Advertisement

250 milioni di euro per l’efficienza energetica degli istituti scolastici

Aperto il nuovo bando del fondo rotativo per Kyoto, le domande per gli interventi di efficientamento si possono inviare entro il 18 ottobre 2016

In Gazzetta Ufficiale n. 93 del 21 aprile 2016 è stato pubblicato il comunicato di riapertura dello Sportello per presentare le domande di accesso, a valere sul Fondo Kyoto, ai finanziamenti agevolati per l’efficientamento energetico degli edifici scolastici di proprietà pubblica, ai sensi dell’articolo 9 del DL 91/2014.

Il fondo mette a disposizione 250 milioni di euro attraverso la concessione di finanziamenti a tasso agevolato dello 0,25%, per interventi di efficientamento energetico su tutti i tipi di edifici pubblici scolastici, compresi gli asili nido e gli istituti per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM). Rientrano nel bando i progetti che porteranno a un miglioramento di due classi del parametro di efficienza energetica dell’edificio in un arco temporale massimo di 3 anni, si richiede inoltre il rispetto dei requisiti tecnici minimi e dei costi unitari massimi individuati dal Conto termico del Dm 28 dicembre 2012, l’adeguamento impiantistico, antisismico e di sicurezza e la bonifica dell’amianto.
I Fondi saranno assegnati in base all’ordine cronologico di ricezione delle istanze, previo verifica della corretta compilazione e delle completezza documentale delle stesse.
Possono accedere ai prestiti agevolati i soggetti pubblici proprietari degli immobili o che abbiano in uso gli immobili pubblici e i Fondi di investimento chiusi, costituiti ai sensi dell’articolo 33,comma 2, del decreto legge 6 luglio 2001,n. 98, convertito con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111 e s.m.i.

Le domande possono essere presentate entro le ore 17,00 del 18 ottobre 2016.

Le modalità di accesso al bando, di concessione e di erogazione dei finanziamenti a tasso agevolato, sono contenute nel Decreto interministeriale n. 66 del 14 aprile 2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 109 del 13 maggio 2015.

I moduli di domanda di ammissione all’agevolazione da compilare per la presentazione delle istanze sono allegati in calce al DM 40/2016.

Molto soddisfatto il Sottosegretario all’Ambiente, Silvia Velo che nel presentare il bando ha sottolineato che si tratta di un intervento che migliorerà la qualità dell’aria nelle città e aiuterà la riqualificazione del patrimonio scolastico e che inoltre darà darà un impulso al settore dell’efficientamento energetico.
Con lo stesso bando nel 2015 sono state presentate istanze pari a 103 milioni di euro per la realizzazione di progetti di efficientamento (190 progetti ) ed alla esecuzione di diagnosi energetiche (409 richieste).

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Efficienza energetica, Incentivi e finanziamenti agevolati

Le ultime notizie sull’argomento