IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Italia Solare chiede la rimodulazione delle sanzioni per gli impianti fotovoltaici incentivati

Italia Solare chiede la rimodulazione delle sanzioni per gli impianti fotovoltaici incentivati

Italia Solare ha inviato ai Senatori una lettera con una proposta di emendamento al DL 50/2017 per introdurre un sistema sanzionatorio più equo e salvaguardare l’energia prodotta da fonte fotovoltaica 

 

 

 

L'Associazione Italia Solare ha inviato una lettera ai Senatori, al Ministero dello Sviluppo Economico e al GSE con una proposta di emendamento al DL 50/2017 in modo da assicurare la continuità di funzionamento degli impianti fotovoltaici installati, rimodulando le sanzioni a carico degli impianti incentivati. 

Italia Solare evidenzia infatti che ci sono molti contenziosi fra GSE e operatori riguardo la decadenza dalle tariffe incentivanti, che non solo creano incertezze, ma rischiano seriamante di compromettere la funzionalità degli impianti e quindi l’interesse pubblico a mantenere operativa la produzione connessa da fonte fotovoltaica.

Da fonti GSE risulta che circa un terzo delle verifiche abbia  esito negativo.

In italia quest'anno, a differenza rispetto al resto del mondo, c'è stata una diminuzione degli impianti fotovoltaici connessi alla rete e ciò è anche dovuto alla difficoltà per le aziende del settore di fare investimenti a fronte del pericolo di perdere, per errori meramente formali, le tariffe incentivanti già ottenute.

 

Il Governo ha presentato una proposta emendativa che introduce l’Articolo 57 bis, emendamento che, considerando i contenziosi in corso, cerca di evitare la dismissione di quella parte (significativa) di impianti per i quali non sia stata correttamente dichiarata dai produttori l’origine dei moduli.

La problematica, si legge nella lettera di Italia Solare, non può però essere ridotta a quella della non conformità d’origine dei moduli, come nell’emendamento del Governo. 

Possono infatti esserci molte altre ragioni che possono portare alla decadenza degli incentivi, come errori nelle volture, o nei procedimenti autorizzativi, o nei certificati di prestazione energetica, ritardati invii di comunicazioni a enti dovuti a incertezze per il sovrapporsi di norme di legge, errori nella indicazione delle date di autorizzazione o della potenza di impianto.


Italia Solare chiede dunque di limitare la decadenza integrale dagli incentivi a quei casi in cui le finalità della normativa incentivante non siano state raggiunte o in cui si riscontrino illeciti penali accertati, per evitare che una parte molto significativa della potenza installata per ragioni burocratiche o di forma venga abbandonata.

 

In caso contrario, come sottolineato dallo stesso Governo nella Relazione Illustrativa all’Articolo 57 bis, si avrebbero diminuzioni della tariffa oltre il 20% in sede di controlli che rischiano di compromettere la continuità operativa degli impianti.

 

La proposta emendativa di Italia Solare ha l'obiettivo di garantire che i controlli e le verifiche siano portati avanti in modo efficace per sanzionare gli abusi, ma senza che ci siano aumenti della spesa incentivante e senza invalidare i benefici ambientali acquisiti e la capacità di effettuare investimenti nel settore, non solo da parte dei grandi operatori, ma anche da parte delle piccole e medie imprese.

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
20/07/2018

Nanoparticelle d'oro per migliorare l'accumulo di energia fotovoltaica

Pubblicati i risultati di una ricerca dell'Università Rutgers-New Brunswick: piccolissime nanoparticelle d'oro a forma di stella possono aiutare lo stoccaggio di energia e favorire un uso più ampio della luce solare e dei materiali avanzati per ...

11/07/2018

Efficienza al 25,2% dall'unione celle solari in silicio e perovskite

Le celle solari tandem realizzate nell’ambito del progetto europeo CHEOPS che uniscono silicio e perovskite raggiungono l’efficienza record del 25,2%.     Il Progetto Europeo CHEOPS, è partito a febbraio 2016 per lo ...

09/07/2018

Rinnovabili: le potenzialità del fotovoltaico off-grid

Nel mondo ci sono circa un miliardo di persone che non hanno accesso all’elettricità. I sistemi fotovoltaici off-grid possono aiutare a colmare questo divario, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Ma serve il supporto dei governi ...

04/07/2018

Possibile contrazione per il mercato fotovoltaico

Bloomberg pubblica per la prima volta stime negative rispetto ala crescita del settore fotovoltaico nel 2018: per la prima volta le installazioni potrebbero diminuire, del 3% secondo uno scenario conservativo      Per la prima volta il ...

03/07/2018

Il fotovoltaico e i nuovi sistemi energetici per le città

Innovazione e interconnessione sono i perni della rivoluzione energetica urbana.   a cura di Italia Solare     La connettività e i dati sono oggi i driver di sviluppo sociale, economico e tecnologico. L'integrazione tra componenti ...

26/06/2018

Come ottenere il massimo dal proprio impianto fotovoltaico

Un nuovo convegno di Italia Solare a Firenze il 29 giugno dedicato alle opportunità offerte dal fotovoltaico: market parity, PPA, accumuli, mercato elettrico e blockchain     Venerdì 29 giugno Firenze ospita il convegno ...

21/06/2018

Anno record per il fotovoltaico!

Pubblicato da SolarPower Europe il "Global Market Outlook 2018-2022": il 2017 è stato un altro anno da primato per il fotovoltaico che ha segnato un +30% e la domanda dovrebbe continuare a crescere fino al 2021     SolarPower Europe ...

18/06/2018

La stampa locale delle celle solari in perovskite può salvaguardare le risorse

Un gruppo di ricerca dell’istituto Fraunhofer ISE ha sperimentato una nuova tecnica di produzione basata sulla perovskite e sull’inversione del classico ciclo produttivo delle celle solari. Il risultato? 12,6% di efficienza.   a cura di ...