Autorità per l’Energia, nessuna proroga per la CEI 0-21

Nonostante gli appelli di questi ultimi giorni di aziende e associazioni di categoria che chiedevano una proroga all'applicazione della norma CEI 0-21, che sta paralizzando il settore per la carenza di sistemi di protezione di interfaccia in bassa tensione rispondenti ai requisiti previsti dall'Allegato A70, l'Autorità per l'energia elettrica e il gas esclude che ci siano proroghe.
E' infatti on line sul sito dell'AEEG un comunicato che sottolinea che le "esigenze di sicurezza fanno sì che l'attuale sopraggiunta carenza di sistemi di protezione di interfaccia non possa essere motivo sufficiente per concedere deroghe al fine di posticipare la data dell'1 luglio 2012, in assenza di evidenze, da parte di Terna, dell'eventuale attenuarsi della situazione di emergenza attesa per l'estate e, in particolare, per il mese d'agosto. Infatti, il sistema potrebbe correre maggiori rischi, soprattutto in questi mesi estivi. L'Autorità non può disporre azioni che possano comportare il venir meno del livello di sicurezza del sistema elettrico nazionale indicato da Terna.
L'Autorità ha già provveduto ad informare il Ministro dello Sviluppo Economico e l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato affinché possa verificare se vi siano o vi siano stati comportamenti opportunistici e collusivi da parte dei costruttori dei sistemi di protezione di interfaccia".

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento