Sistema di montaggio Sun Ballast testato in galleria del vento

SUN BALLAST

Semplicità di installazione e resistenza hanno reso il sistema di montaggio Sun Ballast una soluzione di primaria importanza per il mercato. Si tratta di un sistema vincente le cui prestazioni sono state testate nella galleria del vento per lo studio di eventuali rotture, scivolamenti, sollevamenti e ribaltamenti conseguenti alla azione del vento.Galleria del vento di tipo GottingenIndice:

L’inclinazione attribuita al modulo fotovoltaico installato su coperture piane non è casuale, ma strettamente legata ai fattori di incidenza solare e al fattore vento, la cui intensità, variabile da zona a zona, è individuabile dalla normativa di riferimento che mostra una mappatura di base del territorio.

Basic srl, sempre al passo con i tempi e con l’innovazione, ha effettuato ulteriori prove nello scorso Maggio, testando il sistema di montaggio Sun Ballast nella galleria del vento.

Galleria del vento e strumentazione

Le prove sono state effettuate all’interno di una galleria di tipo Gottingen a ciclo chiuso, utilizzata in configurazione di camera di prova aperta, scegliendo un convergente con sezione finale 1,5 m x 1,5 m nel quale l’uniformità della velocità è verificata in modo continuo attraverso la presenza di 4 tubi di pitot, installati in accordo alla ISO 5801.

Il piano di sostegno dei campioni poggia su 4 celle di carico che misurano la forza verticale trasmessa e tutte le acquisizioni sono sincronizzate e continue per la durata della fase di prova con intervallo di campionamento di 0,5 s.

Il fattore di turbolenza calcolato per la galleria del vento di Newton con sfera da 5,5” vale 1,02 ovvero flusso d’aria con valori di turbolenza sotto 0,2%. Alla base del campione viene prevista l’installazione di un monitor che riporta la velocità del flusso.

Prove effettuate sul sistema di montaggio Sun Ballast

Oggetto del test è il sistema costruttivo Sun Ballast, costituito da una coppia di elementi in calcestruzzo opportunamente sagomati e realizzati al fine di sostenere e zavorrare i pannelli fotovoltaici, sottoposto a una velocità del vento che ha raggiunto il limite di ribaltamento.

La prova ha interessato tutti i modelli con inclinazioni comprese tra 0° e 35°, con moduli posati sia in verticale che in orizzontale; nello specifico sono stati utilizzati pannelli fotovoltaici con le seguenti dimensioni nominali :

  • pannello standard con dimensioni 1640 x 992 x 40 mm peso 18,7 Kg
  • pannello più grande con dimensioni 2024 x 1024 x 40 mm peso 20,3 Kg

I campioni sono stati posizionati su di un piano rigido in legno 2,5 m x 2,5 m e tra la base dell’elemento in calcestruzzo e piano sono state interposte delle guaine bituminosa, PVC, EPDM e polietilene.

Test su zavorra 10° da 60 Kg

Il test realizzato nella galleria del vento ha confermato i vantaggi del Sistema Sun Ballast:

  • Maggior fattore di sicurezza di tenuta al vento.
  • Costi acquisto e posa struttura ridotti;
  • Ottimizzazione degli spazi KW/mq, grazie alla possibilità di evitare più facilmente ombreggiamenti fissi in alcune ore o mesi dell’anno;
  • Impatto sulla paesaggistica ridotto.

I sistemi Sun Ballast hanno raggiunto, di fatto, la velocità media di resistenza e stabilità di 115 km/h e con l’aggiunta del carter si sono registrati risultati sorprendenti raggiungendo i 136 km/h (medi). Il picco è stato raggiunto, però, con la zavorra a 0° che ha sostenuto una velocità massima di circa 160km/h.

Si può stabilire che, a parità di potenza e caratteristiche dell’impianto, la differenza di resa fra un 5°/10° e un 30° potrebbe essere al massimo da un 3% al 5%.

Scarica il report completo del test effettuato in galleria del vento

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico

Altri articoli riguardanti l'azienda

I prodotti dell'azienda

Focus prodotti dall'Azienda