IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Progetto di installazione pannelli fotovoltaici alla Università Mediterranea a Reggio Calabria

Progetto di installazione pannelli fotovoltaici alla Università Mediterranea a Reggio Calabria

E' stato presentato dal Rettore, Massimo Giovannini, dalla prof.ssa Maria Teresa Lucarelli - presidente della Commissione energia e dall'ing. Paolo Logiudice - Ufficio Tecnico di Ateneo - il progetto per l'installazione di pannelli fotovoltaici nelle facoltà dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria a Feo di Vito.
La Commissione Interfacoltà Energia, istituita per formulare ed attuare un Programma per la Riqualificazione Energetica dell'Ateneo, ha proposto la costruzione di un impianto fotovoltaico con l'obbiettivo di ridurre sensibilmente la dipendenza energetica dell'Ateneo.
La Mediterranea ha consumato nel 2008 circa 3,5 GWh/a di energia elettrica, valore destinato a crescere quest'anno per l'aumento delle superfici/volumi utilizzati o in fase di utilizzazione.
L'impianto fotovoltaico, il contenimento dei consumi, l'ottimizzazione dei sistemi e delle reti e una loro gestione controllata, può portare all'Ateneo una significativa riduzione della bolletta della Mediterranea nel medio periodo.
L'attenzione al fotovoltaico si inquadra all'interno della politica energetica nazionale e regionale che sollecita la generazione e l'utilizzo di energia elettrica da fonti rinnovabili o ad esse assimilabili e, in senso più generale, la riduzione del consumo delle risorse.
Tale scelta è stata supportata dalla possibilità di realizzare l'impianto a costo zero utilizzando le risorse derivanti dal "conto energia", ufficialmente avviato e sostenuto dallo Stato con il DM 19 febbraio 2007; l'Ateneo si impegna cioè a cedere interamente alla Società realizzatrice i contributi derivanti dal "conto energia" ottenendo una riduzione interessante sul prezzo dell'energia rispetto al prezzo del mercato.
Nella predisposizione del progetto preliminare si è tenuto conto della disponibilità nella Cittadella Universitaria, di vari spazi con caratteristiche idonee all'installazione di impianti fotovoltaici. Sono state prese in considerazione aree per lo più secondarie con il preciso intento di limitare l'impatto visivo, armonizzando le esigenze impiantistiche con il contesto ambientale ed edilizio presente.
Si è inoltre guardato non solo ai benefici derivanti dalla produzione di energia ma anche alla possibilità di fornire servizi aggiuntivi alla popolazione dell'Ateneo, coniugando le necessità di miglioramento della fruizione degli spazi con la soluzione fotovoltaica.
Per questo il progetto prevede l'ombreggiamento delle aree adibite a parcheggio, la copertura con pannelli fotovoltaici di spazi esterni dedicati o da dedicare ad attività di studio e di incontro e pergolati per consentire la riduzione dell'apporto di calore dall'esterno per migliorare le condizioni di vivibilità interne.
Gli interventi previsti consistono in una serie di impianti di media potenza distribuiti tra le Facoltà di Architettura, Ingegneria ed Agraria caratterizzati, secondo le classificazione definite dal GSE (Gestore Servizi Elettrici) da diverse tipologie: non integrati, parzialmente integrati e totalmente integrati. Potranno inoltre beneficiare del "net metering" attraverso il quale l'energia prodotta è scomputata dall'energia consumata, con conguaglio annuale.
Per la complessità dell'impianto, il primo di tale consistenza in un ateneo italiano, è stato attivato lo scorso agosto un bando di gara a procedura aperta, che scade il 23 ottobre 2009, basato sul progetto redatto dall'Ufficio tecnico dell'Ateneo in accordo con la Commissione Interfacoltà Energia.   

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
27/03/2017

Finestre e facciate energeticamente efficienti

I distanziatori “warm-edge” di SWISSPACER assicurano un importante contributo per l’efficienza energetica degli edifici e si prestano a diverse applicazioni     I distanziatori “warm-edge” di SWISSPACER, azienda ...

24/03/2017

In Europa accordo sulle etichette energetiche 2.0

Inizia la nuova era delle etichette energetiche: Database, QR code e simbolo “smart”.      Le etichette che indicano l’efficienza energetica di elettrodomestici come frigo e lavatrici, passano a una nuova versione e ...

23/03/2017

4 milioni di euro per lo sviluppo delle smart grid in Sardegna

Termina il 20 luglio il termine per la presentazione delle domande per il bando “Azioni per lo sviluppo di progetti sperimentali di reti intelligenti nei Comuni della Sardegna”     La Regione autonoma della Sardegna ha ...

22/03/2017

La Strategia Energetica Nazionale secondo ITALIA SOLARE

I suggerimenti di Italia Solare nella definizione della Strategia Energetica Nazionale per il superamento degli ostacoli alla crescita delle energie rinnovabili     In queste settimane Governo e Parlamento stanno lavorando alla definizione ...

20/03/2017

Innovazione, presente e futuro del Sistema a Cappotto

Alessandro Monaco, nuovo Coordinatore della Commissione Comunicazione del Consorzio Cortexa ci racconta come sta cambiando il mercato dei sistemi di isolamento a cappotto e gli obiettivi futuri del Consorzio     CORTEXA, Consorzio per la ...

16/03/2017

11 stati dell’UE hanno raggiunto gli obiettivi rinnovabili al 2020

Crescono le energie rinnovabili in Europa che è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi al 2020. L’Italia ha raggiunto il target, alcuni paesi dovranno impegnarsi di più     L’Eurostat ha pubblicato i dati ...

16/03/2017

Una Chiesa green e con tetto fotovoltaico

Un edificio religioso all’avanguardia, passivo e CO2 neutral, realizzato con approccio ecosostenibile e circondato da 10.000mq di parco     Sarà realizzato in tempi brevi a Salerno, nei quartieri Torrione e Sala Abbagnano che ...

15/03/2017

Nuova VIA per rilanciare la crescita sostenibile del paese

Il CDM ha approvato la nuova disciplina su valutazione di impatto ambientale adeguandosi così alla normativa europea: semplificazione e tempi più brevi     Il Consiglio dei ministri lo scorso 10 marzo ha approvato, su proposta del ...