Edilizia e green job: le opportunità che offre la sostenibilità

Con “green jobs” si intendono nuove opportunità lavorative in diversi settori, che richiedono l’impiego di personale qualificato ed esperto per sviluppare servizi e prodotti nel rispetto di ambiente e natura. Ecco cosa sono e quali sono quelli richiesti nel mondo dell’edilizia e dell’architettura.

a cura di Arch. Gaia Mussi 

Edilizia e green job: le opportunità che offre la sostenibilità

Indice degli argomenti:

Cosa sono i Green Jobs

Sviluppo sostenibile, risparmio energetico, green economy sono solo alcuni dei motivi per cui nel mondo del lavoro si stanno sviluppando sempre più figure professionali impegnate in ambito “green”.

Il tema ambientale, infatti, è sempre più rilevante in ogni settore e, proprio per favorire un nuovo modello di crescita sostenibile, sono necessarie persone in grado di gestire questo cambiamento.

Servono generalmente competenze del settore specifico di riferimento, ma con una predilezione per le tematiche ambientali. Il numero di queste figure professionali è in continua evoluzione, con la nascita costante di nuovi green jobs e negli ultimi anni il tasso di occupazione “green” è cresciuto molto.

Edilizia e green job: le opportunità che offre la sostenibilità

Tra l’altro, si stima che il trend sarà positivo anche nei prossimi anni e sempre più realtà aziendali inseriranno in organico professionisti di questo tipo o si avvarranno di appositi consulenti. Offrire servizi e prodotti rispettosi dell’ambiente, ridurre i consumi energetici e svolgere tutti i processi della propria attività in modo sostenibile, oggi è un valore aggiunto importante per qualsiasi realtà imprenditoriale.

Per questo motivo le aziende sono disposte a investire in personale qualificato. I settori in cui ci sono opportunità lavorative sono diversi, tra cui quello manifatturiero, del turismo, dei trasporti, legale, della comunicazione, ma anche dell’architettura, dell’edilizia e dell’ingegneria.

I numeri dei green jobs in Italia

Secondo l’Istat, l’occupazione nel mondo dei green jobs nel 2018 sarebbe cresciuta del +3,4%, mentre negli altri settori la crescita è stata di circa il 0,5%.

Infatti, sono circa 100.000 i nuovi impiegati del 2018 nei green jobs. Sempre secondo dati riferiti al 2018, le persone impiegate nel campo della sostenibilità sono distribuite nelle varie regioni italiane, ma non in modo uniforme, con una maggior concentrazione di green jobs nel Nord Italia.

I numeri del green jobs in Italia

Le previsioni per il 2019, non ancora confermate, vedevano più di 500 mila nuove assunzioni. In generale, al di là del settore, nel mondo della green economy si dà molta importanza alla formazione e alle conoscenze acquisite, tanto che in più del 35% dei casi si richiede un livello di istruzione universitario.

Va detto, inoltre, che nonostante l’elevata richiesta di queste figure, la difficoltà del reperimento delle risorse è molto più elevata rispetto ad altre tipologie di occupazione.

Architetti, ingegneri, tecnici e non solo: i green jobs del mondo dell’edilizia e dell’energia

Come anticipato, anche nel settore edile sono diverse le opportunità per chi vuole avviare una carriera all’insegna della sostenibilità, con lo scopo di favorire uno sviluppo sostenibile e una crescita aziendale rispettosa dell’ambiente e della natura.

Questa tendenza è favorita anche dal quadro normativo europeo e nazionale che incoraggia sempre di più l’edilizia sostenibile, ponendo obiettivi ambiziosi e obblighi sempre più stringenti.

Sostenibilità, risparmio energetico, domotica, sono solo alcune delle caratteristiche delle nuove costruzioni, che richiedono architetti specializzati, ingegneri civili e ambientali, tecnici esperti e qualificati.

Proprio l’elevato numero di installazioni di impianti fotovoltaici e solari termici, ad esempio, richiede sempre più tecnici installatori specializzati. Servono progettisti per la progettazione di impianti di produzione di energia rinnovabile.

Sono richiesti anche esperti di normativa ambientale, così come certificatori energetici o esperti di riqualificazione energetica degli edifici. Infatti, sempre più spesso, ci si concentra sugli edifici esistenti, un patrimonio importante e delicato che richiede grandi interventi di riqualificazione.

I green jobs del mondo dell’edilizia

Sempre in virtù del risparmio energetico, un’altra figura sempre più richiesta è quella dell’Energy Manager, non solo in ambito industriale, ma anche nella pubblica amministrazione, al fine di assicurare un uso responsabile e razionale dell’energia.

Si tratta di una figura introdotta già nella Legge 10/91, che richiede competenze trasversali, relative agli aspetti tecnici degli impianti e dei sistemi che consumano energia, ma anche manageriali, economiche e legislative. Interessante anche lo sviluppo di figure esperte di materiali green per l’edilizia, in grado di scegliere i migliori materiali che rispondano alle esigenze costruttive, prestazionali e ambientali. Questi esperti possono lavorare come consulenti, come dipendenti di aziende produttrici di materiali, ma anche al servizio di imprese di costruzione o studi di ingegneria e architettura.

Ampliando lo sguardo e pensando al “sistema città”, il numero dei green jobs sale. Il settore del riciclo e della gestione dei rifiuti apre sicuramente diverse nuove opportunità e rappresenta uno dei ambiti più in crescita, come principale protagonista dello sviluppo della green economy. Un’altra nuova figura è quella del Mobility Manager, ovvero un esperto che si occupa di mobilità, per le aziende e non solo. Lo scopo è quello di ottimizzare gli spostamenti e fare in modo che il trasporto di mezzi e persone sia sempre più sostenibile, con costi contenuti e risparmio energetico.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento

Italian Energy Summit

Italian Energy Summit

Il 29 settembre e 30 settembre si svolge con un nuovo format digitale l'Italian Energy Summit ...