IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il progetto NeighborHub vince il Solar decathlon 2017

Il progetto NeighborHub vince il Solar decathlon 2017

Il Solar Decathlon di Denver negli USA è stato vinto da un team svizzero con il progetto NeighborHub, una casa solare a servizio del quartiere e della comunità

 

Il progetto svizzero NeighborHub ha vinto il Solar Decathlon 2017

 

Il team svizzero composto da partecipanti dell'Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL), della Scuola di Ingegneria e Architettura di Friburgo (HEIA-FR), della Scuola d' Arte e Design di Ginevra (HEAD) e dell'Università di Friburgo (UNIFR), ha vinto, con il progetto NeighborHub, il prestigioso Solar Decathlon 2017 a Denver negli Stati Uniti, con un team che ha coinvolto in due anni di lavoro 250 studenti, di cui 44 a Denver, 150 supervisori del settore professionale e accademico e quasi 50 sponsor.

 

Solar Decathlon è un concorso internazionale di edilizia sostenibile promosso dal Dipartimento dell’energia statunitense, che rappresenta un’opportunità unica di apprendimento attraverso l’applicazione di diversi concetti teorici su un caso di studio pratico, in un contesto internazionale.  

 

La sfida su cui si "battono" i diversi team è quella di realizzare un prototipo di abitazione di circa 100 mq alimentata esclusivamente dalle rinnovabili, e di testarne l’efficienza e la qualità ambientale secondo 10 precisi parametri per un periodo di un mese. Il progetto NeighborHub è salito sul podio per 8 prove su 10, per 6, tra cui architettura, gestione dell'acqua, salute e comfort, vita domestica, energia e ingegneria, ha vinto il primo premio.


Il progetto in realtà è inusuale per il concorso perché non è un'abitazione ma uno spazio multifunzionale a servizio della comunità, integrabile in qualsiasi struttura urbana, i ragazzi del team temevano di poter subire penalizzazioni per questa scelta che invece è stata premiata. 
NeighborHub trae tutta la sua energia dai pannelli solari installati solo sulle facciate dell'edificio, massimizzando così la superficie utilizzata. Nella scelta di pannelli in facciata un problema potrebbe essere quello dell'ombreggiamento dovuto alla presenza di altri edifici che magari ostruiscono la luce del sole. Proprio per questo il team ha sviluppato un'innovativa tecnologia attraverso l'uso di ottimizzatori di potenza che sono stati installati su ogni pannello per monitorare e regolare continuamente le prestazioni dei moduli solari.

Grazie a questa tecnologia, il NeighborHub genera più energia di quanta ne abbia bisogno e il tetto può essere utilizzato per altri scopi, come per la promozione della biodiversità e la coltivazione di diverse specie di piante.

La struttura è tutta in legno e sono integrati sistemi di ventilazione nturale e di raccolta delle acque piovane.  

 

 Il progetto svizzero NeighborHub ha vinto il Solar Decathlon 2017

Il team che ha lavorato al progetto è molto soddisfatto per i suoi possibili sviluppi, considerando che NeighborHub dimostra che è possibile produrre abbastanza energia per un intero edificio utilizzando pannelli solari installati solo in facciata. 

 

La casa sarà luogo di incontri e scambi culturali, ospiterà attività e sarà un luogo nel quale le persone potranno condividere momenti della loro vita e confrontarsi principalmente su sette temi guida: energia, gestione delle risorse idriche, gestione dei rifiuti, mobilità, cibo, materiali e biodiversità. 

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
22/02/2018

Un nuovo simbolo per l'architettura e l'efficienza energetica

Il nuovo masterplan di Xiantao Big Data Valley  in Cina diventerà un distretto completamente autonomo destinato ad uso uffici, e integrato da appartamenti SOHO, spazi commerciali, scuole, un albergo di lusso e altre strutture, spazi verdi, ...

21/02/2018

Un grattacielo in legno di 70 piani

W350 Plan, che sarà costruito a Tokyo nei prossimi 20 anni, con i suoi 350 metri di altezza sarà il più alto grattacielo in legno mai realizzato, pensato con l'obiettivo di creare città rispettose dell'ambiente e che sfruttino una ...

12/02/2018

Un laboratorio riqualificato NZEB

TeicosLab è il primo edificio di Milano a uso laboratorio riqualificato come Nzeb e classificato in categoria A4+  

E’ stato inaugurato nei giorni scorsi a Milano TeicosLab, la nuova sede operativa di Teicos Group, ...

08/02/2018

Un hotel galleggiante ed ecofriendly sta per sorgere in Svezia

Ispirato all’epoca in cui il legno degli alberi veniva trasportato sui fiumi, l’hotel galleggiate “Artic Bath” promette paesaggi mozzafiato e impatto quasi zero sull’ambiente.     In Svezia, sul fiume Lule, sta per ...

07/02/2018

Gli edifici NZEB, caratteristiche e prestazioni

Venerdì 9 febbraio parte il TOUR sugli edifici NZEB, che necessitano di poca energia e vantano alte prestazioni, promosso e partecipato da SOLARTEG in collaborazione con l'ente organizzatore AssForm     Solarteg, in ...

06/02/2018

RiceHouse: il riso come risorsa edilizia del futuro

L’innovativa idea di Tiziana Monterisi ha vinto il premio speciale dell’Agenzia CasaClima nell’edizione 2018 di Klimahouse Startup Award, competizione incentrata sull’innovazione green e i giovani imprenditori del ...

31/01/2018

Un futuristico grattacielo in grado di ridurre lo smog

Il grattacielo green Tao Zhu Yin Yuan in Taiwan progettato dall’eco-architetto Vincent Callebaut pensato per diminuire le emissioni di CO2     Le metropoli asiatiche si sviluppano e crescono a vista d’occhio, proiettate sempre di ...

25/01/2018

Un eco resort che unisce design e ecologia

Naman Retreat Hay Hay è il resort eco-friendly di Vo trong Nghia Architects in corso di realizzazione nel cuore del Vietnam     Il Vietnam offre alcune delle spiagge più belle al mondo: qui sorge il resort lussureggiante che ...