IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il Piemonte stanzia 30 mil di euro per l'efficienza energetica

Il Piemonte stanzia 30 mil di euro per l'efficienza energetica

Pubblicato dalla Regione un bando per l'efficientamento energetico delle strutture pubbliche dei comuni con almeno 5000 abitanti

 

La Regione Piemonte ha pubblicato un bando, nell'ambito del FESR 14-20, che ha l'obiettivo di sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio e ridurre i consumi energetici degli edifici e delle strutture pubbliche grazie alla riqualificazione energetica e all'utilizzo delle fonti rinnovabili nelle strutture pubbliche delle Province, della Città Metropolitana di Torino, dei Comuni e delle Unioni di Comuni con popolazione superiore a 5000 abitanti.

 

Il bando mette a disposizione 30 milioni di euro grazie a una combinazione di un contributo in conto capitale e di un prestito agevolato.

 

Il bando prevede due linee di intervento, per entrambe tutti gli interventi devono essere individuati da una diagnosi energetica effettuata prima della presentazione della domanda e gli edifici devono essere dotati di Attestato di Prestazione Energetica (APE).

La Linea A, riguarda gli interventi di riduzione della domanda di energia dell’edificio che, secondo l'APE, presenti un indicatore della prestazione energetica invernale del fabbricato di qualità “MEDIA” o “BASSA”; revisione degli impianti a fonti fossili, con incremento dell’efficienza, anche mediante l’impiego di mix tecnologici e loro asservimento ai sistemi di telegestione e telecontrollo.

La Linea B, interessa l'installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all’autoconsumo. Sono ammissibili gli interventi asserviti ad edifici esistenti con prestazione energetica invernale del fabbricato di qualità “MEDIA” o “ALTA” secondo quanto riportato nell’APE


Possono beneficiare del bando le Province piemontesi, la Città Metropolitana di Torino, i Comuni piemontesi con popolazione superiore a 5.000 abitanti, le Unioni di Comuni della Regione Piemonte che raggiungano una popolazione complessiva superiore a 5.000 abitanti. L'agevolazione concessa concorre fino al 90% delle spese ammissibili, comunque entro il limite massimo di 2.700.000 Euro.

Le domande possono essere inviate a partire dalle ore 9,00 del 5 giugno 2017 ed entro le ore 12,00 del 18 settembre 2017.
Le domande devono essere inviate utilizzano la procedura disponibile per via telematica.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia