IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Efficienza energetica, necessario formare agenti immobiliari e cittadini

Efficienza energetica, necessario formare agenti immobiliari e cittadini

Il punto di vista degli agenti immobiliari in una ricerca I-com, Enea e Fiaip

Nell’ultimo Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica, I-Com (Istituto per la Competitività), ENEA e FIAIP (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionisti) analizzano la percezione dei protagonisti della filiera edilizia rispetto al tema dell’efficienza energetica, attraverso interviste condotte su un un panel di 300 agenti immobiliari.

Visto che tutti gli atti di compravendita devono avere l’Attestato di Prestazione Energetica (APE), è chiaro che le agenzie immobiliari possono svolgere un ruolo strategico in questo campo, poiché rappresentano il trait d’union fra gli imprenditori ed i proprietari e tra i proprietari e gli inquilini.
Sono inoltre i principali soggetti capaci di orientare il mercato immobiliare verso un’edilizia attenta agli obiettivi di efficienza energetica previsti dall’Europa per il 2020.

Dai risultati dell’indagine emerge che gli agenti immobiliari evidenziano una netta preponderanza di immobili di classe energetica molto bassa, nuove costruzioni a parte. Inoltre secondo il panel intervistato, circa il 50% degli acquirenti non ha una percezione adeguata dell’importanza del tema dell’efficienza energetica; addirittura il l 70% di chi vende non considera l’efficienza energetica un fattore in grado di concorrere alla valorizzazione del proprio immobile

Dato ancor più significativo è che il 59% degli agenti immobiliari intervistati, considera che la certificazione energetica degli edifici non rappresenti, ad oggi, uno strumento utile o capace di orientare la scelta dell’acquirente verso edifici ‘efficienti’. Ciò nonostante, il 90% degli intervistati offre, presso la propria agenzia, servizi di certificazione energetica degli edifici e il 60% dei clienti decide di avvalersene. L’80% degli intervistati ritiene che sia importante attivare iniziative volte a incrementare la percezione che un immobile energeticamente efficiente abbia maggiore valore di mercato rispetto ad un immobile meno efficiente.  Il 65% del campione dichiara che il finanziamento degli interventi di efficienza energetica rappresenta un ostacolo. Il 90% si dice disponibile a promuovere strumenti di finanziamento presso i clienti.  Il 60% del campione è disponibile ad intraprendere percorsi di formazione sull’efficienza energetica, che probabilmente potrebbero garantire un'inversione di rotta nella percezione degli agenti immobiliri e di conseguenza di inquilini e proprietari.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia