IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Progetto europeo iNSPIRE: raccolti i dati sull'efficienza energetica degli edifici

Progetto europeo iNSPIRE: raccolti i dati sull'efficienza energetica degli edifici

Analizzato il patrimonio edilizio di 27 paesi EU da un Gruppo internazionale coordinato dall’EURAC

Un gruppo internazionale di ricercatori coordinato dall’Istituto per le Energie Rinnovabili dell’EURAC, nell’ambito del progetto iNSPiRe, ha raccolto, verificato e integrato una serie di dati sugli edifici esistenti in 27 paesi europei, responsabili del 40 per centro del consumo di energia. Si tratta di un database prezioso e molto utile per definire le politiche energetiche sia a livello nazionale che europeo.  
Il database elaborato dai ricercatori considera in prevalenza gli edifici costruiti tra il secondo dopoguerra e gli anni ottanta. “In quegli anni l’assenza di regole per l’efficienza energetica ha comportato che oggi questi complessi siano responsabili del 40 per cento dell’energia totale consumata a livello europeo. Migliorarli è quindi fondamentale in un’ottica di riduzione delle emissioni inquinanti e di rispetto degli obiettivi sul clima dettati da Bruxelles per il 2020” spiega Roberto Fedrizzi, responsabile del progetto iNSPiRe e coordinatore del gruppo di ricerca sui sistemi termici all’Istituto per le Energie Rinnovabili dell’EURAC. “Il database può diventare uno strumento importante per definire politiche energetiche sia a livello nazionale che europeo, partendo da un’analisi concreta della situazione attuale” conclude Fedrizzi.

In particolare i ricercatori hanno analizzato i dati su riscaldamento, raffrescamento e fornitura di acqua calda e calcolato il consumo medio per metro quadro in ognuno dei 27 stati europei. Emerge un dato interessante: nonostante climi diversi infatti, i consumi per il riscaldamento non variano in modo considerevole tra stati del nord Europa e dell’area mediterranea. Questo dato, secondo i ricercatori, dipende dal fatto che nei paesi nordici sono state scelte soluzioni costruttive migliori per isolare dal freddo. Gli edifici residenziali europei consumano in media 140 chilowattora per metro quadro all’anno per il riscaldamento. Per la fornitura di acqua calda ne servono invece in media 25 e altri 20 per il raffrescamento estivo. Nel calcolo sono state considerate le differenze tra uffici, abitazioni unifamiliari e condomini, valutando anche le caratteristiche di elementi costruttivi come il tetto, le pareti e i serramenti.

Oltre a tracciare un quadro approfondito dei consumi, i dati ottenuti permettono di esaminare la spesa media delle famiglie e di calcolare la convenienza di una ristrutturazione. In Italia per esempio, dove i consumi si allineano alla media europea, il costo medio per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria in un appartamento di 70 metri quadri si aggira intorno a 1400 euro l’anno. Secondo i calcoli dei ricercatori questa spesa potrebbe essere ridotta dal 50 al 70 per cento con interventi sull’involucro, sulle finestre e sugli impianti termici.

La seconda fase del progetto iNSPiRe che durerà ancora due anni è dedicata a ottimizzare gli interventi di riqualificazione efficiente: il gruppo di lavoro individuerà e testerà soluzioni pratiche di risanamento che combinano tecnologie passive, come l’isolamento e la sostituzione di finestre, e attive come l’installazione di sistemi termici e di ventilazione.

TEMA TECNICO:

Efficienza energetica

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/10/2017

Da greenbuilding a smartbuilding

Gli edifici sono sempre più smart ed efficienti dal punto di vista energetico e del comfort. Come sta evolvendo l’edilizia sostenibile? Se ne è parlato a KlimahouseCamp     In occasione della seconda edizione di ...

09/10/2017

Efficienza energetica, si migliora ma non abbastanza

IEA pubblica il Rapporto Energy Efficiency 2017, che evidenzia i progressi compiuti a livello globale nelle politiche per l'efficienza energetica e l'impegno che ogni governo deve assumere per non rallentare un processo importantissimo per futuro energetico ...

20/09/2017

2 bandi in Puglia per l'efficienza energetica

La Puglia continua a investire nell'efficientamento energetico degli edifici pubblici e promuove 2 bandi per un totale di 220 milioni    Gli assessori regionali allo Sviluppo economico Michele Mazzarano e al Bilancio Raffaele Piemontese, in ...

19/09/2017

Ecobonus hotel cumulabile con “super ammortamento”

La risoluzione dell'Agenzia delle Entrate 118/E sancisce la possibilità di cumulare le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione negli hotel con il super ammortamento       L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato ...

14/09/2017

Risparmio energetico alla portata di tutti

Efficientamento energetico significa consumare meno energia, emettere meno polveri sottili in atmosfera, respirare un’aria migliore. Si può fare efficienza a partire dalle valvole termostatiche     La presentazione della nuova ...

13/09/2017

Un webinar per scoprire i vantaggi dei sistemi a cappotto

Torna il 22 settembre il webinar Cortexa che approfondirà tutti i vantaggi dei sistemi di isolamento a cappotto in termini di efficienza energetica, isolamento termoacustico e protezione degli edifici     Cortexa, il Consorzio che da 10 ...

11/09/2017

Bando per riqualificazione energetica delle case ERP in Liguria

Efficientamento energetico delle case popolari in Liguria grazie al progetto EnerSHIFT. Domande entro il 15 novembre     Le ESCo hanno tempo fino al 15 novembre per partecipare al bando del primo progetto pilota a livello nazionale destinato ...

08/09/2017

Nasce a Milano un distretto smart a energia zero

Sono partiti nel capoluogo meneghino, nell'ambito del progetto “Sharing Cities”, i lavori per la realizzazione del primo quartiere a basso impatto ambientale    
Lo scorso agosto sono ufficialmente partiti i lavori nel ...