L’eolico in Europa non cresce abbastanza per realizzare il Green Deal e la neutralità climatica

Nel 2020 l’Europa ha installato 14,7 GW di nuova energia eolica, arrivando a 220 GW di capacità totale. Tanto, ma non abbastanza per assicurare che l’economia del Vecchio Continente raggiunga la neutralità climatica. I permessi rimangono il problema principale. I dati di WindEurope

A cura di:

Eolico: installazioni in Europa nel 2020

Indice degli argomenti:

Secondo il nuovo Report pubblicato da WindEurope, l’UE nei prossimi 5 anni installerà 15 GW all’anno di nuova energia eolica, non sufficienti a raggiungere gli obiettivi di neutralità climatica: per ottenere una riduzione delle emissioni del 55% entro il 2030 dovrebbero esserci nuove installazioni pari a 27 GW all’anno.

Secondo le statistiche di WindEurope nel 2020 l’Europa ha costruito 14,7 GW di nuovi impianti eolici (-6% rispetto al 2019 a causa dell’impatto COVID), l’80% dei quali onshore, raggiungendo 220 GW di capacità totale di energia del vento. Si tratta del 19% in meno di quanto previsto prima del COVID.

Le installazioni di eolico in Europa dal 2011 al 2020

Lo scorso anno l’eolico ha rappresentato il 16% di tutta l’elettricità consumata in Europa, con alcune eccezioni positive tra cui la Danimarca con il 48%, la Germania e il Regno Unito con il 27% e la Spagna con il 22%. L’Italia si ferma al 7%.

Installazioni eolico nei paesi in Europa nel 2020

Eolico onshore e offshore: installazioni nel 2020 nei paesi in Europa

Sul podio per le installazioni del 2020 salgono i Paesi Bassi che hanno costruito 2 GW di eolico, soprattutto offshore, seguiti da Germania, Norvegia, Spagna e Francia. L’UE27 ha contato per il 10,5 GW della nuova capacità. La Germania, che è stata per molto tempo leader in questo settore, lo scorso anno ha installato solo 1,65 GW di parchi eolici. Sono aumentati gli impianti onshore costruiti in Polonia che quest’anno dovrebbe realizzare un grande impianto offshore.

Eolico, le previsioni per i prossimi anni

Le stime di WindEurope dicono che nei prossimi 5 anni l’Europa costruirà 105 GW di nuovi parchi eolici, oltre il 70% dei quali onshore. Un dato ben al di sotto di quanto necessario per realizzare il Green Deal e la neutralità climatica.

Windeurope: previsioni installazioni eolico dal 2021 al 2025

Nel periodo 2021/2025 l’UE a 27 costruirà 15 GW all’anno di nuova energia del vento, ma per raggiungere l’attuale obiettivo dell’UE per le rinnovabili del 2030 sarebbero necessari 18 GW da qui al 2030  e 27 GW all’anno per raggiungere il più ambizioso target  climatico del 55%.

I problemi principali allo sviluppo sono di tipo burocratico: le regole e le procedure autorizzative sono troppo complesse, senza che si faccia abbastanza per semplificarle, e ottenere i permessi per i nuovi progetti richiede molto tempo. I rischi e gli alti costi scoraggiano gli sviluppatori.

WindEurope: previsioni installazione eolico per paesi nei prossimi 5 anni

Nei prossimi cinque anni, il Regno Unito, con 18 GW, dovrebbe installare la maggiore capacità eolica in Europa, seguito da Germania (16 GW), Francia (12 GW), Svezia (7 GW) e Paesi Bassi (6 GW).

Crescono gli impianti dismessi

Mentre le nuove installazioni crescono troppo lentamente, aumenta il numero di turbine eoliche a fine vita: nel 2020 l’Europa ha dismesso 388 MW di energia eolica. In alcuni casi i parchi eolici dismessi sono stati ripotenziati, ma non abbastanza (l’Austria per esempio ha concluso il 2020 con meno capacità eolica di quella che aveva all’inizio dell’anno).

E’ un’altra questione seria da affrontare considerando che nei prossimi 5 anni 38 GW di parchi eolici raggiungeranno i 20 anni di funzionamento e si dovrà decidere se ripotenziarli, estendere la loro durata o disattivarli.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Eolico

Le ultime notizie sull’argomento