Rigenerazione urbana tra innovazione e sostenibilità

Appuntamento a Milano il 2 ottobre con REbuild, giornata di confronto con gli operatori dell’immobiliare per capire come far ripartire concretamente l’edilizia, iniziando da processi edilizi innovativi, più efficienti e produttivi

Rebuild a Milano il 2 ottobre

Si rinnova il 2 ottobre l’appuntamento con ReBuild di Milano, importante occasione di confronto tra gli operatori del settore immobiliare per comprendere come far ripartire l’edilizia, che da anni attende la definitiva fine della crisi, per far ripartire l’economia del paese.

Come ci ricordano le più importanti organizzazioni del settore, è necessario un cambiamento di prospettiva, a partire dall’adozione di processi edilizi innovativi, più efficienti e produttivi che possono assicurare la ripresa del mercato edile e la diffusione di processi di rigenerazione urbana. Secondo il McKinsey Global Institute, società internazionale di consulenza manageriale, potrebbe esserci un extra valore globale di oltre 1.600 miliardi di dollari e un potenziale recupero di produttività nelle costruzioni del 60%, il che significa diminuzione dei costi e aumento della redditività.

L’Italia rispetto ad altri paesi europei che hanno già introdotto significativi cambiamenti, è ancora indietro. In Inghilterra per esempio il Governo ha stabilito che entro il 2025 debbano essere dimezzati i tempi di costruzione e delle emissioni climalteranti, e ha fissato la diminuzione di un terzo dei costi e del gap tra import e export sul fronte della produzione.

Il 2 ottobre si confronteranno su questi temi i principali operatori del mercato pubblico e privato, tra cui Manfredi Catella di COIMA, Marco Sangiorgio, Direttore Generale di CDP Investimenti SGR e Pierfrancesco Maran, Assessore Urbanistica del Comune di Milano.

Stefano Venturi, Vicepresidente di Assolombarda, sottolinea che in Italia più del 60% degli immobili ha più di 50 anni e necessita di interventi di riqualificazione: “La rigenerazione urbana rappresenta un mercato potenziale che offre opportunità di business ancora largamente inesplorate a un vasto e differenziato numero di imprese”. E’ però indispensabile che ci sia la collaborazione tra tutti gli attori coinvolti, attraverso attività di “networking, di condivisione dell’innovazione e il riconoscimento di una nuova filiera che agisce sullo spazio costruito da rigenerare.”

Anche il Presidente di REbuild Thomas Miorin considera prioritario il cambiamento attraverso l’innovazione dei processi edilizi e proprio per questo il 2 ottobre saranno presentati i risultati di una ricerca condotta con CBRE e GBCI Europe che misura il valore economico che la sostenibilità apporta nei progetti immobiliari, considerando in particolare il “premium price dato dalla certificazione LEED”. Lo studio, primo in Italia, sarà commentato da rappresentanti del mondo Real Estate (Davide Albertini Petroni di Risanamento, Alessandro Mazzanti di CBRE Italia e Marco Recalcati di UniCredit).

REbuild Milano

2 ottobre 2018

dalle ore 13.30 presso Assolombarda in Via Pantano, 9 

La partecipazione è gratuita ma è necessario iscriversi

Sono previsti CFP per gli Ingegneri

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento