Advertisement

Concorso “Energia sostenibile nelle città”, vince l’Umbria

Il progetto vincitore

Il comfort abitativo di pari passo con la sostenibilità ambientale. Sono questi, in estrema sintesi, i due obiettivi che si prefigge il progetto “la bioarchitettura e il social housing”, presentato dalla Regione Umbria nell’ultima edizione di Urbanpromo. Il progetto, tra quelli iscritti al Concorso nazionale “Energia sostenibile nelle città” promosso dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e dal Ministero dell’Ambiente, è risultato il più votato dai visitatori della rassegna veneziana di marketing urbano e territoriale, e come tale si è aggiudicato il titolo di vincitore della sezione C della seconda edizione del concorso.

Il progetto umbro muove dall’approvazione della legge regionale n.23 nel 2003, che ha previsto la realizzazione di interventi di edilizia residenziale finalizzati alla sperimentazione di sistemi innovativi nel campo della bioarchitettura e del risparmio energetico. A partire dal 2006 il programma è stato finanziato con i fondi per l’edilizia residenziale, che sono stati assegnati tramite specifici bandi regionali. Si è arrivati al sostegno finanziario alla realizzazione, alla data di presentazione del progetto, di 270 alloggi.

Il progetto della Regione Umbria verrà premiato in un’apposita cerimonia nel corso di Urbanpromo 2010, in programma dal 27 al 30 ottobre prossimi a Venezia, alla Fondazione Giorgio Cini sull’Isola di San Giorgio Maggiore. Nella medesima occasione verranno premiati anche i vincitori delle sezioni A e B della terza edizione del Concorso Nazionale “Energia sostenibile nelle città”.

Il concorso rientra nella partnership attivata nel 2007 tra il Ministero dell’Ambiente e l’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) nell’ambito della campagna “Sustainable Energy Europe (SEE)”. Al concorso possono partecipare soggetti pubblici e privati che si sono distinti nell’elaborazione di piani e progetti urbanistici attenti alle problematiche energetiche e alla sostenibilità dello sviluppo.  Il Concorso si articola in tre sezioni, ognuna divisa in due sottosezioni, al fine di valorizzare al meglio le proposte provenienti dalle Regioni dell’Obiettivo Convergenza (Campania, Calabria, Puglia, Sicilia) e dalle altre Regioni italiane.

Nella sezione “A” (Metodologia) si confronteranno  gli approcci metodologici per la gestione delle problematiche connesse alla pianificazione. La scala di riferimento è quella urbana o di area vasta, quindi i piani regionali, provinciali o comunali-area metropolitana strutturali e attuativi. Il metro di giudizio sarà tarato sull’efficienza che i progetti sono in grado di conferire al governo del territorio, anche in termini di domanda e di offerta di energia.  La sezione “B” (Progetti energeticamente sostenibili) comprenderà le soluzioni progettuali ritenute in grado di migliorare la gestione del capitale energetico delle città. La scala in questo caso è il livello edilizio, dunque il singolo edificio o il comparto. Infine, la sezione “C”: Urbanpromo Sustainable Energy, che coinvolge i visitatori della rassegna tramite referendum.

In tutte e tre le sezioni del Concorso, particolare attenzione sarà dedicata alle proposte che risulteranno in sinergia con i principali programmi europei sullo sviluppo urbano sostenibile (Patto dei Sindaci, CONCERTO, ecc.), nonché con i programmi regionali inerenti gli  interventi per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per l’efficienza ed il risparmio energetico previsti nell’ambito della Programmazione unitaria 2007 – 2013 (POI Energia – FESR, PAI Energia – FAS- POR/PAR).

L’iscrizione alle sezioni A e B deve effettuarsi entro il giorno 11 Settembre 2010, attraverso una domanda in carta semplice allegata al bando di Concorso (scaricabile dai siti www.inu.it, www.urbanpromo.it  e www.campagnaSEEitalia.it ) da inviare all’Istituto Nazionale di Urbanistica. Necessario il requisito del riconoscimento pubblico (ad esempio, una delibera amministrativa o il rilascio del titolo abilitativo dell’intervento)  risalente all’ultimo biennio. I progetti saranno giudicati da  una commissione composta da esperti del Ministero dell’Ambiente e dell’Inu. Per ognuna delle due sezioni e relative sottosezioni saranno scelte al massimo tre candidature “finaliste”, tra le quali la commissione designerà i vincitori  assoluti.

Testimonial d’eccezione del Concorso è l’architetto Mario Cucinella. La rivista “Urbanistica” pubblicherà i progetti e il Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con l’Inu, diffonderà la notizia dell’assegnazione dei riconoscimenti presso i mezzi d’informazione e promuoverà la pubblicazione dei contenuti dei progetti vincitori presso la stampa specializzata.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento