione degli impianti (ad esempio della caldaia), la realizzazione di recinzioni, muri o cancellate e la sostituzione dei vecchi infissi con dei nuovi serramenti differenti dai precedenti per forma. Infine, quando si cambia la destinazione d’uso di un edificio o quando si creano nuovi spazi abitativi si rientra nella categoria della ristrutturazione edilizia. In particolare, per ristrutturazione di casa con grandi opere, si intendono interventi che riguardano l’intero edificio (internamente ed esternamente) e comportano modifiche sostanziali come il cambio di destinazione, la dimensione e il volume dell’edificio. In questi casi è necessario ottenere la concessione edilizia dal Comune.

 

Gli interventi strutturali: ricostruzione e demolizione delle pareti, rifacimento del tetto

Ristrutturare casa spesso richiede un intervento strutturale, ad esempio, ricostruendo o demolendo pareti, il primo passo da fare è quello di verificare se la struttura è o meno portante. Se vogliamo intervenire sulle strutture portanti, è importante richiedere preventivi per ristrutturare casa e fare affidamento ad un ingegnere che elabora un progetto strutturale, necessario per un irrigidimento della struttura esistente prima di intervenire su di essa. Gli interventi strutturali non sono sempre fattibili o economicamente convenienti. In ogni caso, qualsiasi intervento si realizzi per la ristrutturazione della casa è sempre obbligatorio rispettare il Regolamento Edilizio comunale e le norme igienico sanitarie relative alle dimensioni dei locali, alle altezze minimi e ai rapporti aeroilluminanti.

 

Cosa fare per : ristrutturare casa e interventi sulle strutture

 

Un altro intervento molto importante quando ristrutturiamo casa è il rifacimento del tetto, che molto probabilmente si dovrà rinforzare, isolare e finire con un nuovo manto. Si dovrà scegliere tra i diversi prodotti disponibili sul mercato, sia per i pannelli isolanti, che per il manto di copertura. In alcuni casi, quando la struttura del tetto è in buono stato, è possibile effettuare una manutenzione del manto ed isolare internamente il tetto, ad esempio posando dell’isolante sull’estradosso dell’ultimo solaio prima della copertura. Ultimo, ma non per importanza, l’isolamento dell’involucro opaco, realizzabile ad esempio con un cappotto esterno o interno.

 

Gli interventi impiantistici: impianto elettrico, impianto idraulico e di riscaldamento

Se gli impianti sono obsoleti, durante la ristrutturazione della casa, a seconda della loro età e del loro stato, si può procedere con interventi di ristrutturazione totali o parziali. Nel caso dell’impianto elettrico è opportuno garantire la corretta potenza dell’impianto e anche l’adeguatezza di tutto l’intervento, affidandosi ad un tecnico professionista.

 

 

Ristrutturazione impianti elettrici negli interventi di riqualificazione

 

Nel caso degli impianti idraulici, invece, l’intervento può riguardare la sostituzione delle tubature o di una colonna di adduzione dell’acqua. Inoltre, in fase di ristrutturazione, quasi sicuramente sarà necessario realizzare un nuovo impianto di riscaldamento. Quando ristrutturiamo casa dovremo preferire impianti più nuovi ed efficienti, ad esempio nuove caldaie a condensazione o pompe di calore, con il riscaldamento a pavimento.

 

Finiture: pavimenti e pareti

Oltre all’eventuale consolidamento del solaio, quando ristrutturiamo casa ci dovremo interessare al rifacimento dei pavimenti, che incidono molto sull’atmosfera e il tipo di ambiente creato. La scelta del materiale incide anche sul tipo di sottofondo da realizzare.

In alcuni casi, soprattutto quando si decide di posare il parquet, si può valutare di installare la nuova pavimentazione su quella esistente. In questo modo, durante la ristrutturazione, non è necessario demolire nulla. La scelta delle finiture interesserà anche le pareti, da dipingere o rivestire con altri materiali come la carta da parati, sulla base del proprio gusto personale e del budget a disposizione.

 

Ristrutturazione e interventi antisismici

I fenomeni sismici che si sono verificati negli ultimi anni, hanno messo in evidenza l’importanza del consolidamento degli edifici esistenti. Ristrutturare casa è un’occasione per eseguire gli interventi antisismici e consolidare la struttura. La valutazione dello stato di fatto e la scelta degli interventi da eseguire vengono fatte da un tecnico specializzato.

 

Consolidamento strutture esistenti negli interventi di riqualificazione

 

Principalmente questi interventi riguardano le murature, da rendere più resistenti, ad esempio attraverso reticoli cementati o sostegni in cemento armato. Anche i solai sono spesso oggetto di interventi di consolidamento e spesso se ne deve ridurre la deformabilità attraverso cerchiature o cuciture in metallo. Poi, può essere necessario intervenire anche sulle fondazioni o introdurre giunti sismici per dare maggior continuità alla struttura. Infine, un altro intervento molto diffuso è quello che prevede l’introduzione di dissipatori antisismici, il cui scopo è dissipare l’energia sismica che attraversa la struttura.

 

Quanto costa ristrutturare casa e come risparmiare: costi e detrazioni fiscali

Per valutare la spesa di una ristrutturazione è sempre consigliabile confrontare diversi preventivi, considerando anche che sul costo incidono diversi elementi come i materiali utilizzati, la manodopera e il suo livello di specializzazione, eventuali imprevisti e le dimensioni dell’abitazione da ristrutturare. Tra gli interventi più costosi c’è il rifacimento di un nuovo impianto, elettrico o idraulico, mentre tra i più economici i lavori di finitura. In ogni caso, prima dell’inizio dei lavori verrà fatta una previsione dei costi della ristrutturazione attraverso un computo metrico estimativo.

 

Costi ristrutturazione efficiente casa

 

Se si vuole ristrutturare casa, risparmiare non è semplice, ma un aiuto arriva dalle detrazioni fiscali, che permettono un ammortizzamento dei costi dell’intervento, rinnovati con il Bonus casa 2019. Fino al 31 dicembre del 2019 nel caso di manutenzioni straordinarie, restauri e ristrutturazioni edilizie sarà possibile godere di una detrazione Irpef fino al 50% dell’importo speso (fino a un massimo di 96.000 euro), che verrà ripartito in 10 quote annuali. Per sapere se un intervento rientra in quelli ammessi per la detrazione, è possibile consultare online una Guida pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Può salire fino al 65% il valore delle detrazioni fiscali dell’Ecobonus, per gli interventi di efficientamento energetico, che prevedono – ad esempio – l’installazione di caldaie a condensazione, coibentazione dell’edificio, installazione di pannelli fotovoltaici o solari. Anche il consolidamento e la messa in sicurezza degli edifici permette di beneficiare del Sismabonus, che prevede detrazioni dal 70% all’80% (fino all’85% nel caso dei condomini).

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
13/09/2019

A Klimahouse Lombardia 2019 la nuova palestra scolastica nZEB

In occasione di Klimahouse Lombardia 2019, fiera annuale dedicata all’educazione e allo sviluppo sostenibile e sensibile ai temi di riqualificazione del patrimonio scolastico, sarà possibile visitare il cantiere della nuova palestra della Scuola ...

13/09/2019

New Angle: architettura in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile

Costruire case sostenibili, rafforzare il senso di comunità e valorizzare la biodiversità senza rinunciare al design e alla funzionalità. Tutto questo è New Angle, il complesso edilizio con sede a Copenaghen creato per seguire gli ...

09/09/2019

Un edificio in CasaClima A che non rinuncia al design

A Ora, in provincia di Bolzano, è stato realizzato Aurum, complesso edilizio certificato CasaClima A & Nature che ha previsto costi di realizzazione e di esercizio molto bassi. Grazie a materiali sostenibili, fotovoltaico e pompe di calore il ...

06/09/2019

Il grattacielo galleggiante che ricicla i rifiuti dell’oceano

Un mega impianto di recupero di materiale associato ad un impianto di trattamento delle acque. Tutto questo è Filtration, il grattacielo galleggiante immaginato per ripulire i nostri oceani dalla plastica. I rifiuti recuperati vengono impiegati per ...

05/09/2019

Reiventing Cities a Reykjavik

Nella capitale islandese, due complessi edilizi a basse emissioni di carbonio sono i progetti premiati dal bando internazionale promosso da C40. Il primo, Living Landscape, prevede di realizzare il più grande edificio in legno del Paese, ...

29/08/2019

L’Università flottante di Brac in Bangladesh: sostenibilità e produttività

Premiata con il Bronze Award nella divisione Asia-Pacifico del Lafarge Holcim Awards, la Brac University di Dacca, Bangladesh, è un esempio di sostenibilità avanzata in un contesto socio economico complesso. Da uno stagno inquinato si ...

23/08/2019

Un ufficio immerso nella natura in Vietnam

Non lontano dal centro di Dalat in Vietnam, in una valle ricca di vegetazione e fiori, sorge la sede amministrativa della Ta Nung Homestay: una serie di edifici in legno immersi nella natura.    a cura di Fabiana ...

22/08/2019

L’iconico grattacielo a energia quasi 0 che richiama la bandiera del Kazakistan

Tower of the sun è un grattacielo futuristico alto 121 metri con un’apertura enorme al centro che ricorda il sole presente nella bandiera kazaka. Una reinterpretazione moderna e sostenibile per la capitale Nursultan. L’edificio sfrutta la ...