SENEC e i consigli per affrontare le spese invernali



Come affrontare le spese energetiche invernali? Ce lo spiega SENEC

SENEC

Con l’arrivo dell’inverno cresce l’apprensione per il caro bollette. Gli italiani si preparano ad affrontare spese considerevoli legate al costo dell’energia e del gas e le previsioni per la stagione invernale parlano di una variabilità di clima con alternanza di periodi miti e ondate di gelo particolarmente rigide. Dinnanzi a questo scenario SENEC ha raccolto una serie di consigli da mettere in atto per cercare di affrontare al meglio le spese energetiche.

Come affrontare le spese energetiche invernali? Ce lo spiega SENECL’instabilità climatica prevista per l’inverno avrà una significativa ricaduta sui costi energetici degli italiani con una stima dell’aumento di prezzo nelle bollette di luce e gas rispettivamente del 60% e del 70%.

Per far fronte a questa situazione critica il Ministero della Transizione Ecologica (MITE) ha pubblicato il Piano Nazionale di Contenimento dei Consumi e del Gas Naturale fissando gli obiettivi e le modalità volte ad assicurare il riempimento dei rifornimenti di gas al 90% della loro capienza totale e una rapida diversificazione della provenienza di quello importato.

Secondo Enea, l’attuazione corretta del piano potrebbe generare un risparmio effettivo di circa 600€ a famiglia; affinché questo risparmio possa essere perseguito è, però, necessario che i privati adottino comportamenti più virtuosi nei propri consumi.

I consigli di SENEC per risparmiare sui costi dell’energia

SENEC ha deciso di offrire un concreto contributo ai privati aiutandoli ad adottare comportamenti virtuosi attraverso una mini-guida che spiega non solo come ridurre i consumi, ma anche come diventare indipendenti dal punto di vista energetico.I consigli di SENEC per risparmiare sui costi dell'energia

Conoscere i propri consumi

La prima cosa importante da fare per poter risparmiare sui costi energetici è avere consapevolezza dei consumi della casa; nello specifico è importante definire i consumi legati ai diversi elettrodomestici, identificando quali sono quelli che consumano più energia per evitarne l’uso, o limitarlo, quando non strettamente necessario.

Per poter acquisire tale consapevolezza è necessario calcolare quanti kWh vengono utilizzati da un determinato elettrodomestico: è sufficiente moltiplicare la sua potenza espressa in kW per il tempo di impiego.

Gli accorgimenti da adottare per risparmiare energia

Una volta chiarita la parte relativa ai consumi, e aver identificato le fonti responsabili di una maggiore spesa, è bene capire in che modo utilizzare gli elettrodomestici per ottenere il maggior risparmio possibile.Gli accorgimenti da adottare per risparmiare energia secondo SENECSENEC consiglia alcune semplici strategie per ridurre le spese energetiche casalinghe:

  • “accumulare” l’utilizzo degli elettrodomestici, ossia fare una lavatrice ogni due o tre giorni a pieno carico anziché farla tutti i giorni per lavare pochi indumenti,
  • impostare il programma eco che, nonostante la durata più lunga, si realizza con delle temperature più basse e quindi meno energivore.
  • staccare la spina, quando possibile, per non impattare sull’importo della bolletta, in particolare sul lungo periodo; se si considera un solo dispositivo la spesa non sarà particolarmente onerosa, ma la situazione inizia a cambiare quando la maggior parte dei dispositivi elettrici presenti in casa è attaccata 24h su 24 alla presa.

Iniziare a pensare all’energia sostenibile

A questi accorgimenti pratici, applicabili giornalmente da chiunque, devono necessariamente far seguito una serie di interventi più strutturali in grado di ridurre in modo significativo i costi energetici e salvaguardare l’ambiente.

Questi interventi riguardano l’installazione di sistemi di produzione energetica rinnovabile. Stiamo parlando, in particolare, di sistemi integrati che utilizzano il fotovoltaico abbinato all’accumulo, permettendo di soddisfare autonomamente fino all’80% del proprio fabbisogno energetico.

Il risparmio perseguibile installando un sistema integrato costituito da pannelli solari, sistema di accumulo e pompa di calore si attesta, nel lungo periodo, intorno al 50-60%.

A proposito di sistemi di accumulo SENEC propone SENEC.Home V3, ideale per qualsiasi esigenza di capacità di accumulo residenziale, sia in caso di impianti fotovoltaici nuovi che già esistenti e caratterizzato da funzionamento intelligente che ottimizza l’autoconsumo energetico riducendo di conseguenza i costi in bolletta.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

I prodotti dell'azienda

Focus prodotti dall'Azienda

SENEC produce nelle seguenti categorie