IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Il giusto calore, tra risparmio energetico e alte prestazioni

Il giusto calore, tra risparmio energetico e alte prestazioni

Se si vive in montagna o vicino a zone boschive probabilmente conviene installare una caldaia a condensazione a biomassa, ma se si vive in citt, a temperature che in inverno oscillano tra 0 e 10 gradi, meglio una pompa di calore aria acqua. In ogni caso la soluzione pi idonea quella su misura, studiata a tavolino con tecnici e operatori del settore e calibrata sulle nuove tecnologie

A cura di: Claudia Capperucci

 

Le tecnologie per il riscaldamento della casa sono ormai tante sul mercato, la cosa più difficile è stabilire quale si sposa meglio con il proprio tipo di abitazione e con lo stile di vita e naturalmente quale segna il costo minore in bolletta. Non esiste una soluzione univocamente buona per tutti.

Caldaie a condensazione a gas

Tra i sistemi più efficienti e diffusi di riscaldamento ci sono le caldaie a condensazione. L’acqua si scalda grazie al calore della combustione ma nelle caldaie a condensazione i gas di scarico prodotti (che normalmente passano nella canna fumaria), vengono “convertiti” in vapore acqueo e immessi come componente energetica nel circuito di riscaldamento. I fumi prodotti con la combustione vengono raffreddati fino ad essere riportati allo stato liquido.

 

Rispetto alle tradizionali caldaie sono più costose ma anche più efficienti, nelle tradizionali, infatti, parte del calore prodotto dalla combustione viene disperso attraverso un camino perché in queste la condensazione rischierebbe di danneggiare l’impianto. In quelle a condensazione, invece, il calore latente viene recuperato, ottenendo maggiore efficienza energetica. La potenza necessaria per il riscaldamento di un appartamento medio (100 mq circa) è di circa 10 kw, per la produzione dell’acqua calda sanitaria intorno a 25 – 35 kw.

 

Non è difficile sostituire una caldaia tradizionale con una a condensazione perché la canna fumaria della prima può facilmente contenere il condotto dei fumi a gas della seconda che ha un diametro molto piccolo.

 

A SERIE ECO - CALDAIE A CONDENSAZIONE di Atag

La Caldaia a condensazione A Serie Eco di Atag per uso residenziale, garantisce meno CO2 nell'ambiente e più risparmio energetico.

 

Il costo di una caldaia a condensazione ha un range molto ampio, varia dai 1.000 euro (le più economiche) ai 2.500 euro, quasi il doppio di una tradizionale. Ma il risparmio in bolletta (con una caldaia a condensazione rispetto a quelle tradizionali) è di circa il 35%. Inoltre, le caldaie a condensazione registrano una diminuzione delle emissioni nocive in atmosfera di circa il 75%.

 

E' bene ricordare che questo tipo di impianto richiede una manutenzione periodica a norma di Legge al fine di garantirne il massimo delle prestazioni e l’efficienza nel tempo. Una volta l’anno un esperto del settore dovrebbe fare la pulizia dell’apparecchio e inoltre, ogni 4 anni deve essere effettuata la prova fumi, ossia un’operazione che ne verifichi la temperatura fumi e i valori di tiraggio.  

 

La Camera nei giorni scorsi ha approvato il testo della Legge di Bilancio 2019, resta dunque confermato l’ecobonus come per il 2018, ovvero: chi installa una caldaia a condensazione in classe A può richiedere la detrazione fino al 65% delle spese sostenute. La detrazione è al 65% se l’apparecchio è munito di valvole evolute per la termoregolazione. In assenza di queste la detrazione da poter richiedere è del 50% delle spese sostenute.

 

 

La caldaia murale a condensazione Vitodens 200-W di Viessmann

La caldaia murale a condensazione Vitodens 200-W di Viessmann presenta campo di modulazione fino a 1:20. Permette la riduzione delle accensioni e degli spegnimenti della caldaia, consumando meno e abbattendo le emissioni inquinanti. Si distingue per la tecnologia all’avanguardia: lo scambiatore di calore Inox-Radial in acciaio inox, il bruciatore a irraggiamento MatriX e il nuovo software Lambda Pro Control Plus per il controllo di combustione. L’impianto è gestibile anche a distanza grazie all’App Vicare.

Caldaie a condensazione a biomassa

Un’altra tecnologia molto interessante è la caldaia condensazione a biomassa (legno o pellet). Nel caso del legno, è necessario avere una certa facilità nel reperimento del combustibile e disporre di un ambiente utile (non umido) per lo stoccaggio. In caso contrario si può optare per il pellet.

 

CALDAIA A LEGNA S1 TURBO di Froling

La nuova caldaia a legna Froling (15 - 20 kW) riunisce in sé tutte le caratteristiche di un moderno impianto di riscaldamento a biomassa, garantendo una combustione sempre perfetta. L'aspirazione dei gas sopra la porta di caricamento impedisce qualsiasi uscita di fumo anche durante la ricarica. La nuova S1 Turbo è caratterizzata da rendimenti elevati, lunghi intervalli di ricarica, basse emissioni e ridotti consumi elettrici.

 

Le caldaie a condensazione a legna funzionano attraverso combustione a fiamma inversa: la fiamma è orientata verso il basso e la carica del combustibile è collocata nella parte alta dell’impianto. Con questa tecnologia, lo spazio del combustibile può essere caricato al massimo senza che la legna bruci tutta insieme. Quelle “aspiranti” hanno un aspiratore dietro l’uscita dei fumi, mentre quelle di tipo “soffiate” hanno un ventilatore di fronte all’uscita dei fumi.

 

La potenza media di una caldaia a legna per uso residenziale oscilla da 20 a 50 kw circa e sono ideali per il riscaldamento di abitazioni monofamiliari di montagna (dove c’è abbondanza di legna) e di piccoli condomini con impianto centralizzato. Per questo tipo di caldaie si possono utilizzare anche alcuni derivati del legno come segatura e truciolati vari.

 

Le caldaie a pellet presentano un risparmio in bolletta fino al 50%, ma hanno un costo che si aggira intorno a 4 – 5 mila euro. L’alimentazione può essere dall’alto (come per le stufe a pellet, il combustibile scivola sul bruciatore), dal basso o laterale. Il costo di un sacco di pellet da 15 kg è di circa 4 – 5 euro.

 

PELLETTI MAXI TOUCH - CALDAIA A PELLET di Paradigma

PELLETTI MAXI TOUCH di Paradigma è una caldaia a pellet dal design moderno, affidabile e funzionale, in classe energetica A+ secondo ErP, è disponibile in una gamma di potenza da 56 kW

 

La sostituzione di una caldaia di tipo tradizionale con una a condensazione permette di risparmiare circa il 20 -30% sulla bolletta del gas, ancora di più se abbinata a pannelli solari termici (in questo caso si può arrivare fino a un risparmio del 50%). Per risparmiare, inoltre, ricordiamoci di non impostare il termostato su temperature superiori ai 20°. 

 

Pompe di calore

L’alternativa al gas e ad altre forme di combustibili, per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, è rappresentata dalle pompe di calore: queste utilizzano l’energia elettrica per prelevare il calore da aria, acqua e sottosuolo e trasferirlo in casa. E possono anche funzionare al contrario, cioè in estate possono raffrescare gli ambienti.

 

Pompa di calore Arianext Compact M Link di Chaffoteaux

Riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria tutto in un ingombro in pianta di soli 600x600 mm, Arianext Compact M Link di Chaffoteaux è la pompa di calore idronica e monoblocco, lcon un range di funzionamento che comprende una temperatura esterna tra i -20 e i 35 °C. Un’efficienza facile da gestire, anche a distanza, grazie al kit di connessione e all’App ChaffoLink, che consente di gestire la temperatura di casa e la programmazione del termostato con un semplice smartphone.

 

Esistono vari tipi di pompe di calore: aria – aria (condizionatori dotati di un inverter); aria – acqua, che riescono a prelevare il calore dall’esterno (meglio se la temperatura oscilla tra 0 e 10 gradi) e lo distribuiscono in casa attraverso i radiatori o i sistemi radianti; acqua – acqua, utilizzano falde (fiumi, laghi o mare); terra – acqua, sfruttano il calore geotermico della terra (l’installazione dell’impianto parte dall’esterno).

 

Pompa di calore Thermalia di Hoval

Le pompe di calore terra/acqua e acqua/acqua Thermalia® di Hoval ricavano energia dal terreno o dalle falde acquifere. Sono particolarmente adatte per case monofamiliari, edifici abitativi, commerciali o comunali di medie dimensioni 

 

L’istallazione, chiavi in mano, di un impianto pompa di calore aria – acqua oscilla tra 5 e 10 mila euro. Le pompe di calore ad alta efficienza e a basso assorbimento di energia possono usufruire dell’ecobonus 2018, con detrazioni fino al 65% con un tetto massimo di spesa di 30 mila euro che, come dicevamo, è stato rinnovato con l’approvazione del nuovo testo della Legge di Stabilità 2019.

TEMA TECNICO:

Efficienza energetica

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
16/07/2019

Povert energetica, lefficienza riduce il problema

Sono più di due milioni gli italiani in condizioni di energy poverty. Un problema che può essere arginato mediante l’efficienza energetica in edilizia   a cura di Andrea Ballocchi     Indice degli ...

15/07/2019

Le residenze sostenibili ad Eindhoven

Portare il verde nel centro città per garantire una qualità di vita sostenibile ed efficiente alle future generazioni: il nuovo complesso residenziale Nieuw Bergen in corso di costruzione a Eindhoven progettato da MVRDV.   a cura ...

12/07/2019

Autoconsumo: la microrete intelligente di Casa Siemens

L’obiettivo autoconsumo rappresenta uno dei capisaldi di Siemens che ha deciso di intraprendere la strada della decarbonizzazione impegnandosi per raggiungere una riduzione del 50% di emissioni entro il 2020. Per conseguire questo progetto ...

09/07/2019

Mobilit sostenibile: liniziativa di Fotovoltaico Semplice per un impatto zero

Il progetto di mobilità sostenibile lanciato da Fotovoltaico Semplice, azienda di proprietà del gruppo IMC Holding, vuole incentivare la diffusione dei mezzi di trasporto a impatto zero. Alla guida della società Daniele Iudicone e Mauro ...

03/07/2019

Centrali aperte e interattive: liniziativa di Enel Green Power

Anche quest’anno Enel Green Power ha aperto le porte delle sue centrali con una novità: il progetto “Centrali Interattive”. Questa iniziativa, inaugurata nella prestigiosa centrale Taccani di Trezzo sull’Adda, coinvolge il ...

27/06/2019

Traverse ferroviarie in gomma: la sfida sostenibile di Greenrail

La realizzazione di traverse ferroviarie in gomma può sembrare una sfida fuori dal comune, eppure è realtà grazie a Giovanni Maria De Lisi e alla start up Greenrail™ da lui fondata nel 2012. Il progetto delle traverse ...

19/06/2019

822.301 impianti fotovoltaici in esercizio nel 2018

Il GSE ha pubblicato sul proprio sito il Rapporto Statistico sul Solare Fotovoltaico 2018: lo scorso anno il nostro paese con 822.301 impianti fotovoltaici in esercizio, ha prodotto circa 23mila GWh. Cresce il numero degli impianti, grazie soprattutto ...

18/06/2019

Riqualificazione energetica: a San Donato Milanese lintervento di Rete Irene

Rete IRENE ha di recente inaugurato un edificio a San Donato Milanese su cui è stato attuato un intervento di riqualificazione energetica con sistema a cappotto. La riqualificazione ha permesso di incrementare il comfort abitativo e di ...