Advertisement



Mario Cucinella firma il masterplan del Parco Oltreferrovia di Carpi

La realizzazione del masterplan del Parco Oltreferrovia di Carpi è frutto della collaborazione tra MC A – Mario Cucinella Architects e PAISÀ Landscape. Una volta ultimato il parco si estenderà per oltre centomila metri quadri e rappresenterà l’area verde pubblica più grande della città.

Mario Cucinella firma il masterplan del Parco Oltreferrovia di CarpiCommissionato dal Comune di Carpi con lo scopo di creare una connessione tra la città storica e l’ampio spazio agricolo alle spalle della ferrovia il parco rappresenterà lo spazio di verde pubblico più grande della città, offrendo agli abitanti di Carpi, e non solo, un’area nella quale praticare attività fisica o trascorrere momenti di socialità a contatto con la natura.

Spiega Mario Cucinella, fondatore e direttore artistico di MC A – Mario Cucinella Architects «Il nuovo parco agirà come un connettore così come una foglia porta linfa attraverso le sue nervature. Il parco riconnetterà il centro storico ad una nuova oasi di biodiversità a disposizione della cittadinanza di tutte le età. La nostra volontà è creare un’esperienza che sia attrattiva e punto di riferimento per l’intera comunità carpigiana, e non solo data vicinanza dell’università, in cui lo stare all’aria aperta si trasforma in un’emozione speciale».

Per poter soddisfare al meglio le esigenze attuali e future dei cittadini il parco è stato pensato come uno spazio dinamico in continua evoluzione, capace di crescere e adattarsi alle esigenze della Comunità.

Il progetto del Parco Oltreferrovia

Il progetto del parco è realizzato sulla base del reticolato tipico del paesaggio agricolo, attraverso il quale lo spazio si articola in una serie di “stanze”, ovvero spazi dedicati ad eventi e spazi dedicati a servizi. Una delle cosiddette “stanze” segna uno degli ingressi principali al Parco, raggiungibile mediante il nuovo sottopassaggio ferroviario.

Il sottopassaggio non solo consente l’accesso al parco, ma rappresenta il punto di partenza dal quale si snodano i percorsi ciclo-pedonali che connettono l’area verde con il nuovo Polo Universitario e con i Quartieri Residenziali.Il progetto del Parco OltreferroviaIl Parco ospiterà zone attrezzate per le attività più dinamiche, come fitness a corpo libero, campi attrezzati, aree picnic e barbecue per famiglie, zone lettura e relax e stanze gioco per bambini. Il progetto mostra, poi, stanze naturali focalizzate sulla creazione della biodiversità e attente alla tipicità del luogo attraverso la realizzazione di orti sociali, che coinvolgeranno i cittadini in prima persona, giardini tematici, campi fioriti, boschi ecc.

Al centro dell’ampia area una sorta di belvedere valorizza la continuità visiva sia con la città storica che con la limitrofa campagna; da qui il verde permea a Nord e a Sud attraverso dei filari alberati che seguono le assialità pedonali e ciclo pedonali di connessione, nei giardini e nelle aree di pertinenza dei servizi.

Uno degli obiettivi del progetto è quello di ripristinare la presenza di quelle specie tipiche del territorio padano che arricchivano il patrimonio ambientale fino alla metà del secolo scorso, quando si poteva godere di numerosi boschi periziali, zone umide e corsi d’acqua.

Credit img Mario Cucinella Architects

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento