Advertisement

Entro il 2030 il 25% della domanda di energia elettrica in UE soddisfatto da eolico

Nuovo Report Ewea: nei prossimi 15 anni l’eolico raddoppierà la propria capacità installata

Secondo le ultime previsioni dell’EWEA, associazione europea dei produttori di energia eolica, l’energia eolica entro il 2030 riuscirà a soddisfare un quarto della domanda di energia elettrica in Europa, se gli Stati membri saranno in grado di mantenere i loro impegni su clima ed energia.

In particolare l’Ewea stima che nei prossimi 15 anni l’eolico aumenterà la propria capacità installata in Europa a 320 gigawatt, coprendo così il 24,4% della domanda di energia elettrica in tutto il vecchio continente. Più del doppio dei 128,8 gigawatt attuali, che soddisfano circa il 10% del fabbisogno elettrico.

Kristian Rubino, Direttore Policy Officer della European Wind Energy Association, ha dichiarato: “Alla fine del prossimo decennio, l’energia eolica sarà la spina dorsale del settore energetico europeo”.

Nello scenario più fattibile previsto dall’associazione del vento, con 254GW provenienti da impianti onshore e 66GW da impianti off-shore, l’industria eolica europea fornirà fino a 334.000 posti di lavoro diretti e indiretti nel 2030.

Per quanto riguarda l’Italia nel 2030 nel nostro Paese sono attesi tra i 10,7 e i 17,2 GW di potenza eolica installata, a seconda dei diversi scenari.

Tuttavia, le previsioni sono condizionate da una serie di fattori sul fronte politico e normativo che garantiscano che venga raggiunto l’obiettivo UE del 27% di energie rinnovabili per il 2030. A questo proposito la Commissione europea deve fornire chiare indicazioni per permettere che gli Stati membri propongano robusti piani di azione nazionali per le energie rinnovabili e rimangono sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo comune.

Scarica il Rapporto Wind energy scenarios for 2030

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico

Le ultime notizie sull’argomento