Bando da 785 milioni di euro per progetti di infrastrutture per l’energia pulita in UE

La Commissione europea ha lanciato un invito a presentare proposte per progetti di infrastrutture energetiche transfrontaliere inclusi nel quarto elenco di progetti di interesse comune (PCI). Domande entro il 19 ottobre

Bando da 785 milioni di euro per progetti di infrastrutture per l'energia pulita in UE

Lo scorso 7 settembre la Commissione ha lanciato un nuovo bando, per un valore di 785 milioni di euro, per la presentazione di progetti di infrastrutture energetiche transfrontaliere in UE inclusi nella quarta lista di progetti di interesse comune. Si tratta del primo bando per i PCI sotto le nuove regole del Connecting Europe Facility (CEF), il programma di supporto europeo per le infrastrutture transeuropee, che riconosce  il ruolo chiave che le infrastrutture energetiche svolgono nel Green Deal europeo e la transizione verso un’economia neutrale per il clima.

Per poter accedere al finanziamento nell’ambito del CEF-Energia i progetti devono far parte della lista più recente dei PCI, che la Commissione adotta ogni due anni: devono garantire un beneficio significativo per almeno due paesi dell’UE e devono aumentare la competitività, migliorare la sicurezza energetica dell’UE e contribuire alla sostenibilità. L’assistenza finanziaria fornita nell’ambito del CEF Energy ha l’obiettivo di massimizzare il suo valore aggiunto verso la decarbonizzazione.

Il nuovo sistema CEF, approvato nell’ambito del nuovo bilancio dell’UE per il 2021-2027, introduce una nuova finestra per i progetti transfrontalieri nel campo delle energie rinnovabili, con un’assegnazione fino al 15% del bilancio CEF.

I fondi fanno parte dei 5,83 miliardi di euro del programma Connecting Europe Facility (CEF-energy).

Il bando sarà aperto fino al 19 ottobre 2021 e le risorse verranno assegnate nel 2022.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Incentivi e finanziamenti agevolati

Le ultime notizie sull’argomento