Proposta per estensione ecobonus 65% per gli interventi di sistemazione a verde

Presentato dall’onorevole Enrico Borghi il DDl che potrebbe incentivare investimenti privati nel verde pubblico e nella realizzazione di giardini pensili

L’onorevole Enrico Borghi, capogruppo del Partito Democratico in commissione ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera, ha depositato alla Camera dei Deputati un disegno di legge per estendere l’ecobonus del 65% anche agli interventi straordinari di “sistemazione a verde” di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private, ovvero giardini e parchi.

L’Onorevole sottolinea che si tratta di una misura che aiuterebbe le città ad essere più verdi e più vivibili, stimolando anche gli investimenti dei privati.
Inoltre Borghi evidenzia che la proposta di estensione delle detrazioni fiscali agli interventi di sistemazione a verde potrebbe promuovere “la cultura del verde privato, attraverso misure incentivanti, sostenere in tal modo anche i settori florovivaistici locali, favorendo l’emersione del sommerso e il rilancio di un comparto che negli ultimi 8 anni ha perso sul territorio nazionale il 40% del fatturato”. Inserire gli incentivi permetterebbe a queste aziende, anche a quelle medio piccole, maggiormente colpite dalla crisi, di ripartire con maggiore forza.

Considerano i benefici che in questi anni sono stati garantiti dalle misure introdotte di agevolazione per la riqualificazione energetica e di ristrutturazione edilizia degli edifici, l’Onorevole Borghi commenta che “se anche il settore florovivaista venisse inserito all’interno dei comparti dell’ecobonus, avremmo un ulteriore vantaggio a favore del prodotto interno lordo, in quanto le piante vengono prodotte sul territorio italiano, e aumenteremmo il fatturato delle imprese locali di manutenzione e giardinaggio”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Detrazione fiscale 50% - 65%

Le ultime notizie sull’argomento