Efficienza energetica scuole, prorogata la scadenza del fondo Kyoto

Prorogata al 30 dicembre 2018 la scadenza per accedere al Fondo Kyoto per interventi di efficientamento degli istituti scolastici

 

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa rende noto che è stato posticipato di sei mesi, ovvero al 31 dicembre 2018, il termine per presentare le domande per l’accesso al Fondo Kyoto, per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici scolastici.

Il decreto di proroga (DM 242 del 28/6/2018) è online sul sito del Ministero e a breve verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. I finanziamenti agevolati, a valere sulle risorse del “Fondo rotativo di Kyoto” di 350 milioni di euro, sono destinati a progetti di riqualificazione energetica degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, dagli asili nido alle università.

Il Fondo permette inoltre di finanziare opere di adeguamento alla normativa antisismica e di messa in sicurezza degli edifici, fino ad un massimo del 50% del valore del progetto. 

Ricordiamo che le scuole potranno beneficiare di prestiti erogati al tasso agevolato dello 0,25% a valere sulle risorse del Fondo Rotativo di Kyoto, per interventi che permettano di raggiungere un miglioramento di almeno due classi del parametro di efficienza energetica dell’edificio in un periodo massimo di 3 anni dalla data di inizio lavori.

I fondi saranno assegnati in base all’ordine cronologico di ricezione delle istanze, fatta salva la verifica della corretta compilazione e delle completezza documentale.

A seconda della tipologia di intervento prevista, che può interessare dalla diagnosi energetica a un intervento di riqualificazione complessiva dell’istituto scolastico, verranno definite la durata del finanziamento e l’importo massimo.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Efficienza energetica

Le ultime notizie sull’argomento