Advertisement



In Danimarca nasce un’isola artificiale, primo hub mondiale di energia eolica

Sarà realizzato nel mare del Nord in Danimarca un innovativo polo energetico: un’isola costruita artificialmente a 80 chilometri dalla costa della penisola dello Jutland. L’hub rafforzerà l’integrazione delle reti elettriche europee e aumenterà la produzione di elettricità rinnovabile necessaria per un’Europa neutrale dal punto di vista climatico.

In Danimarca nasce un'isola artificiale, primo hub mondiale di energia eolica

Sul fronte della transizione verso le energie rinnovabili i paesi del Nord Europa sono all’avanguardia. La Danimarca ha per esempio fissato la data limite del 2050 per l’estrazione di petrolio e gas nel Mare del Nord, annullando tutte le licenze oltre quella data.

Oggi il paese fa un altro passo significativo verso un futuro green: a 80 chilometri dalla riva della penisola dello Jutland, nascerà un’isola costruita artificialmente, di proprietà di un partenariato pubblico-privato, che produrrà esclusivamente elettricità rinnovabile.

L’isola artificiale collegata alle turbine eoliche

In Danimarca L'isola artificiale collegata alle turbine eoliche
Img by Danish Energy Agency

L’hub energetico, il più grande di questo genere mai realizzato, è uno dei progetti di punta del governo e, una volta concluso, sarà in grado di coprire il consumo di 10 milioni di famiglie europee con energia rinnovabile. L’ambizione a lungo termine è che il progetto possa crescere, grazie alla costruzione di un porto e strutture per lo stoccaggio e la conversione dell’elettricità verde proveniente dalle vicine turbine eoliche in mare (nella fase iniziale ci saranno circa 200 turbine), in modo da poter immagazzinare l’elettricità verde sull’isola, convertirla in carburante verde liquido e inviarla tramite cavi sottomarini alla Danimarca e ai paesi vicini.

Il ministro danese per il clima, Dan Jørgensen sottolinea l’importanza di questo progetto per la transizione verde a livello globale: “L’hub energetico nel Mare del Nord segna l’inizio di una nuova era di produzione di energia sostenibile in Danimarca e nel mondo e collega obiettivi climatici molto ambiziosi con la crescita e i posti di lavoro verdi. Darà un grande contributo alla realizzazione dell’enorme potenziale dell’eolico offshore europeo, e sono entusiasta della nostra futura collaborazione con gli altri paesi europei”.

L’hub energetico funzionerà come una centrale elettrica offshore che raccoglie l’elettricità verde da centinaia di turbine eoliche, che circondano l’isola, distribuendola direttamente ai consumatori dei paesi vicini al Mare del Nord.

L’isola dovrebbe avere una superficie totale di almeno 120.000 metri quadrati e nella sua prima fase fornirà energia verde per circa 3 milioni di famiglie europee.

La maggior parte dell’isola sarà di proprietà dello Stato, ma la partecipazione delle aziende private sarà fondamentale e aiuterà a raggiungere tutti gli obiettivi in termini di innovazione, flessibilità, controllo dei costi e potenzialità di business.

L’UE si è data un obiettivo di neutralità climatica entro il 2050 e la Commissione ha fissato un target di 300 GW di energia eolica offshore per raggiungere questo obiettivo. La Danimarca, costruendo il primo hub energetico al mondo con una capacità potenziale di 10 GW, contribuirà notevolmente a raggiungere questo obiettivo.

Il governo danese ha approvato la realizzazione di due hub energetici e relativi parchi eolici offshore la cui capacità iniziale sarà di 5 GW, il triplo dell’attuale capacità offshore installata in Danimarca. Più tardi saranno ampliati per fornire una capacità di 12 GW in totale.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Eolico

Le ultime notizie sull’argomento