IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Segrate Village

Segrate Village


  • Luogo
    Segrate, Milano
  • Cronologia
    - progetto: da 2008 a 2009
    - realizzazione: da 2009 a 2010
  • Superficie di intervento
    80.000 mq
  • Progettisti
    Piuarch
  • Impresa
    Guerrino Pivato Spa
  • Categoria di intervento
    RESIDENZE, EDIFICI SCOLASTICI, CENTRI POLIFUNZIONALI

 

Segrate Village è il progetto immobiliare nato per costruire un complesso residenziale di pregio nella zona est di Milano, a Segrate.
L'obiettivo è costruire un comprensorio residenziale che sia poco distante dal centro della città di Milano, in un quartiere a misura d'uomo offrendo qualità e comfort a un prezzo contenuto.
Il Segrate Village comprende quattro edifici che si affacciano su un parco privato interno e offre appartamenti di tutte le taglie (dal monolocale, al bilocale, al trilocale, al quadrilocale fino ad arrivare al duplex attico) con un buon margine di personalizzazione.
Si estende su una superficie totale di circa 80 mila metri quadrati, attraversata da piste ciclabili e percorsi pedonali ed è dotato di piscina, palestra e parco giochi, in modo da creare occasioni di socialità e svago.
Sono inoltre disponibili asilo nido, una piazza centrale e negozi di vicinato per favorire la creazione di una comunità che condivida lo stesso stile di vita. Viene garantito un servizio di vigilanza costante all'interno del comprensorio recintato percepito come isola protetta.
Verrà realizzato anche un parco esterno di circa 14 mila metri quadri.
Per raggiungere il centro di Milano non è necessario utilizzare l'auto perché il complesso è vicino al passante ferroviario, la linea S5, che permette di raggiungere il centro della città in soli 15 minuti.
Il Village sorge in un'area strategica perché ben collegata con infrastrutture stradali: le grandi vie di comunicazione verso Milano e verso l'esterno, come le strade provinciali Rivoltana e Cassanese, passano sul territorio comunale di Segrate non lontano dal Village, così come la Tangenziale Est.
L'aeroporto di Linate è a soli 10 minuti di auto, a 5 Km di distanza.
Il centro di Segrate, con i relativi servizi, è molto vicino e raggiungibile anche a piedi e a soli 3 Km c'è l'Idroscalo con moltissime alternative per lo sport e il tempo libero.
 
Architettura all'avanguardia, alto standard qualitativo, comfort, spazi ampi e luminosi
Il progetto architettonico del Village è moderno e innovativo.
La cura dei dettagli nelle finiture e l'eleganza dei materiali, come il legno, sono elementi chiave che garantiscono l'alto standard qualitativo degli appartamenti.
La dotazione tecnologica di cui sono forniti (domotica, telefono IP, banda larga, TV satellitare) contribuisce a migliorarne il comfort.
Gli edifici sono stati concepiti per offrire ai residenti spazi ampi e luminosi.
Il progetto è firmato da piuarch, studio milanese dalle contaminazioni internazionali nato nel 1996 e oggi noto per aver disegnato anche showroom e negozi di marchi della moda.
La distribuzione degli ambienti è stata pensata per esaltarne la funzionalità e la razionalità.
Gli architetti si sono concentrati sulla razionalizzazione dello spazio e sullo sfruttamento della luce naturale.
Gli appartamenti sono dotati di grandi vetrate scorrevoli per accedere ad ampie terrazze, nella logica di creare ambienti
proiettati verso l'esterno, permettendo di godere della vista del verde. La struttura delle abitazioni è stata concepita per garantire agli inquilini sia la luce che la possibilità di spaziare con lo sguardo.
 
Il risparmio energetico e la tecnologia
Le metodologie di costruzione impiegate sono moderne e innovative e hanno reso possibile un notevole risparmio energetico.
Gli edifici del Village sono progettati per consumare, in media, 29Kw/h per mq all'anno, mentre la normativa vigente prevede, per una casa di nuova costruzione, circa 65Kw/h per mq all'anno.
Se si guardano poi le case di più antica costruzione i consumi salgono oltre i 100 Kw/h.
Il consumo medio del Village, inferiore di oltre il 50% all'attuale limite di legge, permette la classificazione energetica degli edifici in classe A secondo le vigenti normative regionali.
In questa direzione si muovono accorgimenti come l'utilizzo di materiali isolanti e serramenti alto prestazionali per evitare la dispersione del calore; lo sfruttamento di un'unica centrale di quartiere per la produzione di acqua calda; l'utilizzo di un impianto condominiale centralizzato più economico ed efficiente - per riscaldamento e raffrescamento.
Ogni appartamento è inoltre dotato di pannelli radianti sottopavimento attraversati da acqua calda nella stagione invernale e fresca in quella estiva; per l'abbassamento della temperatura verrà sfruttata l'acqua della falda acquifera, utilizzata anche per la cassetta di scarico e per l'irrigazione; il livello di umidità sarà regolato da un apposito deumidificatore.
La domotica è un altro dei punti focali del progetto: la casa è predisposta per essere automatizzata e permettere di attivare e comandare a distanza gli elettrodomestici, alzare e abbassare le serrande avvolgibili, spegnere alcune luci e accenderne altre, attivare l'impianto antintrusione, il tutto secondo moduli opzionali.
Grazie al protocollo EIB Konnex, standardizzato a livello mondiale, è possibile impostare diverse configurazioni della casa e attivarle semplicemente accedendo alla centralina, anche con comando remoto.
Tutto questo costituisce un enorme vantaggio in termini di qualità della vita e di efficienza, oltre a favorire il risparmio energetico, dal momento che permette di personalizzare l'abitazione in base alle proprie esigenze.
Le case sono predisposte per avere un alto grado di dotazione tecnologica, che si concretizza, oltre che con la domotica, con il telefono IP, la banda larga e la TV satellitare, dispositivi che accrescono il grado di comfort.
 
Concept box: all'avanguardia in Italia
Il Village ha creato un appartamento costruito interamente, come quelli in vendita. Ai potenziali acquirenti è data la possibilità di "toccare" e visitare un esempio di casa prima ancora che il complesso sia materialmente finito, e avere un'idea chiara di ciò che altrimenti acquisterebbero vedendolo solo sulla carta. Sono da subito sperimentabili, direttamente dagli acquirenti, i materiali del capitolato e non, la domotica, la razionalizzazione degli spazi e la luminosità degli ambienti, incluse le terrazze.
 
Gli attori dell'iniziativa
Valore Reale è una società di gestione del risparmio fondata nel luglio 2004 e autorizzata dalla Banca d'Italia a istituire e gestire fondi immobiliari, fra cui il fondo Andromeda, promotore del progetto immobiliare Village di Segrate.
Andromeda è il fondo d'investimento immobiliare chiuso, riservato a investitori qualificati, a richiamo degli impegni e a distribuzione dei proventi. Ha una durata di 15 anni e il capitale sottoscritto è di 25 milioni.
Andromeda ha una strategia di investimento opportunistica focalizzata su operazioni di sviluppo di terreni concessionati e di ristrutturazione, riconversione e/o riqualificazione di fabbricati con un focus su operazioni a destinazione d'uso prevalentemente residenziale.
ContinentalRE è la società di project management incaricata di gestire l'intero ciclo di vita del progetto con uno stile innovativo, improntato all'efficienza gestionale di tutte le fasi di realizzazione, dal concepimento allo sviluppo e completamento dell'iniziativa.
ContinentalRE si occupa della gestione del processo di approvazione del piano, della supervisione e coordinamento dei progetti architettonici, della gestione delle gare di appalto e successiva supervisione della costruzione, delle analisi di mercato e individuazione dei lay]out delle singole unità abitative e dei capitolati tecnici, della definizione delle strategie commerciali e monitoraggio dell'andamento delle vendite, della realizzazione della reportistica informativa per il Fund
Manager.
Il contributo professionale di ContinentalRE consiste nel garantire valide competenze nei settori immobiliare, edilizio, finanziario, commerciale e organizzativo, necessarie per gestire le problematiche complesse di un progetto di dimensioni rilevanti.
Piuarch è lo studio milanese di progettazione architettonica e urbanistica a capo di un'associazione di imprese incaricata della progettazione esecutiva ed architettonica dell'opera e della direzione lavori.
Piuarch è stato scelto per valorizzare le linee guida del progetto Village, modernità e innovazione, e per saldare l'architettura all'urbanistica, per fare in modo cioè che il progetto di riqualificazione del Village apporti qualità al contesto di Segrate in cui si inserisce.
Inarcheck. A garanzia finale del progetto, si è scelta una società di ingegneria che si occupa di verifica e controllo della qualità dei progetti e delle opere di ingegneria civile e architettura.
Inarcheck svolge questa attività in qualità di organismo di Ispezione di tipo A, accreditato secondo la norma ISO/IEC 17020. Svolge inoltre altre attività complementari, condotte in regime di assicurazione qualità secondo un sistema certificato ISO 9001/2000, come la supervisione ai lavori e il controllo tecnico sulle costruzioni, il supporto tecnico, amministrativo e legale al Responsabile del Procedimento, il controllo della produzione di prodotti e materiali da costruzione, lo sviluppo e
l'implementazione di sistemi qualità aziendali, la certificazione energetica e acustica degli edifici, la certificazione di qualità globale degli immobili.
Guerrino Pivato Spa è l'impresa di costruzione che ha vinto il bando di gara per la realizzazione del Village.
Si colloca fra le prime sessanta imprese di costruzione italiane ed è stata selezionata dopo un'attenta valutazione durata alcuni mesi e una lunga selezione tra numerose imprese, per garantire l'alto standard qualitativo del progetto immobiliare.

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO