Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > La nuova sede Unipol a Milano: una torre tonda con serra bioclimatica

La nuova sede Unipol a Milano: una torre tonda con serra bioclimatica

Un altro grattacielo si aggiungerà presto allo skyline di Milano. Il nuovo quartier generale della Unipol, nella zona di Porta Nuova, sarà il primo della città a poter contare su una forma tonda. L'edificio punta alla certificazione LEED Platinum grazie alla serra bioclimatica e alle spiccate doti di efficienza energetica 

 

a cura di Tommaso Tautonico 

 

Nuova sede Unipol a Milano dalla forma tonda

 

Indice degli argomenti:

La città di Milano sta attraversando un periodo di trasformazione urbana senza precedenti. Tra la zone più attive c’è sicuramente Porta Nuova, dove tra le altre costruzioni spicca Gioia22, palazzo che sostituisce l’ex torre Inps, oggi di proprietà del fondo sovrano di Abu Dhabi.

 

È proprio in questa zona che sorgerà il nuovo headquarter Unipol, il progetto dello studio di architettura Mario Cucinella Architects, che ospiterà i circa 800 dipendenti del gruppo.
La nuova sede è caratterizzata da un design elegante e pragmatico frutto di uno sviluppo progettuale rigoroso, attraverso il quale ogni elemento dell’edificio, dal volume al sistema facciata, contribuisce alla creazione di una macchina efficiente” si legge sul sito dello studio di architettura.

 

La nuova sede Unipol a Milano: una torre tonda con serra bioclimatica

Headquarter Unipol: forma tonda e sistema di facciata

La torre Unipol era stata progettata già nel 2014, i lavori sono partiti nel 2018 con un anno di ritardo e dovrebbero terminare entro la metà del 2022. Ad oggi sono stati costruiti 13 dei 23 piani previsti fino ad arrivare ad un’altezza di 120 metri. I lavori procedono al ritmo di un piano alla settimana.


La particolarità del progetto sta nella sua forma tonda, ellittica, scelta da Mario Cucinella per facilitarne l’inserimento in una zona ad alta densità di costruzioni.

 

la nuova torre Unipol a Milano firmata MCA


L’edificio, sviluppato su una pianta di circa 1.400 mq, si basa su uno scheletro circondato da una imponente Diagrid, una rete di triangoli costituita da travi metalliche inclinate che costituirà la struttura portante perimetrale dell’immobile. I nodi portanti della struttura sono frutto del lavoro dei migliori saldatori artigiani sulla piazza.
La scelta di un sistema di facciata a rete, simboleggia lo schema delle relazioni della società moderna” dichiarano gli architetti, e prevede l’utilizzo di materiali come vetro e legno

Design, sostenibilità e serra bioclimatica

Si calcola che fra piani interrati e fuori terra, lo spazio della nuova sede si svilupperà per oltre 36.000 metri quadri di superficie lorda.

 

Nuova torre Unipol: tecnologie per l'efficienza energetica


Esternamente l’edificio è avvolto da una doppia pelle trasparente, studiata per isolarlo in inverno e riflettere la luce durante i mesi più caldi. A circa 70 metri di altezza, un atrio scavato all’interno della struttura diventerà una serra bioclimatica, uno spazio scenografico, utilizzato probabilmente come spazio espositivo.

 

Interni della nuova torre Unipol a Milano

 

La serra bioclimatica e la doppia pelle esterna, unita ai pannelli fotovoltaici sulla facciata e alla raccolta delle acque piovane, permetteranno all’edificio di ottenere la certificazione LEED Platinum.


Un progetto che dimostra la volontà di Unipol di realizzare un edificio non come mero investimento immobiliare, ma per promuovere un’architettura di elevato livello, attenta all’ambiente, con un occhio particolare all’edilizia sostenibile.

 

img by Mario Cucinella Architects

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
09/04/2020

Una galleria d’arte che produce energia dalla forza delle onde

La costa di Sochi, in Russia, potrebbe ospitare la Hydroelectric Sculpture Gallery, una galleria d’arte parzialmente sommersa. Oltre ad essere autosufficiente, grazie all’energia prodotta dal moto ondoso soddisferà ...

03/04/2020

Dune House, una casa vacanze nelle dune del Massachusetts

Una casa vacanze scolpita nelle dune di sabbia, completamente autosufficiente dal punto di vista energetico che conta sulla raccolta e riciclo dell’acqua piovana. Iper sostenibile per invertire il contributo dell’edilizia al cambiamento climatico, ...

27/03/2020

Canada: progettato il primo edificio in legno a zero emissioni di carbonio

Quello che sorgerà in Ontario è un progetto pensato per riunire in un edificio, la cultura indigena con quella occidentale. Un esempio concreto di come l’istruzione può contribuire a ridurre il danno ambientale, eliminando le ...

19/03/2020

Sossusvlei lodge: l’hotel sostenibile nel cuore del deserto africano

Un hotel di lusso, immerso in un oceano di dune, affioramenti rocciosi e pianure di ghiaia che promette, oltre a paesaggi mozzafiato, di ridurre al minimo l’impatto antropico su un ecosistema delicato come il deserto   la ...

19/03/2020

Torino, il Green Pea di Farinetti

Aprirà alla fine dell’estate. È il Green Pea, la nuova scommessa di Oscar Farinetti: un edificio per acquisti verdi, che mette in pratica i principi dell’architettura ecologica e li mostra per spiegarli ai futuri clienti. Il progetto ...

28/02/2020

Nuovo campus tecnologico di Shenzhen, che sembra una catena montuosa

Situato nella baia di Qianhaia in Cina, il nuovo campus tecnologico del colosso tecnologico cinese occuperà 133 ettari. Il suo profilo ondulato, i pannelli fotovoltaici e i numerosi spazi verdi dimostrano un connubio ...

26/02/2020

Efficienza energetica in alta quota: coś rinasce il borgo antico

In una borgata in Alta Val di Susa, a più di 1600 metri d’altezza, è stato avviato un progetto di riqualificazione che vede protagonista URSA Italia. Ecco le sfide affrontate.   a cura di Andrea Ballocchi     Indice ...

25/02/2020

Efficienza energetica negli edifici storici: le strategie per ridurre i consumi

La necessità di ridurre drasticamente le emissioni inquinanti, in un’epoca che sembra dirigersi sempre più verso un incontrollato declino ambientale, deve interessare in modo considerevole quella consistente fetta di edificato storico che ...